BOLLETTINO

Covid, bollettino oggi 4 ottobre 2020: nuovi contagi (2.578) e morti (18) in calo. Campania da incubo, 412 casi

Domenica 4 Ottobre 2020
Covid, bollettino oggi 4 ottobre 2020: nuovi contagi (2.578) e morti (18) in calo. Campania da incubo, 412 casi

Covid, il bollettino dei contagi da coronavirus di oggi, domenica 4 ottobre 2020 in Italia. Sono 2.578 i nuovi casi di coronavirus in Italia, in calo rispetto ai 2.844 di ieri. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 18 morti, che portano il totale a 35.986 da inizio dell'emergenza. Le persone guarite dal coronavirus sono 231.914 guariti (+697 da ieri) e gli attualmente positivi sono 57.429 (+1.863). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 303 (+6 nelle ultime 24 ore). È quanto emerge dai dati del ministero della Salute, consultabili sul sito della Protezione civile. Allarme in CampaniaÈ ancora record di positivi in Campania per il quarto giorno consecutivo: oggi sono 412 i nuovi casi su 7.250 tamponi effettuati. Il totale dei positivi, secondo il bollettino, è di 14.337 con un totale di tamponi di 627.523. Non si registrano nuovi decessi. I guariti del giorno sono 54 e portano il totale a 6472.

Covid, Cts: «Serve nuova stretta su cerimonie e movida, presenze contingentate»

Covid, meno tamponi. Sono in lieve calo rispetto a ieri i casi di contagio per Covid 19 in Italia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2.578 nuovi casi (ieri erano stati 2.844). Ma è minore anche il numero di tamponi effettuati: 92.714, circa 26mila in meno rispetto a ieri. Il totale dei contagiati dall'inizio dell'emergenza sale a 325.329. In calo il numero delle vittime: 18 in un giorno, per un totale di 35.986 (ieri erano state 27). Il maggior numero di nuovi casi, che si rileva in tutte le regioni, si registra ancora in Campania (+412), seguita da Lombardia (+314) e Veneto (+261).

Covid, l'immunologo Le Foche a Domenica In: «Serve tranquillità, positivi in aumento ma pochi in rianimazione»

Speranza: si lavora per evitare nuovo lockdown. «Chi è al governo deve lavorare giorno e notte per evitare un nuovo lockdown»: lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nella trasmissione 'Mezz'ora in più' di Rai 3. «Un lockdown genralizzato come quello di marzo produrrebbe un costo sociale, economico e culturale per il Paese che non dobbiamo permetterci, dobbiamo lavorare per evitarlo». Il ministro ha osservato inoltre che «quanto avverrà nelle prossime settimane dipenderà dai comportamenti di ciacuno di noi: è una partita tutta da giocare».

Covid, i dati nelle regioni

Questi i dati del contagio da coronavirus in alcune delle principali regioni italiane

Juventus-Napoli, la Lega Calcio ribadisce: «Per noi si deve giocare stasera»
 

I dati in Lombardia

Con 14.795 tamponi effettuati, è di 314 il numero di tamponi positivi registrati in Lombardia, con una percentuale dunque salita al 2,1%. Scende a 39 il numero di ricoverati in terapia intensiva (tre meno di ieri) mentre arriva a 296 quello dei pazienti negli altri reparti (+3). Sono due i decessi, che portano il totale complessivo a 16.971. Per quanto riguarda le province, si sono verificati 160 casi a Milano (di cui 86 in città), 50 a Monza, 28 a Brescia, 22 a Pavia., 16 a Varese, 9 a Bergamo, 6 a Cremona, 4 a Lecco, 3 a Como e due a Lodi, Mantova e Sondrio.

Kluivert in partenza per la Germania: destinazione Lipsia
 

I dati in Piemonte

Con il risultato di altri 5004 tamponi, oggi sono 173 i nuovi contagi da Coronavirus comunicati dall'Unità di crisi della Regione Piemonte. Ieri l'incremento era stato di 279, a fronte dell'esito di 6570 tamponi. Il bollettino quotidiano riporta anche un decesso, un ricoverato in più (in totale ora 13) nei reparti di terapia intensiva, +2 negli altri reparti (216). I nuovi guariti sono 86, le persone in isolamento domiciliare 3141. Il totale dei tamponi diagnostici effettuati dall'inizio della pandemia sale a 744.159, di cui 410.291 risultati negativi.

Trump potrebbe essere dimesso domani. Medici: «Ha avuto carenze di ossigeno, ma migliora»
 

I dati in Liguria

Ci sono 121 nuovi positivi in Liguria rispetto a ieri. Lo comunica la Regione Liguria spiegando che sono stati eseguiti 2.485 tamponi. Si registra anche un decesso, di un uomo di 77 anni ricoverato all'Ospedale San Martino di Genova. Negli ospedali ci sono due ricovertati in più di ieri. Nel complesso ci sono 23 persone in terapia intensiva e 190 ricoverati nei reparti di media intensità.
 

Covid, altri 37 positivi: quasi la metà in provincia di Pescara

Non si arresta l'onda lunga dei contagi e la più colpita è sempre la provincia di . Oggi altri 37 positivi al coronavirus in . Quattro casi sono stati registrati in provincia dell'Aquila, altri otto a Chieti, ben 17 casi a Pescara, 7 nella provincia di e 4 con residenze in accertamento.


Domenica In, Alessandro Gassman: l'appoggio a Greta Thunberg e il suo appello per l’ambiente

I contagi in Emilia Romagna

Balzo dei contagi di coronavirus in Emilia-Romagna: in regione nelle ultime 24 ore si registrano 179 nuovi positivi su oltre 7mila tamponi e poco più di duemila test sierologici. Dei casi 96 sono asintomatici, rilevati da screening regionali e attività di contact tracing. Stabili i ricoveri in terapia intensiva, mentre si registra una nuova vittima, una donna in provincia di Modena. Ô quanto emerge dal bollettino odierno della Regione. L'età media dei nuovi casi è di 43 anni mentre sul territorio il maggior numero dei casi si registra nelle province di Rimini (37), Piacenza (35), Bologna (32), Reggio Emilia (17), Modena (11) e a Forlì (20). Complessivamente, i casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.954 (+164 rispetto a ieri). Invariato rispetto a ieri il numero dei pazienti in terapia intensiva (11), quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 212 (+12).
 

I contagi in Veneto

Continua a crescere su ritmi preoccupanti il numero dei contagi da Coronavirus in Veneto. Oggi sono 261 i nuovi infetti, per un dato complessivo di 28.624 dall'inizio dell'epidemia. C'è anche un vittima, che porta il numero totale delle vittime a 2.194. Lo afferma il bollettino della Regione. I soggetti in isolamento domiciliare sono 9.509, dei quali 2.693 positivi. Crescono i ricoverati nei reparti non critici, 250 (+8), mentre sono 29 (+1) i pazienti nelle terapie intensive.

Coronavirus, la situazione in Umbria: in un giorno casi aumentati del 71%

I contagi in Puglia

Balzo in avanti notevole di casi positivi al Covid 19 oggi in Puglia. Si passa dai 111 di ieri ai 151 di oggi su un numero di test minore e cioè 3486 rispetto ai 3918 della giornata trascorsa.  Per fortuna non si registrano decessi. Il numero complessivo di morti rimane fermo a 598. È quanto si legge nel bollettino epidemiologico quotidiano sul coronavirus stilato dalla Regione sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Dei 151 casi positivi, 97 sono in provincia di Bari, 21 in provincia Bat, 4 in provincia di Brindisi, 16 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto, 2 di residenza non nota. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 424.869 test. Sono 4.739 i pazienti guariti (+ 15 rispetto a ieri) e 2.897 i casi attualmente positivi (+136), dei quali 244 ricoverati in ospedale (+6) e 2653 a domicilio (+130). Degli attuali positivi, lo 0,4% si trova in rianimazione e l'8,0% negli altri reparti ospedalieri.
 
Coronavirus, bambini contagiati: a Sabaudia chiuse due scuole e due asili nido

I contagi nelle Marche

Nelle Marche altri 59 positivi rilevati nelle ultime 24ore dopo i 59 riscontrati ieri e i 42 del giorno precedente. Lo fa sapere il Servizio Sanità della Regione Marche. Nell'ultima giornata testati 1.862 tamponi (1.122 nel percorso nuove diagnosi e 740 nel percorso guariti). Nel sud delle Marche il maggior numero di contagi: 18 in provincia di Ascoli Piceno, 19 in provincia di Macerata, 14 in provincia di Fermo; poi otto in provincia di Pesaro Urbino. Questi casi comprendono cinque soggetti sintomatici, 14 contatti in ambito domestico, sette contatti stretti di casi positivi, due rientri dall'estero (Romania), 13 casi riscontrati dallo screening realizzato in ambito scolastico/formativo, dieci casi registrati in ambiente di vita/divertimento, un caso rilevato dallo screening effettuato in contesto comunitario/assistenziale, un rientro da altra regione e sei casi in fase di verifica.

Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre, 07:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA