Farmaci a domicilio, ora è possibile dopo l'accordo tra Poste Italiane e Pharmap

Farmaci a domicilio, ora è possibile dopo l'accordo tra Poste Italiane e Pharmap
3 Minuti di Lettura

Ricevere farmaci a casa è ora possibile. E questo grazie all’accordo tra Poste Italiane e Pharmap, leader in Italia per la consegna a domicilio dei medicinali. Il servizio è operativo in 42 città, tra le quali Roma, Milano, Genova, Bologna, Torino e a breve sarà disponibile in circa 1.000 località.

Come avvengono le consegne

La consegna dei farmaci può essere effettuata in modalità “instant” (entro 90 minuti dalla richiesta) o in modalità “programmata” (nel momento desiderato) nelle città e nei comuni più grandi, mentre nei comuni di piccole e medie dimensioni il recapito viene effettuato in modalità “next-day” (entro la giornata successiva all’ordine). Nei prossimi mesi il servizio verrà esteso su tutto il territorio nazionale fino a coinvolgere 5000 farmacie e 25 milioni di clienti.

Come richiedere i farmaci

È sufficiente scaricare gratuitamente l’App “Pharmap – consegna farmaci” per i dispositivi Android e iOS o accedere al sito web pharmap.it, selezionare la farmacia convenzionata di fiducia e scegliere i prodotti da ricevere a domicilio In caso di prescrizione medica dematerializzata, basterà inserire il codice NRE nell’apposito campo o caricare il file della ricetta.

Come pagare

Diversi i sistemi di pagamento disponibili: online con carta di credito, oppure con carta o contanti alla consegna. Grazie all’estensione territoriale del servizio, Poste Italiane e Pharmap vogliono garantire ad ogni farmacia, indipendentemente da dimensione e località, la possibilità di poter offrire un servizio ad alto valore aggiunto alla comunità. Il servizio di consegna a domicilio dei farmaci, dunque, risponde ad un’esigenza molto sentita da tutti i cittadini, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, ed è in linea con la tradizionale missione di Poste Italiane, da sempre al servizio della collettività e vicina ai territori e alle comunità.

Giovedì 1 Aprile 2021, 14:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA