CORONAVIRUS

Test sierologici, Ippolito (Spallanzani): c'è un'offerta spregiudicata, in certi casi sono soldi buttati

Giovedì 14 Maggio 2020
Test sierologici, Ippolito (Spallanzani): c'è un'offerta spregiudicata, in certi casi sono soldi buttati

I test sierologici? In alcuni casi significa buttar soldi. A dirlo, chiaro e tondo, è il direttore scientifico dell'Inmi Spallanzani di Roma, Giuseppe Ippolito, nel suo intervento alle audizioni informali su profili sanitari della cosiddetta Fase 2 (strategie anti e post Covid-19) della Commissione Igiene e Sanità del Senato.

LEGGI ANCHE Virus, Lopalco: «L'uomo invade gli ambienti naturali, così aumenterà la frequenza delle pandemie»

«C'è una offerta spregiudicata di diagnostica sierologica di realtà private - ha spiegato - ma ci sono realtà del Paese dove la percentuale di positivi non supera l'1%. Quindi fare questi test può significare buttare i soldi e non danno una patente di immunità».

Il test sierologico viene svolto con un prelievo di sangue venoso e/o capillare. Attraverso l’analisi delle provette o delle “card” con dei reagenti specifici, vengono ricercati gli anticorpi al Covid-19: le immunoglobuline IgG e IgM. Le prime indicano che l’organismo ha “immagazzinato” il virus e che l’infezione è passata, le seconde attestano uno stato infettivo in corso.

LEGGI ANCHE Il virologo Pregliasco: «Questo virus ci terrà compagnia uno o due anni, prepariamoci al peggio»

Il test sierologico ad oggi non può diagnosticare - come invece fa il tampone - la malattia. Serve a compiere un’indagine epidemiologica per comprendere la circolazione del virus. 

Lo scopo del test sierologico è chiarire le modalità di diffusione e di frequenza di una malattia in rapporto alle condizioni dell’organismo, dell’ambiente e della popolazione. Il grado di attendibilità cresce all’aumento degli screening effettuati. Banalmente più test si fanno per rinvenire anticorpi specifici più risultati certi - siano essi positivi o negativi - si otterranno. È una pratica, dunque, che necessita di tempo e di analisi per essere validata. Di certo, allo stato attuale, nessun test sierologico può diagnosticare la malattia del Covid-19. Rappresenta, invece, una base di studio. 
 

Ultimo aggiornamento: 14:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA