Pidocchi, in Usa contagio dai "selfie" alto rischio in primavera in Italia 1ml e 400mila colpiti under 18

Venerdì 28 Febbraio 2014
E' colpa anche degli autoscatti con gli smartphone, i cosiddetti “selfie” se le infestazioni di pidocchi negli Usa sono più abbondanti anche tra gli adolescenti. Secondo Marcy McQuillan, un'esperta del campo di un importante centro Usa per il trattamento dalle infestazioni di pidocchi, il Nitless Noggins, i pidocchi avrebebro gioco facile a trasferirsi da un capo all'altro dei giovani impegnati ad autoimmortalarsi con lo smartphone.

McQuillan ha detto di aver chiesto ai propri pazienti se fossero abituati a scattare “selfie” e da lì avrebbe avuto questa intuizione del ruolo degli autoscatti nella diffusione dei pidocchi tra adolescenti.

Ma tanti esperti hanno dubbi su questa modalità di contagio: i pidocchi non saltano e non volano per cui deve esserci un contatto diretto tra teste, ma non è chiaro se la durata del contatto durante lo scatto della foto sia sufficiente al passaggio del parassita. E' comunque verosimile che questo scatto avvenga attraverso los cambio di cappelli, sciarpe o asciugamani.

In Italia sono un milione e 400mila gli under 18 colpiti da pedinculosi e la metà circa hanno meno di 6 anni. Seguomo quelli dai 6 ai 12 anni e poi i più grandi fino a 18 anni. Il fenomeno è in continuo aumento in tutto il mondo, in Europa l'epidemia colpisce l'1,3% della popolazione totale.

Un problema che persiste tutto l'anno, con i picchi massimi nella stagione primaverile, ormai quasi alle porte. «L'unico modo per debellare i pidocchi è ilcontrollo sistematico per il pettinino. Se non si rimuovo tutte le uova, si ricomincia punto a a capo>, avverte Gabriella Fabbroncini, docente di Dermatologia e venerealogia dell'università Federico II di Napoli e presidente nazionale dell'Associazione donne dermatologhe italiane.

Tra i consigli degli esperti: evitare contatti testa contro testa durante il gioco a scuola, non condividere vestiti, cappelli, caschi, bandane, auricolari, spazzole e asciugamani, disinfettare pettini e spazzole in acqua calda per 5-10 minuti. Ultimo aggiornamento: 2 Marzo, 23:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani