CORONAVIRUS

Covid, Ricciardi: «Lockdown necessario per Milano e Napoli: qui si può prendere il virus anche al bar». Sala: dieci giorni per decidere

Martedì 27 Ottobre 2020
3
Covid, Ricciardi: «Lockdown necessario per Milano e Napoli: qui si può prendere il virus anche al bar»

Covid, per Walter Ricciardi, ordinario di Igiene all'Università Cattolica e consigliere del ministro della Salute, il «lockdown è necessario per Milano e Napoli: qui si può prendere virus anche al bar». «A Milano e Napoli uno può prendere il Covid entrando al bar, al ristorante, prendendo l'autobus. Stare a contatto stretto con un positivo è facilissimo perché il virus circola tantissimo. In queste aree il lockdown è necessario, in altre aree del Paese no», dice Ricciardi, perché «ci sono delle aree del Paese dove la trasmissione è esponenziale e le ultime restrizioni adottate, che possono essere efficaci nel resto del territorio, in quelle zone non bastano a fermare il contagio».

 

Ricciardi: serve un altro lockdown, in 8 giorni stabilizzerebbe la curva

Conte: «Oggi ok a dl ristori, indennizzi entro il 15 novembre». Renzi attacca: non siamo yes man

 

 

«Migliaia di asintomatici»

 

Sulle critiche di Matteo Renzi per la chiusura di cinema e teatri, prevista nell'ultimo Dpcm, Ricciardi risponde: «Se sei a Milano è un luogo dove te lo puoi prendere anche al cinema. In altre città la situazione non è la stessa. A Milano e Napoli è impensabile qualsiasi attività che prevede l'avvicinarsi di persone negli spazi chiusi». Ci troviamo, infatti, ha aggiunto, in presenza «di migliaia di soggetti asintomatici che tornano a casa, dove non si indossa la mascherina, ci si bacia e ci si abbraccia».

 

Covid, risarcimenti doppi per chi ha chiuso e graduali per gli altri

Aiuti raddoppiati per i settori che hanno subito chiusure totali, confermati o incrementati per gli altri. Il decreto di sostegno all'economia, pensato per accompagnare le nuove restrizioni imposte con l' ultimo Dpcm , dovrà aspettare almeno la giornata di oggi per essere approvato in Consiglio dei ministri: il governo intende confrontarsi nelle prossime ore con le categorie interessate.

 

 

 

«Non sono d'accordo adesso» su un lockdown a Milano. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato le parole di Walter Ricciardi in diretta con la giornalista Milena Gabanelli a Dataroom del Corriere della Sera. «Non mi hanno consultato, non credo che sia così e lo dico nel rispetto di Ricciardi - ha aggiunto -, ho appena ricevuto un sms di un virologo di cui mi fido molto che dice che ieri c'erano circa 80 pazienti intubati a Milano e 200 in Lombardia. Anche nella peggiore delle ipotesi avremmo 10-15 giorni per decidere un eventuale lockdown. La media intensità di cura è il punto che intasa gli ospedali, che hanno il tema di una massa enorme di ricoveri. Non credo sia irrisolvibile e che ci debba portare a un lockdown generale adesso». Alla giornalista che gli ha chiesto se potrà esserci una chiusura totale tra 15 giorni il sindaco Sala ha risposto che «non ho elementi per dirlo».

Video

 

Ultimo aggiornamento: 20:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA