CORONAVIRUS

Coronavirus, quattro casi italiani durante la Sars e due di ebola: tutti guariti

Giovedì 30 Gennaio 2020
Coronavirus, quattro casi italiani durante la Sars e due di ebola: tutti guariti

Quattro casi italiani durante la Sars e due di ebola: tutti guariti. Anche nel caso dell'epidemia di Sars, il coronavirus 'gemello' di quello che sta causando l'epidemia in Cina, ci sono stati dei casi in Italia. Tra il 2002 e il 2003, riporta il 'summary' dell'Oms sulla malattia, si sono verificati quattro casi nel nostro paese, tutti in persone che avevano viaggiato in Asia. I casi segnalati di Sars, precisa una tabella sul sito dell'Iss, si sono verificati in due uomini italiani, rispettivamente di 36 e 25 anni, che tornavano da viaggi in Asia, un uomo cinese di 25 anni appena rientrato da Hong Kong e in una donna italo-cinese di 54 anni tornata da Pechino per motivi di famiglia. In tutti e quattro i casi il decorso della malattia è stato positivo.

LEGGI ANCHE --> L'Oms: «Emergenza globale per il coronavirus». Roma, pullman scortato in ospedale. Alla Cecchignola i ​rimpatriati italiani

Non è stato così per Carlo Urbani, medico marchigiano morti in Thailandia nel 2003 proprio per la Sars, che era stato il primo al mondo a identificare come nuovo virus. Anche durante l'epidemia di ebola del 2014 ci sono stati due casi 'italianì, in entrambi i casi in operatori sanitari che avevano prestato servizio nei paesi colpiti. Si tratta di Fabrizio Pulvirenti e Stefano Marongiu, rispettivamente medico e infermiere di Emergency, entrambi guariti dopo il ricovero allo Spallanzani di Roma.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA