Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Novavax, farmacie e hub dedicati: parte la campagna. Aperte le prenotazioni in tutte le regioni

Nel Lazio già fissati 2mila appuntamenti

Novavax, farmacie e hub dedicati: parte la campagna. Aperte le prenotazioni in tutte le regioni
di Graziella Melina
3 Minuti di Lettura
Sabato 26 Febbraio 2022, 21:30 - Ultimo aggiornamento: 1 Marzo, 09:26

Ci sono gli indecisi, i ritardatari, ma soprattutto quelli che non si fidano dei vaccini disponibili finora, tra le migliaia di persone che si stanno già prenotando per il farmaco anticovid a base proteica Novavax. Le Regioni si sono già organizzate per la profilassi di circa 1 milione di dosi in arrivo oggi. Altre forniture per circa 2 milioni di dosi sono previste per il mese di marzo. Pur di raggiungere la fetta della popolazione ancora non protetta, circa 4 milioni di persone, da lunedì saranno disponibili in tutta Italia hub dedicati solo al vaccino Novavax.

Quasi dappertutto, però, è necessaria la prenotazione attraverso il sito indicato dalle regioni, gli sportelli Cup delle Aziende Sanitarie, le farmacie abilitate, la web app e il call center regionale. Per ora soltanto in Abruzzo non serve prenotare. L’obiettivo del resto non è di poco conto. Stando alle prime stime, si dovrebbe riuscire a proteggere almeno il 10 per cento dei non vaccinati, ossia circa 500mila persone a rischio di ammalarsi anche in forma grave. D’altronde, i numeri sembrano andare in questa direzione. 

I NUMERI

Nel Lazio, per esempio, che ha aperto le prenotazioni da venerdì, si sono già raggiunte le 2mila richieste. Intanto si guarda ovunque con ottimismo alle dosi in arrivo. In Friuli Venezia Giulia le prenotazioni partiranno il primo marzo, le dosi saranno somministrate dal 3 nei centri vaccinali di tutte le aziende sanitarie della regione. In Valle d’Aosta ne arrivano oggi 2.100. «Non ci saranno giornate dedicate alle prime somministrazioni - fanno sapere dall’Usl - per una questione organizzativa».

C’è attesa anche in Piemonte, dove in due giorni sono state oltre 1400 le prenotazioni per Novavax; le 72.200 dosi previste saranno consegnate entro oggi. La Liguria ne riceverà 25mila e 600, la prenotazione sarà possibile da domani, e il vaccino sarà disponibile da martedì. In Veneto sono già arrivate 42 mila dosi destinate ai non vaccinati da domani negli hub. Si preparano a ricevere oggi il primo lotto in Lombardia, e da martedì sarà disponibile nei 16 centri dedicati. L’Emilia Romagna ha iniziato a calendarizzare le prenotazione già da ieri; le 74.500 dosi assegnate sono in arrivo oggi e verranno somministrate a partire da domani. Sono invece 21.900 quelle destinate alla regione Abruzzo. Per le somministrazioni ogni Asl potrà adottare il proprio modello organizzativo. 

LE DIRETTIVE

Ma l’indicazione dell’assessorato alla Sanità è di consentire l’inoculazione senza dover prenotare. Nelle Marche, in poco meno di tre ore dall’inizio delle prenotazioni, sono arrivate 224 richieste. Le somministrazioni saranno possibili dal 1 marzo nei 13 punti di vaccinazione regionali. L’Umbria ha aperto le prenotazioni già da ieri, mentre la campagna vaccinale partirà dal 1 marzo; la consegna delle 14 mila dosi è prevista per oggi. In Calabria, invece, le 31.800 dosi previste saranno consegnate dal corriere espresso di Poste Italiane direttamente alle strutture sanitarie e ospedaliere territoriali. In Sicilia le dosi in arrivo a partire da oggi sono 84mila, saranno consegnate nelle farmacie ospedaliere dell’Isola. Anche qui è necessaria la prenotazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA