Vaia (direttore Spallanzani): «Basta bollettino quotidiano dei positivi, deprime e disorienta»

L'appello: "Vacciniamo ancora, avanti così altro che catastrofe"

Vaia (direttore Spallanzani): «Basta bollettino quotidiano dei positivi, deprime e disorienta»
2 Minuti di Lettura
Martedì 23 Novembre 2021, 10:48 - Ultimo aggiornamento: 11:59

Qualcuno prova a dirlo. E non è una persona qualsiasi. «Stop bollettino quotidiano dei positivi» al Covid-19. «Così com'è ora il bollettino serve solo a disorientare ancora di più, a deprimere, a fuorviarci dalla centralità del problema». Lo chiede il direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, in un post su Facebook.

«Quello che occorre oggi osservare attentamente sono i tassi di ospedalizzazione, soprattutto per le terapie intensive. Siamo ben lontani dall'inverno scorso ma ancora non fuori», sottolinea Vaia, rimarcando le «tre azioni» necessarie per dare scacco al virus: «Vaccinare, a partire dai fragili e anziani, tutti coloro che hanno almeno 5 mesi di distanza dalla seconda dose; ampliare obbligo vaccinale per chi ha contatti con il pubblico; velocizzare sulle terapie, in primis domiciliari. Avanti così che siamo sulla strada giusta. Altro che catastrofe».

Bollettino Covid di ieri lunedì 22 novembre: 6.404 casi e 70 morti. Tasso positività a 2,3%, terapie intensive in aumento (+29)

Green pass, Zaia: «Controlli alle frontiere e chiusure solo per non vaccinati»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA