Salmonella, scoppia nuova epidemia: 127 casi e 18 ricoveri negli Stati Uniti. Il Cdc: «Non sappiamo da dove sia partita»

Salmonella, scoppia nuova epidemia: 127 casi e 18 ricoveri negli Stati Uniti. Il Cdc: «Non sappiamo da dove sia partita»
di Simone Pierini
3 Minuti di Lettura
Sabato 18 Settembre 2021, 08:23 - Ultimo aggiornamento: 27 Settembre, 17:25

Il Centers for Disease Control (CDC) sta indagando su un'epidemia di salmonella "Oranienburg" esplosa in 25 diversi stati degli Usa che ha già contagiato 127 persone di cui 18 ricoverate. L'agenzia nazionale per la protezione della salute americana ha affermato che non è ancora stato trovato un alimento specifico collegato all'epidemia che viene definita in «rapida crescita».

Sabaudia, vongole avariate al ristorante: ragazza di 30 anni in ospedale con la Salmonella

Salmonella, l'indagine del CDC: il profilo dei malati

Il 2 settembre 2021, il CDC ha identificato un focolaio di 20 infezioni da Salmonella Oranienburg. Da allora, l'epidemia è cresciuta rapidamente. Al 15 settembre 2021, sono state segnalate 127 persone infettate dallo stesso ceppo epidemico provenienti da 25 stati. Le malattie sono iniziate in date che vanno dal 3 agosto 2021 al 1 settembre 2021. Le persone malate hanno un'età compresa tra meno di 1 anno e 82 anni, con un'età media di 33 anni e il 59% sono donne. Delle 49 persone con informazioni disponibili, 18 sono state ricoverate in ospedale e non sono stati segnalati decessi.

Covid, ecco i Paesi che ripartono (grazie a vaccini): dalla Danimarca al Cile, ma c'è chi rischia

I sintomi della salmonella

Il CDC afferma che i sintomi di una grave esposizione alla Salmonella includono diarrea, vomito e disidratazione. I sintomi di solito iniziano a partite da 6 ore fino a 6 giorni dopo aver ingerito i batteri incriminati. La maggior parte delle persone infette da salmonella guarisce senza trattamento dopo quattro-sette giorni, afferma il CDC. Alcune persone, in particolare i bambini di età inferiore ai 5 anni, gli adulti di età pari o superiore a 65 anni e le persone con un sistema immunitario indebolito, possono manifestare malattie più gravi che richiedono cure mediche o ospedalizzazione.

Virus del Nilo, morta una donna in Spagna: è la prima vittima del 2021

Il focolaio potrebbe essere più esteso

Molti casi emersi negli Stati Uniti potrebbero non essere stati ancora segnalati poiché di solito occorrono dalle 3 alle 4 settimane per determinare se una persona abbia contratto la salmonella e sia connessa al focolaio. Si presume quindi che il numero reale di persone malate sia probabilmente molto più alto dei dati attualmente riportati ufficialmente. Questo perché molte persone guariscono senza cure mediche e non sono testate per la Salmonella.

Gli Stati interessati 

Ad oggi gli Stati più colpiti sono il Texas con 45 casi segnalati, seguito dal Minnesota con 13, dalla Virginia con 9 e dall'Oklahoma con 7. Altri casi sporadici sono stati riscontrati in Illinois, Wisconsin e Minnestota. 

Simone Pierini

© RIPRODUZIONE RISERVATA