Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omicron 2, in Italia l'Rt risale sopra 1,12 e cresce l'incidenza dei casi: il report Iss

L'andamento dei contagi nel periodo 2 - 15 marzo 2022

Omicron 2, in Italia l'Rt risale sopra 1,12 e cresce l'incidenza dei casi: il report Iss
2 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Marzo 2022, 09:04 - Ultimo aggiornamento: 15:25

Omicron 2 in Italia, cosa succede? Aumenta l'incidenza settimanale a livello nazionale: 848 ogni 100.000 abitanti (18/03/2022 -24/03/2022) rispetto a 725 ogni 100.000 abitanti della scorsa settimana (11/03/2022 -17/03/2022 dati flusso ministero Salute).

Omicron 2, Bassetti: «Con mascherine e distanziamenti questa variante non la conteniamo»

Omicron 2, i virologi: «Al chiuso indispensabile continuare a indossare le mascherine anti Covid»

Nel periodo 2 - 15 marzo 2022, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,12 (range 0,87 - 1,44), in aumento rispetto alla settimana precedente quando era pari a 0,94 e con un valore superiore sopra la soglia epidemica. Lo stesso andamento si registra per l'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero (RT 1,08). Emerge dal monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

 

I RICOVERI - Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 4,5% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 24 marzo) rispetto al 4,8% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 17 marzo) della scorsa settimana. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 13,9% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 24 marzo) contro il 12,9% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 17 marzo) della settimana precedente.

IL TRACCIAMENTO - La percentuale dei casi di Covid-19 rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è in lieve aumento (15% contro 14% la scorsa settimana). E' stabile la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (37% contro 37%), mentre è in lieve diminuzione quella dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (48% contro 49%). È quanto emerge dal monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA