La seconda vita di Rebecca, salvata dalla malattia che «cancella il passato»

Lunedì 14 Maggio 2018 di Valentina Dal Zilio
Roberta Migotto e il dottor Luigi Zuliani
TREVISO Un'encefalite gravissima, pochissimi casi in Italia e nel mondo. Una malattia che può portare alla morte. Rebecca Migotto, 24 anni, è finita in coma, poi la diagnosi e la cura grazie all'eccezionalità dei medici dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Ed è tornata alla vita più forte di prima: «Il mio cervello aveva cancellato tutto - racconta - Ero come una bambina, ora voglio aiutare la ricerca sulle malattie neurologiche». Ultimo aggiornamento: 21:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma