“Arance della salute” Airc sabato 25 gennaio in tremila piazze: raccolta fondi anticancro

Giovedì 23 Gennaio 2020
“Arance della salute” Airc sabato 25 gennaio in tremila piazze: raccolta fondi anticancro
 Le «Arance della salute», l'appuntamento solidale della Fondazione Airc per la prevenzione del cancro, questo mese compiono trent'anni. Da sole due piazze nel 1990, quest'anno, sabato 25 gennaio, il frutto simbolo della corretta alimentazione sarà distribuito in oltre 3.000 piazze e in più di 800 scuole per raccogliere nuove risorse da destinare al lavoro dei circa 5.000 ricercatori sostenuti da Fondazione Airc e informare l'opinione pubblica su comportamenti e abitudini salutari (per conoscere le piazze airc.it).

Saranno 20 mila i volontari di Fondazione Airc che saranno impegnati per distribuire circa 260.000 reticelle di
frutta. Con una donazione di 10 euro sarà possibile ricevere 2,5 kg di arance rosse italiane, frutti che contengono pigmenti naturali con importanti poteri antiossidanti e circa il quaranta per cento in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi. «Le arance rosse sono il simbolo della sana alimentazione, ricche di pigmenti chiamati antocianine che in laboratorio hanno dimostrato di poter rallentare la proliferazione cellulare e aumentare la morte cellulare programmata in numerosi tipi di tumore, come quelli del colon-retto o della prostata», spiega Luigi Ricciardiello, ricercatore Fondazione Airc e docente di gastroenterologia all'Università di Bologna.

Protagonista della campagna delle Arance della Salute è Leonardo, colpito all'età di 13 anni da una leucemia
linfoblastica acuta che ha potuto superare grazie a protocolli sperimentali resi disponibili dai progressi della ricerca.
Accanto a lui, in rappresentanza dei circa 5.000 scienziati sostenuti da Airc, Alessia Ciarrocchi e Nicola Baldini,
affiancati a loro volta dalla volontaria Chiara e da Valentina, mamma dopo una diagnosi di tumore al seno. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma