Influenza, Iss: «Ancora sotto soglia, niente picco. Incidenza 7 volte più bassa rispetto al 2020»

Influenza, Iss: «Ancora sotto soglia, niente picco. Incidenza 7 volte più bassa rispetto al 2020»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Febbraio 2021, 16:10

In Italia i dati sui contagi da l'influenza abbassano i livelli di preoccupazione. Lo rivela l'ultimo report dell'Istituto superiore di Sanità. «In Italia l'incidenza delle sindromi simil-influenzali continua a essere stabilmente sotto la soglia basale, con un valore pari a circa 1,6 casi per mille assistiti. Nella scorsa stagione in questa stessa settimana la curva continuava la sua discesa dopo aver raggiunto il picco epidemico stagionale e il livello di incidenza era pari a 10,7 casi per mille assistiti», quasi 7 volte maggiore.

Faq, sistema immunitario: come capire se funziona bene, come rafforzarlo e che ruolo ha lo stress

Tamponi rapidi sotto esame. «Il nuovo virus può sfuggire, devono essere aggiornati»

È quanto emerge dall'ultimo aggiornamento del rapporto epidemiologico Influnet dell'Istituto superiore di sanità ( Iss) per la settimana dall'8 al 14 febbraio. Nella sesta settimana dell'anno, si legge, «i casi stimati di sindrome simil-influenzale, rapportati all'intera popolazione italiana, sono circa 93.600, per un totale di circa 1.682.000 casi a partire dall'inizio della sorveglianza». Il valore dell'incidenza totale è pari a 1,56 casi per mille assistiti.

Per quanto riguarda «la fascia di età 0-4 anni l'incidenza è pari a 4,57 casi per mille assistiti, per la fascia 5-14 anni è pari a 1,93, nella fascia 15-64 anni a 1,47 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 0,74 casi per mille assistiti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA