Cosa è la peste bubbonica: si trasmette all'uomo da pulci e ratti

Giovedì 14 Giugno 2018
Cosa è la peste bubbonica: si trasmette all'uomo da pulci e ratti
La peste è una malattia infettiva di origine batterica. E’ causata dal batterio Yersinia pestis, che si trova sulle pulci parassite dei roditori, nei ratti, in alcune specie di scoiattoli e cani della prateria. In qualche caso le pulci possono infettare anche gli animali domestici come i gatti.

LEGGI ANCHE ----> Bambino si ammala

La peste si manifesta principalmente in tre forme: bubbonica, polmonare e setticemica sulla base degli apparati dell'organismo in cui si sviluppa. Le ultime due forme della malattia possono manifestarsi anche come complicazione della prima. La peste è diffusa dove le abitazioni sono infestate da pulci e da ratti, e quindi dove è scarso il livello di igiene.

La peste bubbonica si sviluppa prevalentemente nel sistema linfatico. Nell'uomo si trasmette attraverso la puntura delle pulci dei topi o il morso dei ratti stessi o di altri roditori infetti. Può essere trasmessa anche con la pulce dell'uomo e i pidocchi. Insorge dopo un periodo di incubazione da 2 a 12 giorni ed è caratterizzata dallo sviluppo di bubboni, ingrossamenti infiammati delle ghiandole linfatiche, seguiti da febbre, mal di testa, brividi e debolezza. In questa forma la peste non si trasmette da persona a persona.

Nei casi gravi l'infezione si propaga nell'organismo, provocando insufficienza cardiocircolatoria e necrosi, complicazioni renali o emorragie interne. In assenza di cure, la malattia può portare facilmente alla morte. Nei casi meno gravi, la febbre cessa dopo circa due settimane e i bubboni espellono pus sgonfiandosi e formando una cicatrice.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA