Insegnanti no-vax? Costa: «No al rientro in classe». Quarta dose agli over 80: si decide il 14 aprile

Il sottosegretario ha parlato anche dell'ipotesi quarta dose di vaccino. Da maggio il green pass non sarà più richiesto

Insegnanti no-vax? Costa: «No al rientro in classe». Quarta dose agli over 80: si decide il 14 aprile
3 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Aprile 2022, 10:46 - Ultimo aggiornamento: 11:01

«Coloro che dovrebbero insegnare il rispetto delle regole ai nostri ragazzi per primi dovrebbero dare l'esempio. Siamo a 2 mesi dalla conclusione dell'anno scolastico. Per i nostri bambini e i nostri ragazzi, per i quali l'insegnante è una figura di riferimento, cambiarlo per reinserire chi era stato sospeso non credo, anche dal punto di vista pedagogico, sia una buona cosa». Così il sottosegretario alla Salute Costa, ha parlato a Radio Anch'Io del rientro degli insegnanti No vax a scuola. «C'è questo personale che viene reintegrato fortunatamente sono piccoli numeri, c'è sempre stato il problema di carenza di organico: ora abbiamo un po' di personale in più usiamolo per altre attività». 

Multe ai No vax over 50: ecco 100mila sanzioni al giorno. E l'Agenzia delle Entrate lancia l'allarme: «Magazzino ingestibile, troppe cartelle»

Il sottosegretario ha parlato anche dell'ipotesi quarta dose di vaccino.  «La Commissione tecnico-scientifica dell'Aifa dovrebbe riunirsi il prossimo 12 aprile per fornirci l'indicazione» sulla quarta dose di vaccino anti Covid e, «in base a quelle che sono le indicazioni a oggi, è ragionevole pensare che, in un primo momento, si possa procedere a una quarta dose solo per gli over 80». Costa ha ricordato che «l'Ema si è già espressa» con raccomandazioni in merito e che «l'Agenzia italiana del farmaco lo farà a giorni ed è ragionevole pensare che si allineerà a quelle indicazioni».

Omicron, aumentano i morti di Covid: ecco perché

Dal primo maggio ci sarà anche un ulteriore allentamento dell'uso del green pass di base che non verrà più richiesto. «L'unica riflessione è sulle mascherine al chiuso», ha aggiunto Costa.  Per le l'utilizzo delle mascherine al chiuso si potrà passare dall'obbligo alla raccomandazione. Costa ha poi affermato che verranno analizzate alcune particolari situazioni, come i mezzi pubblici, dove potrebbe restare l'obbligo. «Gli italiani hanno maturato grande consapevolezza sull'utilizzo delle mascherine: nonostante sia stato tolto l'obbligo di indossarle all'aperto continuiamo a vedere cittadini che le hanno», ha aggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA