Vaccino agli adolescenti, efficacia, sicurezza ed effetti collaterali: cosa c'è da sapere. Domande e risposte

Vaccino agli adolescenti, efficacia, sicurezza ed effetti collaterali: cosa c'è da sapere. Domande e risposte
di Graziella Melina
4 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Agosto 2021, 06:28 - Ultimo aggiornamento: 15:11

La vaccinazione anticovid è sicura ed efficace e protegge gli adolescenti dal rischio di ammalarsi. Ma serve anche per evitare che i ragazzi contagino altre persone fragili e non immunizzate. Con la profilassi, inoltre, si impedisce la catena di contagio e la formazione di nuove varianti resistenti ai vaccini tuttora disponibili. Come spiega Paolo Biasci, presidente della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), la vaccinazione è «l'unico modo per permettere agli adolescenti di riprendere le attività scolastiche, sportive e ludiche in sicurezza».

Vaccini, il piano del governo per convincere i no-vax: campagna mirata per età

PERCHÉ È NECESSARIO VACCINARE I RAGAZZI DAI 12 AI 15 ANNI?
La vaccinazione anticovid è importante per evitare una malattia potenzialmente pericolosa per sé e per gli altri, oltre che i rari decessi e i ricoveri per complicazioni. Ma serve anche per evitare le conseguenze a distanza del cosiddetto long covid.

VISTO CHE I RAGAZZI SI AMMALANO RARAMENTE, PERCHÉ VACCINARE ANCHE LORO?
Oltre a tutelare la salute dei più piccoli, la vaccinazione serve per evitare che, se contagiati, i ragazzi debbano interrompere la frequenza della scuola oltre che le attività sociali. Ma è fondamentale anche per evitare che contagino parenti anziani o fragili non vaccinati, oppure altri compagni di scuola che non hanno risposto alla vaccinazione in modo adeguato. Interrompere la diffusione del contagio significa anche evitare che si sviluppino nuove varianti che possono sfuggire alla copertura vaccinale.

QUAL È L'EFFICACIA?
L'Aifa, l'agenzia italiana per il farmaco, indica un'efficacia pari al 100 per cento nel prevenire la malattia, anche se il tasso reale potrebbe essere compreso tra il 75 e il 100 per cento. Questo dato è stato calcolato osservando oltre 2mila bambini vaccinati, che non presentavano segni di precedente infezione.

E LA SICUREZZA?
Il vaccino è sicuro. Gli effetti dell'inoculazione previsti e poi verificati in questo periodo sono lievi e moderati e sono gli stessi di quelli che abbiamo visto nella campagna vaccinale negli adulti.

Variante Delta, la mappa dei cluster delle vacanze: agosto non è Covid free

QUALI GLI EFFETTI?
Gli effetti indesiderati più comuni, ossia di entità lieve o moderata riscontrati nei bambini tra i 12 e 15 anni, secondo l'Aifa sono simili a quelli osservati nelle persone di età pari o superiore a 16 anni, ossia dolore nel sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, dolore ai muscoli e alle articolazioni, brividi e febbre. Per i vaccini a mRna, più di una persona su 10 ha sintomi di entità lieve o moderata (dolore, gonfiore al braccio, brividi e febbre) e si sono risolvono entro pochi giorni. Arrossamento e nausea si manifestano in meno di una persona su 10. Prurito, difficoltà ad addormentarsi in meno di una su 100. Debolezza nei muscoli di un lato del viso, invece, è stata osservata in meno di 1 persona su 1000.

LA MIOCARDITE È UNO DEGLI EFFETTI?
Gli studi sono ancora in corso, finora non è stato definito un nesso certo con la vaccinazione. Negli Usa i Cdc (Centers for Disease control and prevention) hanno calcolato che per ogni milione di seconde dosi di vaccino, in un periodo di 120 giorni, si avrebbero dai 64 ai 79 casi di miocardite, ma si eviterebbero 14.200 casi di covid, 398 ricoveri, 109 ricoveri in terapia intensiva e 3 decessi.

A QUALI RAGAZZI È SCONSIGLIATA LA PROFILASSI?
La vaccinazione è consigliata a tutti, indistintamente e indipendentemente. Come è accaduto anche per gli anziani e i portatori di malattie croniche che rientrano nella definizione di fragili, ai ragazzi con malattie pregresse la vaccinazione è stata aperto fin dall'inizio. Ora, però, non dobbiamo più parlare di priorità ma di una vaccinazione che deve essere aperta rapidamente a tutti.

QUALE È LA COPERTURA MINIMA DI VACCINATI PER APRIRE LE SCUOLE IN SICUREZZA?
Non esiste una percentuale che garantisca la sicurezza per tutti. L'ideale sarebbe che tutti siano vaccinati.

LA VACCINAZIONE È INDISPENSABILE SOLO PER LA SCUOLA?
No. Ci vacciniamo perché ci sia una ripresa anche della socialità e delle attività sportive in sicurezza. Bisogna proteggersi dal covid per tornare di nuovo a essere liberi di vivere le normali attività, finora sospese o ridotte a causa della pandemia.

È CONSIGLIABILE VACCINARE I RAGAZZI ENTRO AGOSTO?
Certamente. Anche perché nei prossimi mesi apriremo alle fasce di età dei bambini under 12.

© RIPRODUZIONE RISERVATA