COVID

Vaccini, Burioni: «Non ci sono abbastanza dosi per due richiami sicuri e lo Stato ne fa uno nuovo: una follia»

Venerdì 29 Gennaio 2021
Vaccini, Burioni: «Non ci sono abbastanza dosi per due richiami sicuri e lo Stato ne fa uno nuovo: una follia»

Roberto Burioni ancora in prima linea sui vaccini. «Siccome non si riescono ad avere abbastanza dosi di due vaccini estremamente efficaci e sicuri, invece di potenziarne la produzione il nostro Stato decide di provare a mettere a punto un nuovo vaccino, che non si capisce neanche come verrà sperimentato. A me pare una follia», scrive il virologo dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

Poco prima prima aveva postato una foto con scritto «Io mi sono vaccinato contro il Covid-19. @MyUniSR
@SanRaffaeleMI @grupposandonato
», a dimostrazione di quanto creda nel vaccino. «Una casa farmaceutica fa un miracolo, mette a punto un vaccino in 11 mesi e salva il mondo. Letteralmente salva il mondo. Dovrebbero essere gli eroi del momento, il loro Ceo adorato dalle folle, invece riescono a fare la figura dei cattivi. Complimenti per la comunicazione», era poi intervenuti sulle polemiche che hanno coinvolto Pfizer per il taglio della fornitura delle dosi.

Sospesi i vaccini ai medici libero professionisti, l'Ordine chiede chiarimenti

«Il Covid non esiste, non porto la mascherina e niente distanze». Poi il negazionista si contagia e muore a 46 anni

AstraZeneca, Ue pronta a bloccare l'export. Londra: «I nostri vaccini non si toccano». Domani il sì dell'Ema

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA