Tumori a naso, bocca e gola: lui rischia di più

Tumori a naso, bocca e gola: lui rischia di più
di Giampiero Valenza
2 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Dicembre 2020, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 15:58

Si direbbero invisibili, visto che nessuno ne parla e pochi li conoscono, eppure quelli che colpiscono bocca naso e gola sono i tumori più visibili, perché segnano e, a volte, stravolgono il viso. Ogni anno in Italia, si diagnosticano circa 10mila nuovi casi di tumore della testa e del collo. Coinvolgono cavo orale, lingua, labbra, gola, laringe e organo della voce oltre che le ghiandole salivari, le cavità nasali e i seni paranasali. La malattia è tre volte più frequente al Nord e il rischio è maggiore negli uomini rispetto alle donne. Questi tipi di neoplasie rappresentano il 10-12% di tutti i tumori maschili e il 4-5% di quelli femminili. Proprio per far conoscere la patologia e informare come prevenirla è stata avviata la campagna “Con i tumori di bocca, naso e gola non si scherza” (www.testacollo.it) promossa da Msd Italia con l’Associazione italiana di oncologia cervico-cefalica.

LA DIAGNOSI

Se è facile immaginare che fumo e alcol siano fattori di rischio, pochi sanno che il papillomavirus può giocare un ruolo significativo nell’insorgenza di questa malattia. «I tumori testa-collo che comprendono cavo orale, lingua, laringe e organo della voce, ghiandole salivari, cavità nasali e seni paranasali, nel nostro Paese sono ancora poco conosciuti dalla maggior parte delle persone – spiega Valentino Valentini, presidente dell’Associazione italiana di oncologia cervico-cefalica – e, questo, perché non se ne parla abbastanza. Tutto ciò fa sì che venga sottovalutata la diagnosi precoce e quasi ignorate le cause della malattia. Nel 75% dei casi è da imputare al consumo di tabacco e di bevande alcoliche. Sono tumori ad alto impatto, anche emotivo, perché possono compromettere, non solo la funzionalità di organi importanti, ma anche l’immagine corporea con conseguenze negative sulla qualità di vita». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA