Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Green Pass dopo la guarigione sarà automatico, ecco come cambia la procedura da stasera

I programmatori hanno messo a punto gli algoritmi. Non servirà più l'intervento del medico di base

Green Pass dopo la guarigione, cambia la procedura: da stasera sarà automatico
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Gennaio 2022, 12:30 - Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio, 08:47

Piccola svolta sul Green Pass. Da oggi per riattivarlo dopo aver avuto il Covid basterà il tampone negativo, antigenico o molecolare. Il ministero della Salute ha annunciato il cambiamento della procedura: dalle 23 del 5 gennaio 2022 non servirà più il passaggio con il medico di base, che doveva inserire manualmente l'esito del test nel sistema nazionale, ma basterà appunto sottoporsi al test e ricevere il risultato negativo.

Green pass ai guariti, cambia la procedura

Dopo il test antigenico o molecolare con esito positivo, i possessori di Green Pass ricevono la comunicazione che blocca il certificato. Una comunicazione automatica, che si attiva immediatamente. Fino a oggi, per il via libera era necessario l'intervento del medico di base, che doveva inserire il certificato di guarigione nel sistema. Una prassi che ha creato non pochi problemi. I programmatori del sistema hanno lavorato per rendere automatico anche lo sblocco e oggi è arrivato il via libera. Dalle 23, tutti i contagiati che riceveranno esito negativo da un tampone antigenico o molecolare, riavranno automaticamente indietro il loro Green Pass e potranno dunque tornare subito alla vita normale.

 

I tecnici hanno modificato gli algoritmi in modo che sulla piattaforma nazionale e sulla App Io venga registrato in tempo reale il cambio di condizione del cittadino e non ci siano ritardi nel nuovo rilascio della certificazione verde. Inoltre è stato aggiunto che «il tampone negativo cartaceo è valido ai fini della certificazione di guarigione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA