Vaccinazioni, aperto al Bambino Gesù un servizio di consulenza a distanza

Mercoledì 22 Aprile 2020
 L’emergenza coronavirus che sta assorbendo l’attenzione delle famiglie in questo periodo non deve far dimenticare le attività necessarie a prevenire altre e non meno gravi patologie. Per aiutare i genitori ad orientarsi, il dipartimento Pediatrico universitario ospedaliero del Bambino Gesù mette a disposizione un servizio di consulenze vaccinali a distanza con la collaborazione del reparto di Pediatria generale e malattie infettive e il Centro vaccinazioni. Il numero da contattare - 06 6859 4087 - è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00, per rispondere a tutte le richieste di informazioni e consigli in materia di vaccinazioni, con particolare riguardo ai casi di bambini affetti da patologie croniche e/o complesse.

Qualora gli esperti del Bambino Gesù ritengano sia opportuno procedere ad una vaccinazione, ai genitori verrà dato un appuntamento entro un termine di 48-72 ore dal contatto telefonico. Essi dovranno recarsi, nel giorno e orario concordati, nella sede di San Paolo del Bambino Gesù, dove verranno somministrati il vaccino o i vaccini adeguati alla storia clinica del bambino (secondo la convenzione con il servizio sanitario) in regime di ambulatorio protetto o day hospital “Vaccini a rischio”.

«L’obiettivo – spiega Paolo Rossi, direttore del dipartimento Pediatrico universitario ospedaliero del Bambino Gesù - è tranquillizzare le famiglie sulla sicurezza degli ambienti ospedalieri anche in questo periodo di emergenza sanitaria ed evitare il rischio che possano lasciare senza protezione i figli nei confronti di malattie potenzialmente letali». In questo modo: «Potremo scongiurare la possibilità che, superata l’emergenza Covid-19, ci si ritrovi ad affrontare altre epidemie, magari di morbillo, causate da una nuova riduzione delle coperture vaccinali».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani