CORONAVIRUS

Influenza, Iss: «Nessun virus segnalato finora in Italia»

Giovedì 31 Dicembre 2020
Influenza, Iss: «Nessun virus segnalato finora in Italia»

Influenza ai minimi in Italia: secondo l'Istituto Superiore di Sanità (Iss) nessun virus - a parte il Covid - è stato segnalato nel nostro Paese. In particolare, nell'ultima settimana sono stati registrati circa 92mila casi simil influenzali: decisamente pochi perché «stabilmente sotto la soglia basale, con un valore pari a 1,5 casi per mille assistiti. Nella scorsa stagione in questa stessa settimana il livello di incidenza era pari a 3,9 casi per mille assistiti». A fronte dei circa 92mila casi stimati, per un totale di circa 1.265.000 casi dall'inizio della sorveglianza. Il bollettino Influnet dell'Iss, inoltre, evidenzia che nel 2019, in questa stessa settimana dell'anno, il livello di incidenza era pari a 3,9 casi per mille assistiti: sono i dati diffusi dall'ultimo bollettino Influnet pubblicato dall'Iss.

Covid, Iss: «Rt sotto 1 ma in leggera crescita, 5 regioni a rischio. Da Pfizer e Moderna 62 milioni di dosi di vaccino»

Le regioni

A causa dell'emergenza legata al Covid, le province autonome di Bolzano e Trento, Sardegna, Campania, Basilicata e Calabria non hanno ancora attivato la sorveglianza influenzale. In tutte le regioni italiane che hanno attivato la sorveglianza il livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali è sotto la soglia basale, tranne che in Valle d'Aosta. Nella fascia di età 0-4 anni l'incidenza è di 3,03 casi per mille assistiti, 1,12 tra i 5 e 14 anni, 1,46 nella fascia 15-64 anni e 1,25 casi negli over 65. Nell'ultima settimana, scrive l'Iss, in Italia sono stati analizzati 90 campioni clinici ricevuti dai diversi laboratori afferenti alla rete InfluNet e, su un totale di 1.057 campioni analizzati dall'inizio della sorveglianza, nessuno è risultato positivo al virus influenzale, mentre 11 sono risultati positivi al nuovo coronavirus (cioè 157 dall'inizio della sorveglianza). Anche globalmente, sia in Europa che negli Stati Uniti, nonostante il continuo ed esteso monitoraggio, la circolazione dei virus influenzali si mantiene a livelli molto inferiori rispetto alla media stagionale, con poche sporadiche identificazioni dei virus di tipo A e B in alcuni Paesi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA