Dieta, la ricetta che salva il cuore: vietati a cena gli zuccheri e l'eccesso di proteine animali

Dieta, la ricetta che salva il cuore: vietati a cena gli zuccheri e l'eccesso di proteine animali
3 Minuti di Lettura
Sabato 7 Agosto 2021, 18:36 - Ultimo aggiornamento: 8 Agosto, 19:16

Uno studio, pubblicato sul Journal of American Heart Association, promuove gli ingredienti della dieta mediterranea - frutta, verdura, alimenti integrali, olio extravergine d'oliva - e sottolinea anche l'importanza delle giuste scelte a cena. Una dieta a base di verdure, in particolare se mangiate la sera, ha un effetto protettivo per il cuore. Contano, sul piano della salute cardiovascolare, oltre alla quantità anche la qualità del cibo e il momento della giornata in cui vengono consumati gli alimenti. Per indagare su questo aspetto una gruppo di ricercatori cinesi dell'università della scienza e del tecnologia di Harbin (nella provincia più a nord della Cina) ha analizzato i dati di un vasto studio statunitense realizzato su circa 28mila persone seguite per 15 anni.

Dieta, in forma con i pasticcini alle mandorle senza zucchero

Dieta, no agli zuccheri a cena

I ricercatori hanno essenzialmente comparato il pasto serale con quelli del resto della giornata: colazione, pranzo e fuori pasto, scoprendo che le persone che privilegiano i glucidi di buona qualità (non raffinati, integrali) e le proteine vegetali a cena hanno un rischio cardiovascolare ridotto del 10% rispetto alle persone che mangiano soprattutto glucidi di bassa qualità (zuccheri raffinati, bevande zuccherate, dolci) e proteine animali (carne). Più nel dettaglio un forte consumo di zuccheri raffinati a cena fa crescere del 63% il rischio di angina e del 47% il rischio di infarto rispetto ad un consumo limitato. Stessa tendenza si riscontra con l'elevato consumo proteine animali la sera, con un aumento del 44% di rischio di malattia coronarica e del 44% di angina. Al contrario gli acidi grassi insaturi hanno un effetto protettivo contro l'ictus.

 

Dieta e frutti rossi, tutto ciò che c'è da sapere

© RIPRODUZIONE RISERVATA