CORONAVIRUS

Napoli in festa per la Coppa, ira Oms: «Tifosi sciagurati». Salvini attacca: «Dov'era De Luca?»

Giovedì 18 Giugno 2020
6
Napoli in festa per la Coppa Italia, ira dell'Oms: «Sciagurati i tifosi in piazza»

Migliaia di persone in piazza ieri sera a Napoli per festeggiare la vittoria contro la Juventus in barba a ogni regola sul distanziamento sociale per l'emergenza coronavirus. E l'Oms sul piede di guerra definisce i tifosi «sciagurati!». La denuncia è di Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'Organizzazione mondiale della sanità ( Oms), che intervistato durante la trasmissione Agorà su Rai 3 ha commentato: «Sciagurati! In questo momento non ce lo possiamo permettere, per fortuna è accaduto a Napoli, dove governatore e sindaco hanno messo in atto misure rigide e l'incidenza del virus è più bassa che altrove». E il caso diventa politico, con Salvini che attacca: «De Luca dov'era?».

Bonus vacanze, ecco come funziona e come ottenerlo
Napoli-Juve, Gattuso: «Mi sento un toro. Sono orgoglioso». De Laurentiis: «Presto, lo scudetto»

«Fa male vedere queste immagini», ha detto l'esperto. «Ricordo - ha aggiunto Guerra - quanto ha contato la partita dell'Atalanta all'inizio dell'epidemia in Lombardia nella diffusione dei contagi. Non vorrei che si ripetesse proprio ora, che il Comitato Tecnico Scientifico ha cercato di accogliere le proposte del Figc per non limitare del tutto il gioco del calcio, come da scienza e coscienza medica sarebbe suggerito». 

Coppa Italia, Maradona con la maglia del Napoli: «Orgoglioso di voi»
Sergio Sylvestre dimentica l'inno d'Italia: «Mi sono bloccato perché ero triste»
 


«Di fronte ai festeggiamenti di Napoli di ieri mi chiedo dov'era De Luca. Sono contento per Gattuso e per Napoli ma qualcosa non ha funzionato. Hanno rotto le scatole per me e i miei selfie, e ieri c'era qualche migliaio di tifosi», ha attaccato il leader della Lega, Matteo Salvini a Mattino 5. «I dati ci dicono che i casi sono in calo ma questo non vuol dire che si cala la guardia. Se i teatri, i cinema riaprono una follia che le scuole non lo facciano. Il ministro - aggiunge Salvini - dovrebbe chiedere scusa. Fosse per me darei qualche elemento di libertà».

Ultimo aggiornamento: 20:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA