Salute, scrivere sulla carta è più stimolante per il cervello che sullo schermo

Salute, scrivere sulla carta è più stimolante per il cervello che sullo schermo
3 Minuti di Lettura
Venerdì 19 Marzo 2021, 18:57 - Ultimo aggiornamento: 19:12

Scrivere sulla carta fa bene al cervello e i vantaggi per la salute sono più alti rispetto alla scrittura su computer. Secondo una ricerca condotta in Giappone, infatti, scrivere su carta sollecita la memoria e migliora la capacità di apprendimento. In particolare, una ricerca dell'Università di Tokyo e pubblicata sulla rivista Frontiers in Behavioral Neuroscience ha esaminato i dati di 48 volontari che hanno letto una conversazione immaginaria tra personaggi che discutevano dei loro piani nei prossimi due mesi. Tra gli aspetti esaminati c'erano a che 14 diversi orari di lezione, date di scadenza dei compiti e appuntamenti personali.

Nasce "Scritture", scuola di drammaturgia itinerante diretta da Lucia Calamaro

Il test

I ricercatori hanno poi eseguito analisi pre-test per garantire che i volontari, di fascia compresa tra i 18 e i 29 anni, reclutati in università e uffici, fossero suddivisi in tre gruppi in base alle capacità di memoria, preferenza personale per metodi digitali o analogici, sesso, età e altri aspetti. I volontari hanno quindi registrato il programma immaginario utilizzando un agenda cartacea e una penna, un'app di calendario su un tablet o su uno smartphone grande con touch-screen.

Natasha Lusenti: «Tante finestre aperte: uso il mio pc come un tavolo da lavoro»

I dati

Dopo un'ora, i volontari hanno risposto a una serie di scelte multiple semplici e complesse. Mentre completavano il test, sui volontari è stata effettuata una risonanza magnetica (Mri). I partecipanti che hanno utilizzato un'agenda cartacea hanno compilato il calendario in circa 11 minuti. Gli utenti di tablet hanno impiegato 14 minuti e quelli di smartphone circa 16 minuti. I volontari che hanno utilizzato metodi analogici hanno ottenuto punteggi migliori solo su domande semplici, ma i dati di attivazione del cervello hanno rivelato differenze significative.

La Olivetti compie 110 anni. Una mostra per celebrare l'arte della macchina per scrivere

Il risultato

I volontari che hanno utilizzato la carta hanno mostrato più attività cerebrale nelle aree associate al linguaggio, alla visualizzazione immaginaria e all'ippocampo, un'area importante perché legata a memoria e orientamento. I ricercatori affermano che l'attivazione dell'ippocampo indica che i metodi analogici contengono dettagli spaziali più ricchi che possono essere richiamati alla mente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA