Tacchi alti, ogni anno 15% di interventi in più alla caviglia di lei

Tacchi alti, ogni anno 15% di interventi in più alla caviglia di lei
di Carla Massi
3 Minuti di Lettura
Sabato 27 Dicembre 2014, 17:13 - Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio, 19:23

Tacchi alti e feste .Perché le donne con i tacchi alti attraggono di più gli uomini. Come si legge in uno studio dell'università Bretagne-Sud pubblicato sulla rivista Archives of sexual behaviour. «Date ad una ragazza le scaroe giuste e conquisterà il mondo» sentenziava Marilyn Monroe. I tacchi alti slanciano la figura, come si dice. Ma i tacchi portano anche, dritte diritte dall'ortopedico.





Le lesione alle caviglie tra le donne, negli ultimi tempi, aumentano del 15% ogni anno. Nella stragrande maggioranza dei casi è “colpa” delle scarpe. «Bello da vedere ma pericoloso per le donne, il tacco 12 è sempre più presente nelle vetrine dei negozi e all'origine di storte spesso molto pericolose - spiega l'ortopedico Andra Campi che ha guidato l'ultimo congresso della Società italiana di ortopedia e traumatologia - E' la donna, infatti, ad essere più esposta a distorsioni alla caviglie, con un 70% a fronte del 30% degli uomini». Poco più di un anno fa Sarah Jessica Parker, protagonista del fortunato Sex and the City ha annunciato di aver detto addio ai tacchi alti dopo essersi slogata una caviglia. Il medico ha scoperto che sotto il piede dell'attrice si era formato un piccola protuberanza che non deve essere presente in un piede sano.

Non c'è da stupirsi, dunque, se il 20% delle signore che indossano tacchi alti ammette di tornare a casa a piedi nudi dopo una serata sui trampoli. Due consigli: 1) sarebbe meglio non portare tacchi più alti di 7-8 centimetri 2) indossare scarpe della misura giusta, il 70-80% ne indossa di una o due taglie più piccole. L'ultima tendenzaper sopportare i tacchi sono le iniezioni di collagene o acido ialuronico sotto la pianta fatte dal chirurgo plastico.

New York, nel Brooklyn Museum, ha in calendario, fino al 15 febbraio, una mostra dal titolo “Killer Heels”, tacco assassino. Sono 160 modelli di scarpe d'artista: partono dalle creazioni italiane del 1500 per arrivare fino alle suole rosse di Louboutin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA