Covid oggi in Italia, il bollettino: 3.882 casi e 39 morti. Brusaferro: «Lieve aumento mortalità»

Gianni Rezza: «In questo momento non sappiamo ancora quanto presto dovremo rivaccinare le persone più giovani»

Covid, i dati di oggi. Brusaferro: «Lieve aumento mortalità»
7 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Ottobre 2021, 17:09 - Ultimo aggiornamento: 21:42

Il bollettino Covid in Italia di oggi, venerdì 22 ottobre 2021. Sono 3.882 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.794. Le vittime in un giorno sono invece 39 (ieri 36). Sono 487.218 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 574.671. Il tasso di positività è allo 0,8%, in aumento rispetto allo 0,66% di ieri. Sono 343 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 13 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 22. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.443, rispetto a ieri sono 4 in più.

IL BOLLETTINO IN PDF

Il monitoraggio settimanale

Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), ha fatto il punto sulla situazione della pandemia da Covid durante la conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio settimanale: «Cresce l'età media del ricovero a 67 anni e la mortalità mostra un lieve aumento anche se si parla di numeri limitati», ha detto Brusaferro, che però specifica che «sia per la variante alfa che delta l'efficacia del vaccino anti-Covid rimane molto elevata contro ospedalizzazioni e decessi e anche per quanto riguarda il contrarre l'infezione».

Nella mappa epidemiologica dell'Europa, «l'Italia ha i colori più chiari. Molte regioni sono in verde, dove la circolazione è più contenuta e la positività dei casi è contenuta. Altre parti dell'Europa sono caratterizzate da elevata circolazione, soprattutto nell'area orientale. In Italia la situazione è di controllo, abbiamo le incidenze più controllate rispetto ad altri Paesi europei», ha ribadito il presidente dell'Iss. 

Gianni Rezza, direttore della Prevenzione del ministero della Salute, è intervenuto in merito alla campagna vaccinale, precisando che «in questo momento non sappiamo ancora quanto presto dovremo rivaccinare le persone piu giovani per far sì che il virus continui a circolare poco: probabilmente ci sarà un pò di tempo per decidere se e quando rivaccinarli, anche perchè i giovani sono stati vaccinati dopo rispetto ai fragili e agli anziani». 

Lazio

«Oggi nel Lazio su 9.700 tamponi molecolari e 25.177 tamponi antigenici per un totale di 34.877 tamponi, si registrano 408 nuovi casi positivi (-23), 4 i decessi (-2), 312 i ricoverati (-1), 49 le terapie intensive (-1) e 351 i guariti». Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. «Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,1% - aggiunge -. I casi a Roma città sono a quota 134». Rispetto alla scorsa settimana «Rt in lieve discesa a 0,85 e l'incidenza in lievissimo rialzo a 34,89 su 100mila abitanti».

Campania

Torna a salire il tasso di incidenza per il Covid in Campania: si passa dall'1,40% di ieri all'1,84 di oggi. Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione sono 450 i positivi su 24.350 test. I morti sono 8. Cala l'occupazione dei posti letto. vi sono 21 ricoverati in terapia intensiva (meno 2) e 186 in degenza (meno due).

Sardegna

Sono stabili i contagi da Covid nelle ultime 24 ore in Sardegna, dove però si registra un altro decesso: una donna di 61 anni residente in provincia di Oristano. I nuovi casi accertati sono in tutto 24, sulla base di 2.173 persone testate. Complessivamente, fra molecolari e antigenici, sono stati processati 11.370 test. Il tasso di positività è dello 0,2 per cento. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 10 (-2 )in meno, invariato il numero di quelli in area medica, 58 in totale. Infine, sono 1.333 (-17) le persone ancora in isolamento domiciliare (17 in meno rispetto a ieri). 

 

Basilicata 

In Basilicata sono 12 i nuovi casi di contagio da Sars Cov-2 (tutti residenti), su un totale di 484 tamponi molecolari, e non si registrano decessi per Covid-19. Sono i dati del bollettino regionale della task force riferito alle ultime 24 ore. I lucani guariti o negativizzati sono 28. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera sono 23 (-1) di cui nessuno in terapia intensiva mentre gli attuali positivi residenti in Basilicata sono in tutto 894 (-16). Per la vaccinazione, sono state effettuate 918 somministrazioni ieri. Finora 430.759 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (77,9 per cento del totale della popolazione residente), 389.712 hanno completato il ciclo vaccinale (70,4 per cento) e 3.405 sono le terze dosi, per un totale di 823.876 somministrazioni effettuate.

Veneto

Scende leggermente la curva dei contagi in Veneto, ma crescono i dati sui ricoveri e gli attuali positivi, secondo i bollettino regionale. Sono 381 i nuovi casi nelle ultime 24 ore, con il totale a 476.420; si conta anche una vittima, che porta il totale a 11.815. I malati in cura sorpassano quota novemila (9.053), con una crescita di 88 rispetto a ieri. Crescono anche i ricoveri in area non critica, che sono 209 (+13), con 30 pazienti (-3) in terapia intensiva.

Emilia-Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 429.090 casi di positività, 315 in più rispetto a ieri, su un totale di 28.583 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell'1,1%. Alle ore 16 sono state somministrate complessivamente 6.763.535 dosi; sul totale, sono 3.434.692 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 109 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

Complessivamente, tra i nuovi positivi 88 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 204 sono stati individuati all'interno di focolai già noti.L'età media dei nuovi positivi di oggi è 38,8 anni. Sui 109 asintomatici, 78 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 5 con lo screening sierologico, 14 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero. Per 10 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica.La situazione dei contagi nelle province vede Ravenna con 74 nuovi casi, seguita da Bologna (62) e Modena (49); poi Forlì (26), Rimini (23) e Cesena (21). Quindi, Piacenza (17), Parma (15), Reggio Emilia (14) e il Circondario Imolese e Ferrara (entrambe con 7 casi).Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Piemonte

È dello 0,5% la quota di positivi al Covid tra i 60.535 tamponi analizzati nei laboratori del Piemonte: accertati 278 nuovi casi, di cui 102 dopo test rapidi (54.400). La quota di asintomatici è del 54%. Due i decessi comunicati oggi all'Unità di crisi regionale, ma avvenuti nei giorni precedenti. I ricoverati in terapia intensiva sono 19 (+1 rispetto a ieri), di cui 16 non vaccinati e gli altre 3 con un quadro clinico di patologie pregresse, precisa la Regione. Negli altri reparti i ricoverati sono 176 (- 4 rispetto a ieri), di cui 93 non vaccinati. Le persone in isolamento domiciliare sono 3.446, i nuovi casi di guarigione 117.

Trentino

Un anziano, vaccinato ma con patologie pregresse, è morto per Covid mentre era ricoverato in ospedale in Trentino. I tamponi antigenici effettuati ieri sono stati 7.604 e hanno individuato 25 casi positivi. Sono stati 897, invece, i tamponi molecolari, con 11 casi positivi riscontrati e la conferma di 5 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Sul fronte ospedaliero la situazione continua a registrare un abbassamento del numero dei ricoverati che scende a 9, dopo che ieri ci sono state altre 2 dimissioni. In rianimazione continuano ad essere seguiti 2 pazienti. 

Marche 

Nelle Marche sale ancora l'incidenza dei positivi su 100mila abitanti (da 32,90 a 34) ma il numero di ricoveri per Covid-19 resta sostanzialmente stabile (55; +1). Lo fa sapere il Servizio Sanità della Regione Marche. Nell'ultima giornata si sono registrati due decessi correlati che fanno salire il totale da inizio pandemia a 3.094: le vittime sono una 65enne di Ancona e una 86enne di Rosora (Ancona), entrambe con patologie pregresse. A segnare il maggior numero di nuovi contagi in un giorno è la provincia di Pesaro Urbino (40), seguita da Ancona (24), Fermo (16), Macerata (13) e Ascoli Piceno (10); dieci i casi da fuori regione. I soggetti con sintomi sono 24; tra i casi ci sono anche 33 contatti stretti di positivi, 35 contatti domestici, tre in ambiente di scuola/formazione, due in ambiente di lavoro, uno di vita/socialità, su altri 17 contagi sono in corso approfondimenti epidemiologici.

I tamponi eseguiti sono 2.672 di cui 2.214 nel percorso diagnostico (5,2% di positivi) e 458 nel percorso guariti; si sommano a questi 458 test antigenici tra i quali si registrano 11 casi di positività. Invariati i numeri dei ricoveri in Terapia intensiva (10) e Semintensiva (14) mentre c'è un degente in più nei reparti non intensivi (31); quattro le persone dimesse. Sono 38 gli ospiti di strutture territoriali e otto le persone in osservazione nei pronto soccorso. Il totale di positivi (ricoveri più isolamenti domiciliari) sale a 2.008 (+15) e le quarantene per contatto con positivi a 3.153 (+118) mentre i guariti/dimessi arrivano a quota 110.222 (+99).

Calabria

Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 145 i nuovi contagi registrati (su 5.200 tamponi effettuati), +87 guariti e 1 morto (per un totale di 1.437 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +57 attualmente positivi, +57 in isolamento, -1 ricoverati e, infine, +1 terapie intensive (per un totale di 8).

© RIPRODUZIONE RISERVATA