Viaggi tra regioni, stop del Cts: «C'è troppo ottimismo, una sola regione ha il 50% dei casi»

Giovedì 14 Maggio 2020
3
Viaggi tra regioni, stop del Cts: «Cautela, troppo ottimismo. Una regione ha il 50% dei casi»

Viaggi tra regioni? Il Cts dice: «Restiamo cauti, troppo ottimismo». O meglio. «Come si è visto in altri Paesi la ripartenza regionalizzata è un problema. Da noi questo è acuito dal fatto che una regione da sola ha il 50% dei casi. Dobbiamo riflettere e usare cautela per la aprire la mobilità tra le Regioni. Non dobbiamo avere fretta: anticipare di un paio di settimane potrebbe mettere a rischio una riapertura più sicura a ridosso dell'estate. Ilfacile ottimismo induce a pensare che la situazione va migliorando, in parte è vero perché siamo sulla strada giusta, ma l'attenzione va mantenuta alta», sottolinea all'Adnkronos Salute Luca Richeldi, primario di Pneumologia della Fondazione policlinico Gemelli Irccs di Roma e componente del Comitato tecnico-scientifico sul coronavirus, commentando i dati odierni della Protezione civile. Ancora «nessuna novità», precisa Richeldi sul lavoro della cabina di regia (ministero Salute, Regioni e Iss) che dovrà valutare i 21 indicatori per la fase 2 dell'emergenza, in vista delle nuove riaperture di attività commerciali annunciate per il 18 maggio.

Dalla prossima settimana indagine sierologica su 150 mila italiani. «Dalla prossima settimana ci sarà un'indagine di sieroprevalenza elaborata con Iss e Istat che coinvolgerà un campione significativo della cittadinanza (150 mila persone in oltre 2 mila comuni) per comprendere la distribuzione a livello nazionale del contagio». Lo ha detto Agostino Miozzo coordinatore del Comitato tecnico-scientifico sull'emergenza Covid 19 in audizione alla commissione Affari sociali della Camera.

LEGGI ANCHE --> Virus, bollettino: in Italia i morti risalgono (+262). Nuovi positivi in calo, duemila guariti in più

Dalla prossima settimana ci sarà un'indagine di sieroprevalenza elaborata con Iss e Istat che coinvolgerà un campione significativo della cittadinanza (150mila persone in oltre 2mila comuni) per comprendere la distribuzione a livello nazionale del contagio». Lo ha detto Agostino Miozzo coordinatore del Comitato tecnico-scientifico sull'emergenza Covid 19 in audizione alla commissione Affari sociali della Camera.
 

Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 11:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani