Terza dose, da Pfizer a Moderna: i tempi e i vaccini disponibili per gli under 60. Il piano per le altre fasce d'età

Fino ad oggi quasi 900mila le dosi somministrate, ossia un quinto della platea di riferimento

Terza dose, il piano per le altre fasce d'età: i tempi e i vaccini disponibili per gli under 60
di Francesco Malfetano
4 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Ottobre 2021, 10:11 - Ultimo aggiornamento: 19:36

Sono quasi 900 mila le terze dosi somministrate fino ad oggi, 22 ottobre. Ovvero si è già re-immunizzato un quinto della platea di riferimento che comprende fragilissimi, ospiti delle Rsa, over 80 e - ma si è iniziato solo in alcune Regioni - il personale sanitario. Numeri ancora inevitabilmente risicati che però tanto il ministero della Salute quanto la struttura commissariale guidata dal Commissario Figliuolo puntano ad incrementare, valutando l'estensione a nuovi settori o anche in fasce d’età differenti. Nel mirino potrebbero finire, magari già entro la fine dell'anno oppure nei primi giorni, i cittadini ancora attivi. Si parla quindi della fascia degli under 60. L'operazione è però ancora in corso di definizione. Tant'è che al momento non vi sono posizioni ufficiali, ma solo dichiarazioni da parte del ministro Speranza piuttosto che i suoi sottosegretari, che spingono in tale direzione. «È ragionevole pensare - ha detto ad esempio sottosegretario Andrea Costa - che tra la fine dell’anno e l’inizio del prossimo anno si proceda con l’allargamento della platea per coloro che dovranno ricevere la terza dose. La tempistica sulla quale si sta ragionando è questa». La terza dose «è verosimile che dovranno farla tutti, ma ce lo dirà la scienza se e quando» gli ha fatto invece eco il collega Pierpaolo Sileri.

Terza dose, Moderna o Pfizer? La differenza, i tempi e come fa chi è vaccinato con AstraZeneca

La situazione migliore

Al momento la situazione è piuttosto frammentata. Le prime categorie per cui è stata autorizzata l'iniezione della terza dose, a partire dal 27 settembre, sono state quelle degli immunocompromessi (a cui spetta a completamento del ciclo vaccinale, dopo 28 giorni dalla seconda) e deglli over 80, ospiti e personale delle Residenze sanitarie assistite (Rsa) e dei sanitari con precedenza a quelli sopra i 60 anni o vulnerabili a Covid-19 severa (a cui invece è considerata un booster, un potenziamento della copertura e va somministrata a 6 mesi dalla seconda). Una nuova circolare dell’8 ottobre ha allargato la platea agli over 60 e ai soggetti iperfragili con patologie che vanno dalle malattie respiratorie a quelle neurologiche e varie forme di disabilità. Per tutti, a prescindere dal vaccino ricevuto per la prima o la seconda dose, si può utilizzare «uno qualsiasi dei due vaccini a m-RNA autorizzati in Italia, Comirnaty di BioNTech/Pfizer e Spikevax di Moderna», come specificato in una circolare del ministero della Salute del 14 settembre. 

Vaccino, il mix è più efficace contro le varianti: la conferma in uno studio

Terza dose, Costa: «Platea estesa tra fine 2021 e inizio 2022. Capienze al 100% in tutti i settori entro l'anno»

Le Regioni

Tuttavia, come d'abitudine, le Regioni italiane si sono mosse in autonomia e dunque con tempi diversi. Così se la Lombardia ha aperto lunedì 18 ottobre alle prenotazioni degli operatori sanitari «senza differenziazione di età», il Piemonte ha già avviato le prenotazioni per gli over 60. Mentre dal 16 ottobre, la Toscana ha già iniziato con gli ultrasessantenni, che pure in Puglia possono prenotarsi già dal 13 ottobre e nel Lazio dal 10 ottobre. Dal canto suo la Campania invece ha già annunciato, per bocca del governatore De Luca, che «Per la somministrazione della terza dose del vaccino non seguiremo le fasce d’età». Una differenziazione non molto gradita dal commissario Figliuolo che infatti ha invitato le Regioni a procedere «con immediatezza ad effettuare i richiami vaccinali in parallelo a tutte le categorie indicate, fermo restando il solo vincolo del rispetto dell’intervallo temporale di almeno 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario».

© RIPRODUZIONE RISERVATA