BOLLETTINO

Coronavirus, bollettino: 552 nuovi casi e tre morti. Crescono i nuovi positivi in tutte le regioni

Venerdì 7 Agosto 2020
1
Coronavirus, bollettino: 552 nuovi casi. Ancora un nuovo balzo dei contagi

Coronavirus, bollettino di oggi venerdì 7 agosto 2020. I nuovi contagi da Covid 19 sono 552, mentre tre sono le vittime nelle ultime 24 ore. Il balzo in avanti dei casi è pari a 150 nuovi contagiati. Continuano, dunque, a salire i contagi, saliti ora in totale a 249.756. In calo, invece, il numero delle vittime: 3 in un giorno a fronte alle 6 registrate giovedì. Complessivamente, le vittime dall'inizio dell'epidemia sono 35.190.
 

Crescono i nuovi positivi in tutte le regioni


Risale, dunque, il numero degli attualmente positivi per coronavirus: secondo i dati del ministero della Salute, gli attuali malati sono 12.924, rispetto a ieri 230 in più. Nonostante l'aumento dei contagiati, resta stabile - cifre invariate - il numero delle terapie intensive con 42 pazienti. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.103, rispetto a giovedì 213 in più, mentre i pazienti ricoverati negli altri reparti degli ospedali sono 17 in più: dai 762 di ieri ai 779 di oggi.

In tutte le regioni si sono registrati nuovi casi. I più alti numeri di nuovi contagi nelle ultime 24 ore si sono verificati in Veneto (183), Lombardia (69), Emilia Romagna (54), Abruzzo (39) e Piemonte (37). Le persone, tra dimessi e guariti, sono 201.642. I tamponi effettuati nell'ultimo giorno sono 59.196, oltre cinquecento più di ieri.

Ieri il bollettino pubblicato dal ministero della Salute evidenziava un altro notevole balzo in avanti dei nuovi contagiati (402), più che raddoppiati rispetto ai 190 di martedì. L'età media dei casi diagnosticati nell'ultima settimana, secondo il report del ministero della Salute «è ormai intorno ai 40 anni» e «questo comporta un rischio più basso nel breve periodo di un possibile sovraccarico dei servizi sanitari». Il nuovo balzo in avanti dei contagi ieri ha fatto sì che l'indice Rt in dodici regioni sia salito oltre 1.

Coronavirus, Lopalco: «Focolai causati da chi va in giro o al lavoro con la febbre»

Coronavirus, Galli: «Vaccino su larga scala temo disponibile non prima della fine 2021»

 

60 mila tamponi nelle ultime 24 ore


Sono 59.196 i tamponi fatti nelle ultime 24 ore in Italia, il totale da inizio emergenza sale a 7.158.909. I dati sono stati diffusi dal Ministero della Salute e sono consultabili sul sito della Protezione Civile.

Scarica il bollettino Covid del ministero della Salute del 7 agosto 2020


 

I dati


Lombardia: 69 nuovi casi, nessuna vittima


Sono 69 i nuovi positivi al coronavirus registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore, a fronte di 8.128 tamponi effettuati. Lo fa sapere la Regione nel quotidiano bollettino sull'andamento della pandemia, precisando che un nuovo caso è stato scoperto a seguito di test sierologico e 5 tamponi sono risultati «debolmente positivi».

Nelle ultime 24 ore in Lombardia nessuna persona è morta per il Covid-19. Il numero delle vittime della pandemia quindi resta stabile a 16.829. Diminuiscono le persone ricoverate in terapia intensiva, che raggiungono quota 9, due meno di ieri. I pazienti ricoverati nei reparti ordinari sono invece 170, due più di ieri. I guariti/dimessi sono oggi 152, per un totale di 72.795 guariti e 1.437 dimessi.​

 


Nuovi casi a Milano città, Brescia e Bergamo

Cala il numero di nuovi casi registrati in provincia di Mantova, dove martedì è stato scoperto un focolaio di coronavirus. I nuovi contagi sono oggi 9, ma il numero - precisa Regione Lombardia nel quotidiano bollettino sull'andamento della pandemia - comprende la terza parte (comunicata oggi dai laboratori a Regione) dei soggetti riferibili al focolaio di martedì. La provincia più interessata dall'incremento di casi è Milano, con 14 nuovi contagi, di cui 10 a Milano città. Seguono Brescia a +11 e Bergamo a +9. A Monza e Brianza i nuovi casi sono 7, +5 a Como, +4 a Pavia, +3 a Varese, +2 a Lecco, Lodi e Sondrio, mentre non si registrano nuovi casi a Cremona.
 

Lazio: 20 casi, nessuna nuova vittima


«Oggi registriamo 20 casi e zero decessi. Di questi sette sono casi di importazione: quattro casi da Ecuador, due casi da Croazia, un caso da Albania», spiega l'assessore della Regione, Alessio D'Amato. «Sono iniziate questa mattina le operazioni per effettuare i test alle barriere autostradali ai viaggiatori che provengono dall’Est Europa. Eseguiti già 63 test alla barriera di Roma Nord, tutti con esito negativo. Abbiamo dimostrato che è possibile eseguire i test alle barriere autostradali e in aeroporto. Auspico che questo modello venga esportato a livello nazionale ai confini e negli aeroporti principali. Sono arrivate all’Istituto Spallanzani le prime dosi del vaccino made in Italy e dal 24 agosto siamo pronti alla sperimentazione sull’uomo. Lo Spallanzani sta completando la ricerca dei volontari per la sperimentazione. Per quanto riguarda i test sierologici ai docenti è partita nella Asl Roma 5 la sperimentazione a Palestrina dove sono stati effettuati i primi 50 prelievi a docenti e personale scolastico». 

Dal 20 agosto al via i test nelle scuole

E ancora: Dal 20 agosto partiranno i test in tutti gli istituti del territorio della Asl Roma 5 per circa 10 mila persone e circa 300 plessi scolastici. I casi positivi alla sieroprevalenza saranno immediatamente isolati e sottoposti al tampone. Nella Asl Roma 1 sono sei i casi nelle ultime 24h e si tratta di un uomo individuato in fase di pre-ospedalizzazione al Santo Spirito e quattro casi riferiti a un cluster familiare di nazionalità dell’Ecuador, è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 2 sono 3 i casi nelle ultime 24h e di questi un uomo di rientro dalla Croazia, avviata l’indagine epidemiologica, e un caso con un link ad un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 3 sono tre i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi di un uomo e una donna già posti in isolamento domiciliare e un caso di una ragazza di 17 anni per la quale è in corso l’indagine epidemiologica. 

Nella Asl Roma 4 sono due i casi nelle ultime 24h e si tratta di due uomini di Cerveteri il primo individuato in fase di pre-ospedalizzazione e il secondo con un link ad un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 5 un caso nelle ultime 24h e si tratta di un ragazzo di rientro dal Molise per il quale è stata avviata l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 6 sono due i casi nelle ultime 24h e si tratta di un ragazzo di 11 anni per il quale è in corso l’indagine epidemiologica e un caso di una bambina di 1 anno ora trasferita al Bambino Gesù di Palidoro. Infine per quanto riguarda le province si registrano tre casi e zero decessi nelle ultime 24h e due casi riguardano la Asl di Latina. Si tratta di un uomo di Aprilia di rientro dall’Albania, avviato il contact tracing internazionale e una donna di rientro dalla Croazia anche per lei avviato il contact tracing internazionale. Il terzo caso riguarda la Asl di Viterbo e si tratta di una donna individuata in fase di accesso al pronto soccorso, avviata l’indagine epidemiologica.

 

 

Veneto: balzo dei contagi


Forte aumento in Veneto di nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore, con 183 positivi in più, che portano il totale dall'inizio della pandemia a 20.535. Schizzano i soggetti posti in isolamento, che sono 5.212, ben 1.141 in più rispetto a ieri, anche se tra questi ultimi diminuiscono i positivi (68, -36). Il bollettino regionale registra un nuovo decesso (totale 2.078), mentre la situazione clinica resta stabile, con 9 ricoverati nelle terapie intensive, di cui 6 positivi, e 111 (-10) nei reparti non critici, con 31 positivi (-5).
 

Abruzzo: oltre 50 nuovi casi


Trentanove casi contenuti nel bollettino ufficiale della Regione, a cui se ne aggiungono una quindicina accertati nelle ultime ore e non ancora inseriti: oltre 50 nuovi casi di coronavirus in Abruzzo in un solo giorno. È il dato più alto degli ultimi tre mesi, per vedere numeri tanto elevati bisogna tornare indietro alla seconda metà di aprile. Considerando i soli dati contenuti nel bollettino, dal 31 luglio ad oggi si registra un incremento di 92 nuovi casi. Il totale ufficiale è di 3.474 pazienti. Dei 39 casi comunicati dalla Regione, 34 riguardano migranti ospiti in tre strutture e cinque sono relativi al territorio: un paziente a Lanciano (Chieti), tre a Pescara e uno a Teramo. Gli attualmente positivi sono 37 in più, per un totale di 190: 22 pazienti (+2 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 167 (+35 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 2.812 (+2). Non si registrano decessi recenti: il bilancio delle vittime è fermo a 472. Dall'inizio dell'emergenza sono stati eseguiti complessivamente 134.268 test. Del totale dei casi positivi, 270 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+2), 859 in provincia di Chieti (+1), 1638 in provincia di Pescara (+3), 643 in provincia di Teramo (+1), 27 fuori regione e 37 per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza (+32).
 

Basilicata: 21 positivi, tutti stranieri. Focolai nei centri migranti


Sono 21 i casi positivi al coronavirus su 309 tamponi eseguiti ieri in Basilicata e sono tutti in isolamento domiciliare e asintomatici. Venti riguardano il focolaio del centro di accoglienza all'Hotel Old West a Ferrandina, in provincia di Matera, mentre un altro riguarda una badante moldava residente in provincia di Matera. Questo è l'aggiornamento del bollettino della task force regionale in cui questi 21 casi non vengono conteggiati. Il bollettino, infatti, conteggia solo i casi dei residenti con tampone registrato in Basilicata: i casi attuali sono 3 mentre sono 28 le persone decedute e 373 le persone guarite. A questi si aggiungono 51 migranti ospitati nelle strutture di Potenza, Irsina e Ferrandina e qui in isolamento; due badanti moldave, rientrate all'inizio di luglio dal loro Paese e da un mese ricoverate all'ospedale San Carlo di Potenza nel reparto di malattie infettive; altri sei stranieri domiciliati in Basilicata e in isolamento domiciliare. Nel bollettino, infine, non viene conteggiato un altro lucano, in quarantena obbligatoria in Basilicata, risultato positivo in Emilia Romagna. Dalla comparazione dei dati degli ultimi due bollettini, risulta che l'altro ieri i migranti positivi e in isolamento erano 31 (i bengalesi ospitati a Potenza e Irsina) mentre con i tamponi eseguiti ieri questo numero è salito a 51, con gli ultimi venti. Da ciò si evince che i positivi sono tutti ancora nei centri. A Ferrandina, infatti, dei cento migranti arrivati sabato sera 24 sono fuggiti e di questi dieci erano stati sottoposti al tampone rino-faringeo.
 

Puglia: nessun decesso per il quarto giorno consecutivo


Sono 11 i nuovi casi positivi al Covid-19 oggi in Puglia su 1908 test come si riferisce nel bollettino epidemiologico quotidiano reso noto dalla Regione, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Ieri i contagi da coronavirus erano stati 7 su 2259 tamponi. Gli undici casi di oggi si sono registrati 5 in provincia di Bari, 3 in provincia di Foggia e 3 in provincia di Lecce. Non sono stati registrati decessi ed è il quarto giorno consecutivo che ciò si verifica. Sono 553 i morti in totale in Puglia. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 253.378 test. Sono 3973 i pazienti guariti (-1 rispetto a ieri) e 170 i casi attualmente positivi (+12) dei quali 26 ricoverati (+2) e nessuno in terapia intensiva. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 4.696, così suddivisi: 1.524 nella provincia di Bari; 382 nella provincia di Bat; 675 nella provincia di Brindisi;  1.222 nella provincia di Foggia; 580 nella provincia di Lecce; 282 nella provincia di Taranto; 31 attribuiti a residenti fuori regione.I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

La Sicilia trema, indice Rt più alto d'Italia. Musumeci: «Pronto a chiudere di nuovo tutto»
 

Sicilia, 27 nuovi contagi, di cui 14 migranti


Sono 27 i nuovi contagi oggi in Sicilia, tre in meno di ieri. Tra questi 27 ci sono 14 migranti. Sono 13 a Ragusa e 1 a Caltanissetta. Poi, si registrano 3 positivi a Ragusa, sei a Catania, tre a Messina e uno a Palermo.

Calabria, 7 nuovi casi

Sette nuove positività al coronavirussono state riscontrate in Calabria dove, nelle ultime 24 ore, sono stati fatti 1.041 tamponi. I casi positivi attuali sono 97, mentre quelli totali dall'inizio della pandemia sono 1.283 a fronte di 124.400 tamponi eseguiti sino ad oggi. Tra i nuovi positivi ci sono tre persone provenienti da fuori regione e uno si si riferisce a un rientro. I guariti sono 1.089 e le vittime 97. % i ricoverati in malattie infettive e 40 in isolamento domiciliare. Lo riferisce il bollettino della Regione. territorialmente i casi complessivi sono a: Catanzaro 2 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 184 guariti; 33 deceduti. Cosenza 1 in reparto; 21 in isolamento domiciliare; 437 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria 2 in reparto; 11 in isolamento domiciliare; 268 guariti; 19 deceduti. Crotone 3 in isolamento domiciliare; 113 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia 4 in isolamento domiciliare; 82 guariti; 5 deceduti. Da altra Regione o Stato Estero 57. Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 20.012.

Calabria, 54 nuovi positivi e una vittima

Salgono a 30.008 i casi di positività al coronavirus in Emilia-Romagna: 54 in più rispetto a ieri, di cui 32 persone asintomatiche individuate nell'ambito delle attività di tracciamento e screening regionali. I numeri più elevati si registrano a Modena, con 15 nuovi casi e a Reggio Emilia con 9. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono 9.511 - 714.133.in totale - cui si aggiungono 1.518 test sierologici. Il numero dei guariti si attesta a 24.041, 30 in più di ieri mentre i casi attivi sono 1.675, 23 in più di ieri. Nel Bolognese si è registrato un nuovo decesso che porta il computo totale a 4.292 vittime. Le persone in isolamento a casa, complessivamente 1.592 (+22 rispetto a ieri) e restano 4 i pazienti in terapia intensiva mentre salgono a 79 quelli ricoverati negli altri reparti Covid, uno in più rispetto a ieri. Guardando ai singoli territori, i casi di positività risultano 4.661 a Piacenza (+6, nessun sintomatico), 3.801 a Parma (+6, di cui 1 sintomatico), 5.143 a Reggio Emilia (+9, di cui 7 sintomatici), 4.178 a Modena (+15, di cui 7 sintomatici), 5.339 a Bologna (+7, di cui 5 sintomatici); 436 a Imola (+3, nessun sintomatico), 1.099 a Ferrara (+1, non sintomatico); 1.172 a Ravenna (+3, di cui 1 sintomatico), 995 a Forlì (invariato), 844 a Cesena (+1, non sintomatico) e 2.340 a Rimini (+3, di cui 1 sintomatico).

Piemonte, un'altra vittima

Il decesso di una persona positiva al test del Covid-19 è stato registrato oggi in Piemonte. Questo il dato comunicato nel pomeriggio dall'Unità di Crisi della Regione. Il totale, in Piemonte, è ora di 4136 deceduti risultati positivi al virus: 680 ad Alessandria, 256 Asti, 208 Biella, 398 Cuneo, 373 Novara, 1827 Torino, 222 Vercelli, 132 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 40 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

 

 
 

 

Ultimo aggiornamento: 8 Agosto, 08:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA