CORONAVIRUS

Coronavirs, Eculizumab e anticorpi monoclonali: a Pozzuoli nuovi test sui farmaci della speranza

Mercoledì 8 Aprile 2020
Coronavirs, Eculizumab e anticorpi monoclonali: a Pozzuoli nuovi test sui farmaci della speranza

Coronavirus, via alla sperimentazione dei farmaci della speranza: nell'ospedale di Pozzuoli, alle porte di Napoli, sono in corso i nuovi test su Eculizumab anticorpi monoclonali. Il farmaco Eculizumab, come il farmaco anti artrite Tocilizumab sperimentato negli ospedali Cotugno e al Pascale di Napoli, scrive il Mattino, sono anticorpi monoclonali prodotti con la tecnologia del Dna ricombinante: Eculizumab e Tocilizumab si comportano come una diga molecolare dinanzi alla cascata di reazioni chimiche che presiedono l'infiammazione scatenata dal Covid19, nella battaglia tra sistema immunitario e coronavirus.

Coronavirus, i fisici frenano. «Fase due durerà 6-8 mesi. In alcune regioni non c'è discesa»

Zanzare possono trasmettere il Coronavirus? La risposta degli scienziati sul contagio

Sono in totale 23 i casi trattati e tutti sono migliorati rapidamente. Il risultato di queste nuove sperimentazioni nell'ospedale di Pozzuoli, dice il primario di rianimazione Francesco Diurno, è che alcuni pazienti più compromessi presentavano minori difficoltà respiratorie di altri con i polmoni in uno stato migliore: il farmaco somministrato tempestivamente dà netti segni di miglioramento sia alla respirazione sia al micro circolo. Coinvolti nello studio a Pozzuoli anche il primario del pronto soccorso Fabio Numis e Gaetano Facchini, oncologo ricercatore con 198 pubblicazioni al suo attivo, neoacquisto dal Pascale.
 

 
 
 

 

Ultimo aggiornamento: 19:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA