Coronavirus e condizionatori, tre mosse per pulirli da batteri e funghi: la guida

Coronavirus e condizionatori, tre mosse per pulirli da batteri e funghi: la guida
3 Minuti di Lettura

Come pulire il condizionatore da batteri e muffe. Le parole chiavi sono manutenzione e igienizzazione, visto che la stagione calda si avvicina e lo scenario della quarantena potrebbe essere confermato. Come metterle in pratica? Il perfetto vademecum prevede tre mosse: sollevare lo sportello della griglia di emissione dell'aria dove si trova il filtro; eliminare gli accumuli più importanti di polvere con l'aiuto di un pennellino e poi passare la superficie con un panno in microfibra inumidito d'acqua e sapone; quando il filtro è pulito passare nuovamente un panno inumidito solo con acqua e aspettare che si asciughi prima di rimontarlo sul condizionatore.

LEGGI ANCHE Aria condizionata nel mirino: secondo uno studio cinese favorisce il contagio

Un impianto perfettamente funzionante è indispensabile per proteggerci da funghi, muffe e batteri, che possono causare mal di testa, allergie e problemi respiratori. D'altronde, è  stato attestato dall'associazione italiana del settore climatizzazione (Aicarr) che non c'è alcuna evidenza di una possibile trasmissione per via aerea della Covid 19 e quindi gli impianti di condizionamento domestici non possono diffonderlo. Con la bella stagione e il caldo alle porte, soprattutto in questo periodo di quarantena forzata, la pulizia di climatizzatori e condizionatori per garantire un'aria più sana diventa fondamentale.

Farlo da soli è possibile e bastano tre semplici mosse. Il vademecum a prova di batteri, muffe e per ridurre gli sprechi arriva da Desivero, piattaforma di servizi e prodotti nell'ambito della termoidraulica e dell'arredo bagno. Gli interventi per la manutenzione e l'igienizzazione prevedono tre passaggi: sollevare lo sportello della griglia di emissione dell'aria dove si trova il filtro; eliminare gli accumuli più importanti di polvere con l'aiuto di un pennellino e poi passare la superficie con un panno in microfibra inumidito d'acqua e sapone; quando il filtro è pulito passare nuovamente un panno inumidito solo con acqua e aspettare che si asciughi prima di rimontarlo sul condizionatore.

LEGGI ANCHE Coronavirus, l'infettivologo Bassetti: «In spiaggia basta la distanza e in mare non ci si infetta»

Inoltre secondo l'Oms l'inquinamento indoor è fino a cinque volte superiore a quello outdoor. Così oltre ad aerare gli ambienti, evitare l'accumulo di polvere o non fumare, si ricorda che per purificare gli ambienti un ruolo importante possono giocarlo climatizzatori e condizionatori con filtri purificanti, se correttamente manutenuti.

Venerdì 24 Aprile 2020, 15:48 - Ultimo aggiornamento: 15:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA