BOLLETTINO

Covid Italia, bollettino di oggi: 4.458 nuovi contagi (+780 da ieri) e 22 morti. Tampone obbligatorio anche da Francia

Giovedì 8 Ottobre 2020
Covid Italia, il bollettino di oggi 8 ottobre 2020: 4.458 nuovi casi (+780 da ieri) e 22 morti (- 9). Record tamponi, 128mila. Crescono le terapie intensive

Covid Italia, il bollettino di oggi 8 ottobre 2020. Continuano a crescere i nuovi contagi, che oggi toccano quota 4.458 (+780 da ieri). Sono 22 i morti, nove in meno rispetto alla giornata di ieri. I contagi si stabilizzano quindi sulle quote dello scorso aprile. Nuovo boom di casi in Campania, dove i contagi salgono a 757. Crescono ancora i tamponi che oggi toccano quota 128.098, un record assoluto. 

 

Covid, l'allarme del Koch institute: «Covid potrebbe diffondersi in maniera incontrollata»

Covid, la diretta: boom di casi nel Regno Unito (+14.542). A Berlino locali chiusi alle 23

 

Verso limitazioni per eventi di massa

È necessario prevedere delle limitazioni per gli eventi di massa. Sarebbe questa, secondo quanto si apprende, una delle prime indicazioni al governo da parte degli esperti e degli scienziati del Comitato tecnico scientifico dopo l'impennata dei contagi da Covid. Spettacoli all'aperto, eventi sportivi, fiere e appuntamenti che prevedono la partecipazione di migliaia di persone - sabato ad esempio è prevista a Roma una manifestazione dei negazionisti e domenica è in programma la Marcia della Pace dove sono attese 25mila persone - dovrebbero dunque essere limitati. «C'è una forte preoccupazione - viene sottolineato - tutti gli eventi che prevedono aggregazione di persone vanno rimodulati».

Tampone obbligatorio da 6 Paesi: c'è la Francia

Belgio, Francia, Paesi Bassi, Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna. Sono sei i Paesi per il quale è richiesto il tampone obbligatorio all'arrivo in Italia. La lista è stata aggiornata dall'ordinanza firmata ieri dal ministro della Salute e pubblicata oggi in Gazzetta ufficiale.

 

I dati delle Regioni

 

Lombardia

Continuano a crescere i contagi anche in Lombardia, dove oggi si sono registrati 683 nuovi casi, quasi ai livelli della Campania. I nuovi casi sono 683 con 22.069 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 3%. C'è un nuovo decesso per un totale di 16.979 morti in regione dall'inizio della pandemia. Crescono sia i ricoveri in terapia intensiva (+1,41 in totale) che negli altri reparti (+22, 361). Tra le province quella più colpita è sempre quella di Milano con 282 nuovi casi, di cui 133 a Milano città, seguita da Monza e Brianza (90), Brescia (60), Varese (43) e Bergamo (40). 

Lazio

La situazione nel Lazio sui contagi da coronavirus nel bollettino di oggi, giovedì 8 ottobre. Su oltre 13mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 359 casi e di questi 144 a Roma, 6 i decessi e 81 guariti. Il rapporto tra i positivi e i testati è al 2,7%. L'assessore regionale alla sanità, Alessio D'Amato afferma di essere al lavoro per «ulteriori misure di contenimento nella provincia di Latina come richiesto dalla Asl». Drive-in sotto pressione a breve il raddoppio e già oggi quattro in più. Emanata una circolare esplicativa a medici, pediatri e tutte le strutture del Sistema sanitario regionale (SSR): la diagnosi di primo livello si fa con i tamponi rapidi che consentono una risposta immediata, le validazioni dei casi positivi si fanno con il test molecolare.

Covid Lazio, bollettino 8 ottobre 2020: 359 nuovi contagi, è record (144 a Roma). D'Amato: «Nuove misure di contenimento a Latina»

Campania

Sono 757 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 9.925 tamponi. Il totale dei casi in Campania dall'inizio dell'emergenza sale a 16.464, mentre sono 654.892 i tamponi complessivamente esaminati. L'Unità di crisi della Regione Campania comunica che è stato registrato un nuovo decesso legato al coronavirus in Campania, con il totale dei deceduti che sale a 470. Sono 149 i nuovi guariti, per un totale di 7.044 guariti.

Covid Campania, 757 nuovi casi su 9.925 tamponi: 55 in terapia intensiva (+3 rispetto a ieri)

Sardegna

In Sardegna non frena la diffusione del Covid-19: nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 127 nuovi casi e il decesso di un uomo di 78 anni della Città Metropolitana di Cagliari. I morti per Coronavirus salgono a 161 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. In totale sono stati eseguiti 206.533 tamponi, con un incremento di 2.103 test rispetto all'ultimo aggiornamento. Sono 129 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale (+1), 19 in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 2.322, 70 in più quelle guarite. Dei 4.608 casi positivi complessivamente accertati, 706 (+22) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 510 (+11) nel Sud Sardegna, 357 (+11) a Oristano, 677 (+1) a Nuoro, 2.358 (+82) a Sassari.

Liguria

Sono 152 i nuovi casi positivi in Liguria, su 3.857 test tampone. Il numero maggiore dei nuovi casi (97) è nell'Asl3 genovese: di questi 49 sono contatti di caso confermato e 48 sono stati individuati con attività di screening. Segue l'Asl5 spezzina, con 24 casi di cui 10 contatti di caso confermato e 14 da attività di screening. Aumentano ancora gli ospedalizzati: sono 223, di cui 28 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 120 persone mentre in sorveglianza attiva ci sono 3.508 persone. Nei dati flusso Alisa-Ministero non sono segnalati decessi.

Calabria

«In Calabria ad oggi sono stati effettuati 214.128 soggetti per un totale di 216.234 (allo stesso soggetto possono essere processati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 2.146 (+21 rispetto a ieri), quelle negative sono 211.982». Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria, che fa registrare 603 casi attivi (ieri erano 591). 

Abruzzo

Nuovo balzo dei contagi da Covid-19 in Abruzzo: sono 68 i casi accertati con i test delle ultime ore. Per vedere numeri del genere bisogna tornare indietro alla metà di aprile, quando l'Italia era in lockdown. Si registra un decesso recente, una 97enne della provincia dell'Aquila: il bilancio delle vittime sale a 486. L'età dai nuovi pazienti va dai 3 ai 93 anni. I positivi con età inferiore a 19 anni sono nove: due in provincia di Pescara, due in provincia di Chieti e cinque in provincia di Teramo. Dei nuovi casi, 24 riguardano il Teramano, 20 l'Aquilano, undici il Pescarese e otto il Chietino, mentre per cinque sono in corso verifiche sulla provenienza. Tra le località con più contagi recenti vi sono L'Aquila (8), Avezzano (5), Colonnella (5), Teramo (4), Pescara (3) e Torricella Sicura (3). Casi anche a Spoltore, Montesilvano, Castel di Sangro, Sant'Egidio alla Vibrata e in molte altre località, dalla costa all'entroterra. Gli attualmente positivi, 54 più di ieri, sono 1.152: 90 pazienti (+2) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e sette (+1) in terapia intensiva, mentre gli altri 1.055 (+51) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 3.145 (+13). Dall'inizio dell'emergenza sono stati eseguiti complessivamente 215.967 test (+2.332). Il totale dei casi abruzzesi sale a 4.783: 728 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila, 1.126 in provincia di Chieti, 1.987 in provincia di Pescara, 892 in provincia di Teramo e 37 fuori regione, mentre per 13 sono in corso verifiche sulla provenienza.

Veneto

Il Covid torna a spaventare il Veneto. Un nuovo boom di contagi, con +491 positivi nelle ultime 24 ore. E si registrano anche 6 morti in più rispetto a ieri. Lo afferma il bollettino della Regione. Dall'inizio dell'epidemia gli infetti salgono così a 29.909, le vittime (tra ospedali e case di riposo) a 2.206. I soggetti attualmente positivi sono 5.083 (+329), quelli in isolamento domiciliare 10.934 (+517).

LEGGI ANCHE Covid Veneto, nuovo boom di contagi: quasi 500 nuovi casi. Zaia: «Intensifichiamo prevenzione»

Umbria

Altri 84 nuovi positivi al coronavirus sono stati accertati in Umbria nell'ultimo giorno (65 ieri), che porta a 2.906 il totale. Crescono anche i ricoverati in ospedale, 58, più sei nelle ultime 24 ore, otto dei quali (stabili) in terapia intensiva. Emerge dai dati sul sito della Regione. Registrata un'altra vittima, l'87/a dall'inizio della pandemia. I 2.380 tamponi analizzati hanno attestato anche 28 guarigioni, con gli attualmente positivi saliti da 813 a 868.

 

Marche

«Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 2062 tamponi: 1158 nel percorso nuove diagnosi e 904 nel percorso guariti. I positivi sono 66 (ai 64 di stamattina si aggiungono 2 casi che erano in fase di verifica) nel percorso nuove diagnosi: 24 in provincia di Fermo, 20 in provincia di Ascoli Piceno, 11 in provincia di Macerata, 6 in provincia di Ancona, 3 in provincia di Pesaro Urbino e 2 fuori regione». Lo comunica la Regione Marche.

 

«Questi casi comprendono 16 soggetti sintomatici, 16 contatti in ambito domestico, 10 contatti stretti di casi positivi, 4 rientri dall'estero (Romania, Albania, Svizzera), 4 casi riscontrati dallo screening realizzato in ambito scolastico/formativo, 2 rientri da altra regione, 5 casi riscontrati in ambiente di vita/divertimento, 1 caso rilevato in ambiente lavorativo e 8 casi in fase di verifica».

 

Basilicata

Sono 22 i nuovi casi positivi, di cui 20 lucani e 2 pugliesi in isolamento nella loro regione: questi i dati del bollettino di oggi della task force della Regione Basilicata, su un totale di 737 tamponi processati ieri. I casi di positività di residenti lucani riguardano Bernalda (5), Brienza (4), Sant'Arcangelo e Lagonegro (2), Melfi, Aliano, Lauria, Tramutola, Policoro, Matera, Potenza (1). Nella stessa giornata sono guarite sette persone di Policoro (2), Lavello, Tramutola, Salandra, San Severino Lucano e Moliterno. Sono 35 le persone ricoverate: all'ospedale San Carlo di Potenza sono in tutto 30 (18 nel reparto di malattie infettive, 11 pneumologia, 1 medicina d'urgenza) e sono 5 all'ospedale Madonna delle Grazie di Matera (5 malattie infettive, nessuno in terapia intensiva).

 

Nel bollettino della task force regionale, in cui sono indicati solo i residenti con tampone registrato in Basilicata, i lucani attualmente positivi sono 331 (+13), le persone decedute sono 35, i guariti 436 (+7). Conteggiati a parte altri 49 casi riguardanti cittadini non residenti in Basilicata e stranieri (di questi casi uno è un ricovero ospedaliero e gli altri sono isolamenti domiciliari obbligatori in Basilicata). Non vengono conteggiati i non residenti che, pur avendo fatto il tampone in Basilicata, sono in isolamento in Puglia o in altre regioni. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati analizzati 79.406 tamponi, di cui 78.439 sono risultati negativi.

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre, 00:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA