CORONAVIRUS

Coronavirus Lombardia, Fontana: «Giornata bellissima, i numeri stanno migliorando. Restiamo a casa»

Giovedì 9 Aprile 2020
Coronavirus Lombardia, Fontana: «Giornata bellissima, i numeri stanno migliorando»

«È una giornata bellissima, meteorologicamente, ma è bellissima perché i numeri anche oggi stanno migliorando». Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana in attesa sulla pista dell'aeroporto militare di Linate dei 70 medici «che saranno destinati - ha detto - agli ospedali di Brescia». I medici sono accompagnati dal ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia e dal capo della protezione civile Angelo Borrelli.

Coronavirus Lombardia, diminuiscono i ricoverati. Fontana: «Abbiamo test sierologico affidabile»

Coronavirus Lombardia, 1.337 nuovi casi e 249 morti: calano anche i ricoveri. Gallera: «Milano preoccupa»

La Protezione Civile Lombardia ha concluso, ha aggiunto Fontana, la consegna delle 3,5 milioni di mascherine gratuite contro il coronavirus, attraverso le Province, le farmacie e le edicole e sono in consegna in queste ore, sempre tramite la Protezione Civile Lombardia colombe e uova pasquali in dono per le nostre equipe negli ospedali e per i volontari.

«Stiamo faticosamente avvicinandoci ad una meta, una meta che può sfuggirci di mano appena si compiono dei comportamenti inappropriati. C'è il rischio che tutta la fatica che abbiamo fatto fino ad oggi sia vanificata e non possiamo permettercelo. Certamente se interrompiamo questi comportamenti virtuosi, ritorniamo indietro». E l'appello lanciato ai cittadini dal governatore lombardo Attilio Fontana, in vista soprattutto del week end di Pasqua. «Si prospettano giornate bellissime, verrà voglia di uscire ma non si può fare», ha detto Fontana.

«Le Rsa hanno tutte una gestione autonoma. Al Pio Albergo Trivulzio esiste un consiglio d'amministrazione, un direttore generale, tutte persone che abbiamo nominato il sindaco Sala ed io e che hanno autonomia di gestione». Lo ha spiegato il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento con 7 Gold. «Noi come Ats controlliamo che si rispettino le condizioni igienico-sanitarie e di qualità dell'erogazione dei servizi che noi imponiamo. Su questo le nostre Ats ci hanno sempre rassicurato di avere fatto tutti i controlli del caso» ha detto Fontana, che nei giorni scorsi ha disposto una commissione di verifica sulla mortalità nella storica casa di riposo milanese. «Abbiamo disposto un'indagine per cercare di capire se c'è stato qualcosa di anomalo, se qualcuno ha sbagliato, se le relazioni che ci sono state inviate avessero omissioni o meno. Io non credo, ma la massima trasparenza premia chi la applica», ha concluso il governatore.

«La situazione è delicata per le imprese e per le persone che stanno attendendo che venga liquidata la cassa integrazione. Non si può più tergiversare, si deve superare qualunque tipo di ostacolo burocratico», ha proseguito Fontana, spiegando che «come Regione Lombardia abbiamo già raggiunto, e stiamo aspettando che sia convalidato e confermato dal cda dell'Abi, l'accordo per cui saremo noi a garantire il pagamento immediato della cassa integrazione, senza attendere che sia erogato dall'Inps. Noi garantiremo la banca autorizzandola a pagare, se poi non dovesse versare noi ci sostituiremmo all'Inps», ha detto Fontana. «Queste - ha aggiunto - sono delle prime manovre che stiamo pensando di assumere io credo che ci sia necessità di urgenza nelle decisioni e nell'erogazione del denaro».
 

Ultimo aggiornamento: 15:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani