Covid Italia, bollettino oggi 6 gennaio 2021: 20.331 casi e 548 morti. In testa Veneto, peggiora il Lazio. Calano i ricoveri

Covid Italia, bollettino oggi 6 gennaio 2021: 20.331 casi e 548 morti. In testa Veneto, peggiora il Lazio. Calano i ricoveri
8 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Gennaio 2021, 16:44 - Ultimo aggiornamento: 23:29

La situazione Covid in Italia in base al bollettino di oggi 6 gennaio 2021Sono 20.331 i tamponi positivi nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 548. Regione Veneto salda in testa alla classifica dei casi giornalieri: 3.638 e ben 126 morti. Seguono Lombardia (2.952), Lazio (2.007) e Sicilia (1.692), con Emilia Romagna e Puglia che superano i 1.500 casiI tamponi effettuati sono stati 178.596. Ieri i test erano stati 135.106. Il tasso di positività è dell'11,3%, quasi invariato rispetto all'11,4% di ieri.

CLICCA QUI o sulla tabella per scaricare il bollettino in Pdf

Bollettino Covid, calano i ricoveri

Sono in aumento di due unità i pazienti in terapia intensiva per il Covid-19 in Italia, nel saldo quotidiano tra ingressi e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono 183: il totale dei ricoverati in terapia intensiva è ora di 2.571. Dai reparti ordinari sono invece usciti 221 pazienti nelle ultime 24 ore, portando il totale a 23.174. Gli attualmente positivi sono 568.712, in calo rispetto a ieri (-449). I guariti di oggi sono 20.227 per un totale di 1.556.356.

Il commissario all'emergenza Coronavirus Domenico Arcuri oggi ha detto che il programma delle vaccinazioni prevede 5,9 milioni di italiani vaccinati entro fine marzo, 13,7 ad aprile, 21,5 milioni entro fine maggio e si può completare la vaccinazione volontaria entro agosto. A dirlo è il Commissario Arcuri, durante il vertice Governo-Regioni. Una tabella di marcia serrata, una corsa contro il tempo perché il contagio è ancora significativo.

Veneto, 3.638 casi e 126 morti

Sono 3.638 i nuovi contagi Covid registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, e 126 i decessi. Lo rende noto il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale così a 273.735, quello dei morti a 7.114. Si abbassa leggermente, rispetto a ieri, di poco più di un centinaio la pressione ospedaliera per quanto riguarda i ricoveri di pazienti Covid nei reparti non critici, 2.612 (-454), e anche nelle terapie intensive, 343 (-48). I soggetti attualmente positivi al virus sono 91.299 (-2.929).

Lombardia, 2.952 casi e 92 morti

In Lombardia crescono i ricoveri nei reparti covid, oggi sono 3424, 80 in più rispetto a ieri mentre i nuovi casi positivi, a fronte di 28.462 tamponi effettuati, sono 2.952 (10,3 per cento). Lo comuniqua il quotidiano bollettino emesso dalla Regione da cui emerge che diminuiscono i casi di ricoveri in terapia intensiva, dove oggi si trovano 471 persone, 4 meno di ieri. I decessi sono arrivati a 25.498, 92 più di ieri, il numero più alto registrato da Natale. Sono infine 2486 i guariti dimessi.

Lazio, 2007 nuovi casi

Sono 2.007 i nuovi contagi nel Lazio in base al bollettino Covid di oggi 6 gennaio 2021. In totale sono stati processati 15.417 tamponi. Ad oggi nel Lazio sono 77.766 gli attuali casi positivi al Covid-19, di questi sono 74.617 in isolamento domiciliare. Mentre 3.149 persone sono ricoverate, di cui 306 in terapia intensiva. Infine, 3.972 persone sono decedute e 91.242 guarite. In totale sono stati esaminati 172.980 casi.

Puglia, 1.581 casi e 23 morti

Oggi in Puglia sono stati analizzati 10037 test per l'infezione da Covid-19 e sono stati registrati 1.581 nuovi casi per un tasso di positività del 15,7% (ieri era del 10,52%). Inoltre sono stati rilevati 23 decessi. I nuovi contagi sono stati individuati 598 in provincia di Bari, 149 in provincia di Brindisi, 190 nella provincia BAT, 188 in provincia di Foggia, 158 in provincia di Lecce, 293 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota. I 23 decessi sono avvenuti 11 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 6 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Un decesso di un residente in provincia Bat precedentemente registrato è stato riattribuito. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.085.419 test; 40.345 sono i pazienti guariti; 54.028 sono i casi attualmente positivi.

Emilia Romagna, 1.576 casi e 61 morti

Resta stabile la curva del contagio da Coronavirus in Emilia-Romagna. Sono 1.576, di cui 744 senza sintomi, i casi registrati nelle ultime 24 ore su un totale di 16.527 tamponi, cui si aggiungono 9.844 test rapidi. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 47,6 anni. Sono morte altre 61 persone, i ricoveri in terapia intensiva sono 236 (+4), quelli negli altri reparti Covid 2.665 (-31).

La situazione dei contagi per provincia vede Reggio Emilia con 289 casi, poi Bologna (239), Modena (209). I casi attivi sono 58.069 (+895 rispetto a ieri), il 95% in isolamento a casa. I guariti sono 620 in più. Continua intanto la campagna vaccinale: le somministrazioni programmate a livello regionale, sulla base delle prenotazioni ricevute dalle aziende sanitarie, oggi sono oltre 8 mila. Alle 14, erano stati fatti quasi quattromila vaccini, oltre 28mila complessivi, pari al 63% della prima fornitura di vaccini Pfizer-BioNtech.

Piemonte, 1.208 casi e 45 morti

Sono 1208 i casi positivi al Covid in Piemonte riportati nel bollettino di oggi dell'Unità di Crisi della Regione. Il rapporto con i 17690 tamponi processati (9355 antigenici) è del 6.8%, Le vittime sono 45 (4 relative a oggi), il totale da inizio pandemia 8088. Nuovo lieve incremento, +5 nel numero dei ricoverati in terapia intensiva, ora 192. Calo di 74 pazienti negli altri reparti (in totale 2773) Le persone in isolamento domiciliare sono 17.384, i guariti +2478, il totale degli attualmente positivi in Piemonte è 20349.

Marche, 743 casi

Non accenna a calare il trend di positivi al coronavirus nelle Marche. Anche nell'ultima giornata ne sono stati rilevati 743 tra le nuove diagnosi, in termini assoluti il secondo maggior numero di casi giornalieri dopo quelli comunicati il 13 novembre (779). Dei nuovi contagi 220 in provincia di Pesaro Urbino, 163 in quella di ancona, 148 nel Fermano, 136 nel Maceratese, 29 in provincia di Ascoli Piceno e 41 fuori regione. Nel Percorso Screening Antigenico, con 2.145 test, riscontrati 54 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare) con un rapporto positivi/testati pari al 3%.

Molto rilevante anche il numero di tamponi in 24 ore. Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che ne sono stati testati «6.908: 4.365 nel percorso nuove diagnosi (di cui 2.145 nello screening con percorso Antigenico) e 2.543 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 17%)». Tra i positivi al molecolare 72 persone con sintomi. I casi comprendono anche contatti in setting domestico (168), contatti stretti di casi positivi (259), in setting lavorativo (26), contatti in ambienti di vita/socialità (21), in setting assistenziale (10), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (14), screening percorso sanitario (9). Per altri 164 casi ancora in corso indagini epidemiologiche.

Friuli Venezia Giualia, 606 contagi e 33 morti

Oggi in Fvg sono stati rilevati 606 nuovi contagi su 6.380 tamponi molecolari (pari al 9,5%). Sono stati realizzati inoltre 2.616 test rapidi antigenici in cui sono stati rilevati 300 nuovi casi che dovranno essere confermati con tampone molecolare nei prossimi giorni. I decessi registrati sono 24, a cui si aggiungono 9 morti pregresse afferenti al periodo tra il 5 dicembre e il 4 gennaio. I ricoveri nelle terapie intensive sono 62, quelli in altri reparti scendono a 649. Lo comunica il vice governatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 1.805, con la seguente suddivisione territoriale: 468 a Trieste, 835 a Udine, 383 a Pordenone e 119 a Gorizia. I totalmente guariti aumentano a 38.199, i clinicamente guariti salgono a 1.042, mentre le persone in isolamento sono 11.119. Nel dettaglio dei dati odierni sul Covid-19 in Fvg, nel settore delle residenze per anziani sono stati rilevati 32 casi di positività tra le persone ospitate nelle strutture regionali, mentre gli operatori sanitari risultati contagiati all'interno delle stesse strutture sono in totale 17. 

Toscana, 411 casi e 27 morti

Altri 411 nuovi pazienti (età media 48 anni) per Coronavirus con 11.162 tamponi effettuati (3,7% positivi) e altri 27 decessi (totale va a 3.789 vittime) nelle ultime 24 ore in Toscana secondo il rapporto giornaliero della Regione. Dall'inizio della pandemia salgono a 122.831 i casi totali di positività (+0,3%) mentre i guariti crescono dello 0,5% e raggiungono quota 109.593. I tamponi totali eseguiti hanno raggiunto quota 1.929.121. Gli attualmente positivi sono oggi 9.449, in calo del -2,1% rispetto a ieri.

I ricoverati sono 961 (-38 unità su ieri) di cui 146 in terapia intensiva (+7 unità). Ci sono poi 8.488 pazienti in isolamento a casa con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o senza sintomi (-168 su ieri, -1,9%). Altre 14.713 persone (-623 su ieri, pari al -4,1%) sono in quarantena domiciliare, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Tra i 572 guariti in più rispetto a ieri (+0,5%), 11 persone sono clinicamente guarite e 561 sono state dichiarate dalle autorità sanitarie guarite a tutti gli effetti, sono le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Abruzzo, 365 casi e 2 morti

Sono 365 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 4.172 tamponi: è risultato positivo l'8,75% dei campioni analizzati. Due i decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.254. Torna a crescere il numero degli attualmente positivi, ma c'è una lieve riduzione dei ricoveri, che passano complessivamente dai 510 di ieri ai 502 di oggi, anche se le terapie intensive restano invariate. Dei nuovi positivi il più giovane ha un anno e il più anziano 94 anni. A livello territoriale, l'incremento più consistente si registra nel Chietino (+165), seguito dall'Aquilano (+73), dal Teramano (+72) e dal Pescarese (+8); a questi numeri si aggiungono otto pazienti residenza fuori regione o la cui provenienza è in corso di accertamento. Gli attualmente positivi tornano a salire: sono 237 in più per un totale di 11.331 persone. Del totale, 463 pazienti (-8 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica e 39 (invariato) sono in terapia intensiva. Gli altri 10.829 positivi (+285) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 24.066 (+125). 

Umbria, 347

Sono 347 i nuovi casi di positività al Covid accertati in Umbria nelle ultime 24 ore, su 4.368 tamponi analizzati, con un tasso di positività del 7,9%. Secondo i dati della Regione aggiornati al 6 gennaio, i guariti sono 203 (25.358 in tutto) e si registrano altri tre morti (643 dall'inizio della pandemia). Le persone attualmente positive passano da 3.933 a 4.074. Salgono i ricoveri, 322 (quattro in più), e sono due in più i pazienti in terapia intensiva (45). Dall'inizio della pandemia sono stati eseguiti in Umbria 518.260 tamponi.

Sardegna, 335 casi e 9 morti

 Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 335 nuovi casi di positività al Covid in Sardegna, e diventano 32.605 quelli complessivamente accertati dall'inizio dell'emergenza. Si registrano anche 9 decessi (786 in tutto), cinque donne e quattro uomini tra i 72 e gli 89 anni. Le vittime sono tre residenti della provincia del Sud Sardegna, due della Città Metropolitana di Cagliari, due della provincia di Sassari e due di quella di Oristano. In totale sono stati eseguiti 496.887 tamponi con un incremento di 3.133 test. Sono invece 494 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+6 rispetto al dato di ieri), mentre sono 47 i pazienti in terapia intensiva (+2). Le persone in isolamento domiciliare sono 16.372. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 14.597 (+170) pazienti guariti, più altri 309 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 32.605 casi positivi complessivamente accertati, 7.353 (+60) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 5.355 (+51) nel Sud Sardegna, 2.593 (+15) a Oristano, 6.565 (+126) a Nuoro, 10.739 (+83) a Sassari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA