BOLLETTINO

Covid Italia, il bollettino di oggi 24 ottobre: quasi 20 mila casi (19.644) e 151 morti. Terapie intensive: +79

Sabato 24 Ottobre 2020
1
Covid Italia, il bollettino di oggi 24 ottobre: quasi 20 mila casi (19.644) e 151 morti

Covid Italia, il bollettino di oggi 24 ottobre 2020. I nuovi casi di coronavirus in Italia sfiorano quota 20 mila (19.644), per un totale dall'inizio dell'emergenza che ha superato i 500mila contagiati (504.509). Si registrano 151 decessi (ieri erano 91) che portano il totale a 37.210Per ritrovare un incremento delle vittime così alto bisogna tornare indietro di cinque mesi, al 21 maggio, quando furono 156. I malati nelle terapie intensive sono aumentati di 79 persone in 24 ore: ora sono 1.128. I tamponi effettuati sono 177.669, circa 4.300 meno di ieri. La Regione più colpita è la Lombardia (4.956 casi), seguita da Veneto (1.729), Campania (1.718) e Lazio (1.687). 

L'età dei casi di SarsCov2 scende a 53 anni. Lo segnala l'Istituto superiore di sanità (Iss) nell'ultimo report 'Epidemia Covid-19' aggiornato al 20 ottobre 2020. Si osserva, a partire dalla fine di aprile, un trend in diminuzione dagli oltre 60 anni nei primi due mesi fino a circa 30 anni nella settimana centrale di agosto per poi, afferma l'Iss, risalire lentamente.

LEGGI ANCHE Nuovo dpcm, ecco la bozza: bar e ristoranti chiusi domenica e festivi

Superata la soglia dei 200mila attualmente positivi: secondo il bollettino del ministero della Salute, sono 203.182 i malati, con un incremento di 17.180 rispetto a ieri. Di questi 11.287 sono ricoverati nei reparti ordinari, con un aumento rispetto a venerdì di 738, mentre 1.128 sono in terapia intensiva, con un incremento di 79. In isolamento domiciliare ci sono 190.767 (+ 16.363) mentre i guariti e i dimessi sono complessivamente 265.117, 2.309 più di ieri.

 

I dati delle Regioni

 

Lombardia

Sono 4.956 i nuovi casi di Covid in Lombardia con 32.749 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 15,1%. Sono 213 i ricoverati in terapia intensiva (+29); mentre 2.153 i pazienti negli altri reparti (140 più di ieri). È di 51 il numero di deceduti il che porta il totale a 17.210.

Sono 2.306 i nuovi casi di positività al coronavirus nella provincia di Milano, di cui 1.010 a Milano città. Quanto alle altre province, a Bergamo si registrano 57 nuovi casi, a Brescia 309, a Como 108, a Cremona 124, a Lecco 117, a Lodi 86, a Mantova 150, nella provincia di Monza e Brianza 625, a Pavia 303, a Sondrio 86 e a Varese 508.

 

 

Veneto

Nuova impennata dei casi Covid in Veneto: in un giorno sono 1.729 in più. I decessi sono 9. Il totale dei casi ha raggiunto quota 42.869, le persone attualmente positive sono 15.621 e i morti complessivi sono 2.317.

 

Campania

Sono 1.718 i nuovi casi di coronavirus emersi oggi in Campania dall'analisi di 12.530 tamponi. Dei 1.718 nuovi casi, 1.660 sono asintomatici e 58 sono sintomatici. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza sale a 36.023, mentre i tamponi complessivamente analizzati sono 843.297. Sono 8 i nuovi decessi inseriti nel bollettino odierno, ma l'Unità di crisi della Regione Campania specifica che si tratta di decessi avvenuti tra il 21 e il 23 ottobre e registrati ieri. Il totale dei deceduti in Campana dall'inizio dell'emergenza sale a 571. Sono 42 i guariti di oggi: il totale dei guariti è 9.149.

 

Lazio

«Oggi nel Lazio, su circa 23mila tamponi eseguiti, si registrano 1.687 casi positivi, 9 decessi e 94 guariti. Il rapporto tra i tamponi e i positivi è del 7%. Roma e il Lazio stanno tenendo anche se in un contesto di allerta massima e forte pressione sulla rete ospedaliera, che si sta rapidamente riorganizzando in funzione dell'ultimo decreto». Lo sottolinea l'assessore alla Sanità e l'Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato, in una nota al termine della videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19.

LEGGI ANCHE Covid Lazio, bollettino oggi 24 ottobre: 1.687 nuovi casi (728 a Roma) e 9 vittime. Rapporto tamponi-positivi al 7%

 

Piemonte

Sono 12 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 1 verificatosi oggi. Il totale è ora 4248 deceduti risultati positivi al virus, 695 Alessandria, 259 Asti, 220 Biella, 408 Cuneo, 398 Novara, 1863 Torino, 231 Vercelli, 133 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 41 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 53.248 (+1548 rispetto a ieri) di cui 799 (52%) sono asintomatici. I 1548 casi sono 491 di screening, 419 contatti di caso, 638 con indagine in corso, 159 in Rsa e Strutture socio-assistenziali, 177 in ambito scolastico, 1212 tra la popolazione generale e 3 importati.

 

Toscana

La Toscana segna un altro record superando anche quota 1.500 contagi in un giorno. Nelle ultime 24 ore sono stati 1.526 i nuovi casi, più 5,5%, età media 44 anni. Ci sono stati anche 11 decessi: si tratta di 8 uomini e 3 donne, età media di 86,6 anni, morti 4 a Firenze, 1 a Massa Carrara, 3 a Pisa, 3 a Livorno. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 987.024, 13.369 in più rispetto a ieri. Sono 8.886 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 17,2% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 1.105 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Da inizio pandemia si registrano 29.427 casi e 1.248 decessi. Gli attualmente positivi sono oggi 15.688, +9,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 727 (71 in più rispetto a ieri), di cui 87 in terapia intensiva (5 in più).

Complessivamente poi 14.961 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1.243 in più rispetto a ieri, più 9,1%), altre 23.211 (434 in più rispetto a ieri, più 1,9%) sono isolate perchè contatti di contagiati. I guariti crescono dell'1,6% e raggiungono quota 12.491 (42,4% dei casi totali). La Toscana si trova al nono posto in Italia per numerosità di contagi, con circa 789 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 803 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 1.124 casi x100.000 abitanti, Pisa con 922, Firenze con 855, la più bassa Grosseto con 437. Rispetto a ieri la provincia di Firenze registra + 522 casi, Prato 101, Pistoia 130, Massa Carrara 65, Lucca 190, Pisa 189, Livorno 119, Arezzo 110, Siena 67, Grosseto 33.

 

Emilia Romagna

Superano quota mille i nuovi contagi in Emilia-Romagna. Sono 1.180 i positivi in più rispetto a ieri, a fronte di un numero di tamponi che di nuovo è da record: 17.612. Purtroppo, inoltre, si registrano 10 nuovi decessi: 4 nella provincia di Modena (tre donne di 95, 92 e 87 anni e un uomo di 82), 2 in quella di Ferrara (una donna di 87 anni e un uomo di 86), 2 in quella di Reggio Emilia (una donna di 90 anni e un uomo di 78), 1 in quella di Parma (un uomo di 80 anni) e 1 in quella di Bologna (un uomo di 84 anni). Complessivamente, secondo i dati dell'ultimo bollettino relativo all'emergenza sanitaria, dall'inizio dell'epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 45.542 casi di positività.

Dei nuovi positivi, sono 619 gli asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Prosegue, poi, l'attività di controllo e prevenzione: complessivamente 238 persone (tra i nuovi positivi) erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 250 sono state individuate nell'ambito di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 43,8 anni. Sui 619 asintomatici, 214 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 24 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 per screening sierologico, 9 con i test pre-ricovero. Per 367 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica. La provincia con più contagi è quella di Bologna (348), a seguire Piacenza (173), Reggio Emilia (160), Modena (123), Rimini (100), Ferrara (60), Ravenna (54), Parma (52), il territorio di Forlì (45), quello di Imola (34) e l'area di Cesena (31).

 

Sicilia

Continua a salire la curva dei contagi in Sicilia, dove nelle ultime 24 ore si registrano 886 nuovi casi e 9 vittime. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. Rispetto a ieri cresce anche il numero dei guariti: 124 (5.896 dall'inizio dell'emergenza). Degli attuali 9.889 i ricoverati con sintomi sono 606, quelli in terapia intensiva 90 mentre si trovano in isolamento domiciliare 9.193 persone. I nuovi tamponi sono 7.147. Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 258 nel Palermitano, 276 nel Catanese, 48 nel Messinese, 96 nel Trapanese. In provincia di Ragusa sono 102, in quella di Siracusa 37 e nell'Agrigentino 55. Solo 7 nuovi casi ciascuno in provincia di Enna e di Caltanissetta.

 

Friuli Venzia Giulia

Oggi sono stati rilevati 412 nuovi contagi (6.521 tamponi eseguiti) e tre decessi da Covid-19 in Friuli Venezia Giulia». Lo ha comunicato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. «Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 7.827, di cui: 2.607 a Trieste, 2.776 a Udine, 1.537 a Pordenone e 846 a Gorizia, alle quali si aggiungono 61 persone da fuori regione.

I casi attuali di infezione sono 2.801. Scendono a 16 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre salgono a 100 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 372, con la seguente suddivisione territoriale: 200 a Trieste, 85 a Udine, 76 a Pordenone e 11 a Gorizia. I totalmente guariti sono 4.654, i clinicamente guariti 25 e le persone in isolamento 2.660».

 

Abruzzo

Ancora record di nuovi casi di coronavirus in Abruzzo: sono 375 quelli accertati nelle ultime ore. Mai ne erano stati registrati così tanti in un solo giorno. Fino ad oggi il dato più alto era quello del 22 ottobre (306 nuovi positivi). Altro record riguarda i tamponi. Nelle ultime ore ne sono stati eseguiti ben 3.862, dato più alto di sempre. È risultato positivo il 9,7% dei campioni analizzati.

Del totale odierno, 156 nuovi casi fanno riferimento alla provincia dell'Aquila, 116 a quella di Teramo, 43 al Pescarese, 35 al Chietino e uno a un paziente residente fuori regione, mentre per 24 sono in corso accertamenti sulla provenienza. I nuovi positivi - 138 dei quali riferiti a tracciamenti di focolai già noti - hanno età compresa tra cinque mesi e 100 anni. Gli attualmente positivi al virus sono 213 più di ieri ed arrivano a quota 3.742: in ospedale sono ricoverati 246 pazienti, 18 dei quali in terapia intensiva (+2). Gli altri 3.496 sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Balzo dei guariti: nelle ultime ore se ne contano 162 in più, per un totale di 3.455.

 

Sardegna

Ci sono altri 3 morti in Sardegna per Covid-19, due donne di 82 e 93 anni e un uomo di 88 anni, tutti residenti nell'area della Città Metropolitana di Cagliari. Nel bollettino quotidiano dell'Unità di crisi regionale si registrano 329 nuovi casi e 3.721 tamponi in più. In ospedale ci sono 287 pazienti, 12 in più di ieri, ma resta invariato il numero di quelli in terapia intensiva, 36. Le persone in isolamento domiciliare sono 4.263, 62 quelle guarite. Dei 7.564 casi positivi complessivamente accertati, 1.359 (+50) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 1.190 (+74) nel Sud Sardegna, 633 (+28) a Oristano, 1.097 (+56) a Nuoro, 3.285 (+121) a Sassari.

 

Marche

Nelle ultime 24 ore è risultato in leggero calo, in proporzione ai tamponi fatti, il numero di positivi al coronavirus nelle Marche: sono stati 274 su 1.621 nuove diagnosi (quasi il 17%) a fronte dei 453 su 2.224 di ieri (oltre il 20%); il giorno precedente 321 su 1.707; 18,8%). Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che nell'ultima giornata sono stati testati complessivamente 2.713 tamponi di cui però 1.092 nel percorso guariti.

Il maggior numero di contagi, a livello provinciale, è stata Ancona (123), seguita da Macerata (57), Fermo (37), Pesaro Urbino (32) e Ascoli Piceno (24); un caso proviene da fuori regione. Tra i contagi ci sono 41 soggetti sintomatici; altri riguardano contatti in setting domestico (74), contatti stretti di casi positivi (64), registrati nel setting lavorativo (8), contatti in ambiente di vita/divertimento (15), nel setting assistenziale (3), in setting scolastico/formativo (10) e nello screening in ambito sanitario (4). Per 55 casi indagini epidemiologiche in corso.

 

Calabria

«In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 252.469 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 254.634 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 3.611 (+166 rispetto a ieri), quelle negative 248.8858». Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria che fa registrare 1.849 casi attualmente attivi (ieri erano 1.695) e 10 persone in terapia intensiva.

 

Basilicata

Sessantanove dei 1.214 temponi analizzati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi, mentre altre due persone anziane sono morte a causa del coronavirus. Lo ha reso noto la task force regionale, spiegando che «i lucani attualmente positivi sono 838» e che le vittime del covid-19 sono salite a 44. Tra ieri e oggi, tuttavia, sono guarite nove persone (in totale sono ora 551). Nei due ospedali di Potenza e di Matera sono ricoverate 58 persone infettate dal virus e cinque di loro sono in terapia intensiva (una a Potenza e quattro a Matera). Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in Basilicata sono stati analizzati 95.241 tamponi, 93.446 dei quali sono risultati negativi.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre, 01:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA