Glifosato, l'Epa: «Non è cancerogeno» ma il mondo scientifico è diviso

Giovedì 2 Maggio 2019
2
Glifosato, l'Epa: «Non è cancerogeno» ma il mondo scientifico è diviso

Il glifosato non è cancerogeno. Ad affermarlo è l'Epa, l'agenzia statunitense per l'Ambiente, che si inserisce nel dibattito americano riguardo agli effetti negativi della sostanza sulla salute dell'uomo. In un documento dell'Epa si legge che «non ci sono rischi se la sostanza è utilizzata in accordo con le indicazioni nell'etichetta».

Prodotto dalla multinazionale Monsanto e introdotto in agricoltura negli anni Settanta, il glifosato è un erbicida conosciuto con il nome commerciale Roundup.

Negli Stati Uniti sono circa 13 mila le cause che nel tempo sono state intentate contro la Monsanto che recentemente è stata condannata a risarcimenti milionari nei confronti di due agricoltori che si erano ammalati di tumore.

Il mondo scientifico, tuttavia, non ha dato un giudizio univoco a riguardo. Recentemente, uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports ha trovato effetti negativi sulla salute dei ratti che duravano per tre generazioni, ma le conclusioni sono state contestate. Secondo il Gruppo Informale Scienze e Tecnologie per l'Agricoltura (Seta) l'analisi ha diversi errori di metodo, tra cui un dosaggio troppo alto del glifosato rispetto a quello ritenuto sicuro. 

LEGGI ANCHE: Glifosato, studio choc sui topi: danni alla salute per tre generazioni
LEGGI ANCHE: Glifosato, Bayer condannata: dovrà pagare 78 milioni a un giardiniere. Il titolo crolla

A livello internazionale i singoli paesi si sono mossi in modo differente. In Francia è vietato l'uso del glifosato e di altri fitofarmaci nella maggior parte degli spazi pubblici e vige il divieto di vendita ai privati per uso domestico. Idem per i Paese Bassi dove dal 2014 la legislazione nazionale proibisce l'uso casalingo del prodotto e inserisce restrizioni per la vendita in ambito professionale.
 

Ultimo aggiornamento: 20:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quest'anno vado in vacanza con Suburra e il re della notte

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma