Covid, allarme Rt: 15 regioni con l'indice di trasmissione sopra il livello di guardia. Piemonte e Campania in testa

Covid, allarme Rt: 15 regioni con l'indice di trasmissione sopra il livello di guardia. Piemonte e Campania in testa
di Mauro Evangelisti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Ottobre 2020, 19:30 - Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre, 00:22

Le Regioni con l'indice di trasmissione del virus sopra il livello critico 1 sono diventate 15. Lo certifica il report della cabina di regia del Ministero della Salute e dell'Istituto superiore di Sanità appena pubblicato che aggiunge: «Sono 17 le Regioni/Province autonome che hanno riportato un aumento nel numero di casi diagnosticati rispetto alla settimana precedente si legge nel report». Altro dato preoccupante: anche l'Rt nazionale è sopra a 1, per l'esattezza a 1.06.

Covid, Iss: «Oltre 3.800 focolai attivi, il 77% in famiglia. Evitare assembramenti in casa e all'aperto»

Covid Lazio, contagi record: +387 in 24 ore, 131 a Roma. Focolaio nella Rsa di Rieti

La classifica

Quali sono le regioni con l'indice di trasmissione sopra il livello di guardia? Abruzzo, Calabria, Campania, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Piemonte, le province autonome di Trento e Bolzano, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Val d'Aosta e Veneto. In particolare, il dato più alto viene registrato in Piemonte (1,3) e Campania (1,24), Sicilia a 1,22. Il Lazio è a 1,16. Se invece si guarda l'incidenza dell'ultima settimana (la fotografia è scattata al 4 ottobre) che misura il numero di nuovi casi positivi in base al numero di abitanti, il dato più alto è quello della Liguria (46,46 nuovi positivi ogni 100mila abitanti), seguono  Campania (39,84), Veneto (34,46) e Umbria (33,28), Più basso il dato del Lazio: 21 nuovi positivi ogni centomila abitanti.

Criticità

La cabina di regia mette in guardia: «Per la prima volta, ci sono segnali di criticità significativi relativi alla diffusione del virus Sars-Cov-2, che orami circola in tutto il Paese. Si osserva inoltre un notevole carico dei servizi territoriali che va monitorato per i suoi potenziali riflessi sui servizi assistenziali». I focolai presenti nel Paese sono 3.805 e c'è un lieve incremento di quelli rilevati in ambito scolastico. Inoltre, stanno aumentando i casi per i quali i servizi di tracciamento delle Regioni non riescono a identificare l'origine del contagio.

Covid Italia, bollettino di oggi 9 ottobre: 5.372 nuovi casi e 28 morti, quasi 130 mila i tamponi

Covid Italia, il bollettino di oggi 9 ottobre 2020. Continuano a crescere i contagi da coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore i positivi sono aumentati di 5.372 (ieri erano stati 4.458), con 28 morti. Lo si apprende dai dati del Ministero della Salute. I tamponi sono stati 129.471.


 . 

© RIPRODUZIONE RISERVATA