Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omicron, boom di contagi a Shanghai: città in lockdown fino al 5 aprile

La Cina ha adottato una politica volta a reprimere ogni nascente focolaio Covid il più rapidamente possibile

Omicron, boom di casi a Shangai: città in lockdown fino al 5 aprile e test a tappeto su tutta la popolazione
3 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Marzo 2022, 12:38 - Ultimo aggiornamento: 17:49

Esplode il contagio da variante Omicron in Cina, la città di Shanghai entrerà nei prossimi giorni in un nuovo regime di lockdown che si protrarrà fino al 5 aprile. Le rigide misure, che seguono la strategia cinese dei contagi zero, avranno l'obiettivo di arginare l'esplosione di un contagio che supera in gravità la crisi di Whuan del dicembre 2020. 

Shanghai, città divisa in due dalle restrizioni

Le autorità locali di Shanghai hanno dichiarato che intendono chiudere la città in due blocchi nella prossima settimana e mezzo per cercare di controllare il focolaio di Omicron in una delle città commercialmente più attive di tutto il Paese. Shanghai ospita le sedi regionali di centinaia di società multinazionali e produttori come le case automobilistiche Tesla e General Motors che gestiscono stabilimenti lì.

Omicron, casi record in Cina: Shanghai in lockdown da domani. Fauci: «Pronti se bisognerà tornare alle restrizioni»

Shanghai ha riportato 2.676 casi confermati di coronavirus sabato, tutti asintomatici tranne 45, secondo quanto ha comunicato il governo cittadino. Oggi la Cina ha segnalato 3.500 nuovi casi a Shanghai registrati domenica, di cui tutti tranne 50 asintomatici. Ai residenti di Shanghai che vivono a est del fiume Huangpu, che divide in due la città, è stato ordinato di rimanere all'interno dei loro complessi residenziali, con la sospensione dei trasporti pubblici e severi limiti al traffico in entrata e in uscita dall'area per cinque giorni a partire da lunedì. Le stesse misure saranno poi imposte a ovest del fiume per cinque giorni a partire dal primo aprile.

 

La stategia della Cina contro il contagio

Fino a sabato, i funzionari del governo di Shanghai avevano negato i piani per un blocco completo. Una politica volta a cercare di reprimere qualsiasi nuova epidemia di Covid il più rapidamente possibile ha contribuito a mantenere la Cina in gran parte libera da virus sin dai primi giorni della pandemia. In un discorso del 17 marzo, il presidente Xi Jinping aveva promesso di ridurre l'impatto delle misure di controllo del Covid sull'economia e sulla vita delle persone, anche se ha affermato che il governo centrale riterrà responsabili i funzionari locali se non risponderanno tempestivamente alle epidemie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA