BOLLETTINO

Covid Italia, bollettino oggi 23 febbraio: 13.314 casi e 356 morti. Più contagi in Lombardia (2.480), Emilia e Campania

Martedì 23 Febbraio 2021
Covid Italia, il bollettino del 23 febbraio

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi mertedì 23 febbraio 2021. Sono 13.314 i test positivi registrati in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i contagi erano stati 9.630. I morti sono invece 356, ieri erano stati 274. La Lombardia torna sopra i 2mila casi (2.480), seguono Emilia Romagna (1.588) e Campania (1.436). Sono 303.850 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore in Italia con il tasso di positività sui nuovi casi (13.314) che scende al 4,4% rispetto al 5,6% di ieri.

Nuovo Dpcm zone, ipotesi nuovi parametri: più facile entrare in fascia rossa?

SCARICA QUI IL BOLLETTINO

Più ricoveri e terapie intensive

Gli attualmente contagiati sono 387.948 (-48) con 18.295 ricoverati con sintomi (+140) e 2.146 in terapia intensiva (+28). Restano in isolamento domiciliare 367mila pazienti mentre sono 12.898 le persone guarite o dimesse.

Lombardia

Sono 2.480 i nuovi positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia, di cui 89 'debolmente positivì. I tamponi effettuati sono stati 35.149, con un rapporto fra nuovi positivi e tamponi eseguiti del 7%. Secondo i dati della Regione Lombardia, i morti sono stati 43, per un totale dall'inizio della pandemia di 28.146

Veneto

Riprendono a crescere i contagi Covid e anche i ricoveri in Veneto. Dopo il rallentamento di ieri (erano 509 casi) sono 1.062 i nuovi positivi al virus in 24 ore, per un totale di 328.078 infetti dall'inizio dell'epidemia. I decessi da ieri sono stati 21, per un numero complessivo di 9.742 vittime. Il dato più negativo riguarda però la ripresa dei ricoveri: sono 46 in più i pazienti Covid nei reparti non critici degli ospedali (1.55 in totale); in crescita (+3) anche i malati in terapia intensiva, 139.

Toscana

I nuovi casi positivi Covid registrati in Toscana sono 824 su 19.725 test di cui 11.389 tamponi molecolari e 8.336 test rapidi, con un tasso di nuovi positivi del 4,18% (9,1% sulle prime diagnosi). Il dato dei nuovi casi è più basso rispetto a ieri (erano 911), a fronte di un aumento dei test (erano 10.833), con un tasso di positivi che scende (era dell'8,41%). «La Toscana - ha scritto - è la regione più virtuosa per l'utilizzo di Astrazeneca, oltre il 96% delle dosi già somministrate con una media nazionale del 20%».

 

 

Puglia

Ci sono stati 32 morti per covid nelle ultime 24 ore in Puglia e su 12.067 test registrati sono stati rilevati 823 casi positivi, con una incidenza del 6,8%, (in calo rispetto a ieri quando era stata dell'8,2%). Dei nuovi casi 308 sono in provincia di Bari, 174 in provincia di Taranto, 103 nella provincia BAT, 89 in provincia di Brindisi, 71 in provincia di Foggia, 70 in provincia di Lecce, 8 provincia di residenza non nota. Delle 32 vittime, 14 vivevano in provincia di Bari, 7 in provincia di Taranto, 6 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 1 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi.

Piemonte

Prosegue anche oggi l'incremento, sia pure in termini in contenuti, dei ricoverati per Covid in Piemonte. In terapia intensiva +4 rispetto a ieri (in totale sono 145), negli altri reparti +14 (totale 1.919). I dati dell'Unità di crisi della Regione riportano anche 1.023 nuovi casi di positività, a fronte di 21.884 tamponi processati (13.45 antigenici), con un tasso del 4,7% (ieri era 5,7%); la quota di asintomatici è del 42%. Ventidue le vittime, 1 registrata oggi; le persone in isolamento domiciliare sono 11.028, i guariti +816.


Umbria

L'Umbria ha superato i mille morti per Covid dall'inizio della pandemia. Secondo quanto riporta il sito della Regione con i dieci dell'ultimo giorno sono infatti 1.003. Registrati altri 262 positivi e 217 guariti. Gli attualmente positivi sono ora 8.509, 35 più di ieri. Nell'ultimo giorno sono stati analizzati 4.410 tamponi e 2.835 test antigenici. Con un tasso di positività del 3,6 per cento sul totale e del 5,9 sui soli molecolari. I ricoverati in ospedale sono 552, quattro in meno di ieri, 79 dei quali, due in meno, in terapia intensiva.
 

Marche

Prosegue il trend in aumento dei ricoveri per Covid-19 nelle Marche: dopo i 15 in più di ieri, nell'ultima giornata i pazienti sono passati da 621 a 633 (+12). Nell'ultima giornata sono state dimesse 28 persone ma i degenti in Semintensiva sono arrivati a quota 163 (+9). Invariato il numero di ricoveri in Terapia intensiva (78) mentre nei reparti non intensivi sono 392 (+3). Tra i ricoverati in reparti non intensivi anche due pazienti rispettivamente in Ostetricia e Pediatria ad Ancona. Continuano a crescere anche i numeri dei positivi in isolamento domiciliare (8.491, +203) e delle quarantene per contatto con contagiati, ora sopra le 16mila (16.371, +539).

 

 

 

Basilicata

Centoventi dei 1.430 tamponi esaminati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi: lo ha reso noto la task force regionale, precisando che però solo 114 dei nuovi tamponi positivi appartengono a persone residenti in regione. Intanto, sempre nelle ultime 24 ore, un'altra persona è morta a causa del coronavirus (portando il totale a 357) e 44 sono guarite (in totale, sono 10.786 i lucani che hanno superato la malattia). I lucani «attualmente positivi» sono 3.476, dei quali 3.392 sono in isolamento domiciliare.

Sardegna

Sono 40.812 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 47 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 746.694 tamponi, per un incremento complessivo di 2.458 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività dello 1,9%. Si registrano 7 decessi (1.125 in tutto). Sono invece 247 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-17), mentre sono 24 (-3) i pazienti in terapia intensiva.

Liguria

Sono 381 nuovi contagi covid in Liguria che emergono nell'ultimo bollettino della Regione, quasi un terzo (111) solo nel ponente 'osservato specialè. È di 13 il numero delle nuove vittime di età compresa tra i 62 e i 108 anni. Gli ospedalizzati scendono di 20 unità a 551, mentre in terapia intensiva ci sono 53 persone (ieri erano 56). Rispetto ai 5.068 tamponi molecolari e ai 2.667 test antigenici l'incidenza dei nuovi positivi è del 4,9%, rispetto al 4,4% medio nazionale.

 

Lazio

Oggi su oltre 10 mila tamponi nel Lazio (+2.013) e oltre 21 mila antigenici per un totale di oltre 31 mila test, si registrano 889 casi positivi (+35), 33 i decessi (+9) e +1.139 i guariti. Aumentano i casi e i decessi, mentre diminuiscono i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto al 3%. I casi a Roma città sono a quota 500. Si affacciano le varianti nel Lazio, oggi quarta zona rossa a Torrice (FR) e confermata chiusura scuola a Roma con variante brasiliana con link da Umbria, in corso l’indagine epidemiologica da parte della Asl Roma 1.

Emilia Romagna

Sono 1.588 i nuovi casi di positività al Coronavirus scoperti nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna, sulla base di 35.010 tamponi, fra antigenici e molecolari. Si contano anche 25 nuove vittime e continuano a salire i ricoverati. Dei nuovi casi circa un terzo, 598, sono asintomatici individuati grazie a screening e contact tracing. Attenzione ancora concentrata sulle province di Bologna (con 580 nuovi casi a cui si aggiungono i 78 del distretto di Imola) e di Modena, con 327 positivi. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 10.393.

CLICCA QUI PER TUTTE LE MAPPE E I GRAFICI

Abruzzo

L'Abruzzo registra il record di pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono 78, dato che supera quelli registrati nei giorni più duri di novembre. Due in più, rispetto a ieri, le persone in rianimazione, al netto di decessi, dimissioni e dodici nuovi accessi. Il tasso di occupazione dei posti letto sale così al 38,8%, a fronte di una soglia di allarme del 30%. In area medica, invece, ci sono 595 pazienti (+2): anche in questo caso il tasso di occupazione è del 39% circa, ma rispetto ad un valore limite pari al 40%. Si registrano, inoltre, 24 decessi, uno dei dati più alti di sempre: 20 riguardano la provincia di Pescara.

Campania

Scende al 9,53% il tasso di incidenza che ieri, in Campania, era salito al 10,83%. Secondo i dati dell'Unità di Crisi della Regione Campania sono 1.436 (di cui 328 casi identificati da test antigenici rapidi) i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore su 15061 tamponi esaminati. Sale a 38 (ieri 22) il numero dei decessi: 17 nelle ultime 48 ore, 21 in precedenza ma registrati ieri. Alto anche il numero dei guariti: 2117 persone. In merito all'occupazione dei posti letti, continuano ad aumentare i ricoveri in terapia intensiva - oggi 132, ieri 125 - come nella degenza, oggi 1327 mentre ieri erano 1319.

Sicilia

Sono 452 i nuovi casi di Covid-19 che si registrano oggi in Sicilia con 25.179 tamponi processati. Ventuno le persone decedute nelle ultime 24 ore e 1.141 i dimessi o guariti. Attualmente nell'isola ci sono 28.657, 710 in meno rispetto a ieri, e di questi 818 sono ricoverati in regime ordinario, 135 in Terapia intensiva e 27.704 in isolamento domiciliare.

 

Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio, 06:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA