Intervento al cuore al pronto soccorso, non c'era tempo di portarlo in sala operatoria: paziente salvo

Domenica 20 Gennaio 2019
L'intervento di cardiochirurgia che ha salvato la vita del paziente è stato eseguito direttamente in una saletta del pronto soccorso perché non c'era più nemmeno il tempo di portare l'uomo in sala operatoria: il cuore aveva cessato di battere. È successo a Torino nell'ospedale Mauriziano. I medici sono intervenuti al culmine di un'emergenza su un sessantanovenne, le cui condizioni, ora, sono buone.

«Un caso eccezionale più unico che raro. Un vero e proprio miracolo». Così dalla Città della Salute di Torino commentando  la vicenda del paziente di 69 anni. L'uomo era stato portato al Mauriziano dall'ospedale San Luigi di orbassano (Torino) con un ematoma di parete dell'aorta ascendente. «Le probabilità di rottura erano elevatissime - spiegano all'azienda sanitaria - e pochissime sarebbero state le chance di sopravvivenza se il cardiochirurgo non fosse arrivato in tempo a sostituire il vaso. Ma di tempo non ce n'era più perché il cuore, all'improvviso, aveva cessato di battere». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma