Bollettino Covid, oggi 30 ottobre 2021: 4.878 contagi e 37 morti. Tasso positività all'1%

Bollettino Covid, oggi 30 ottobre 2021: 4.878 contagi e 37 morti. Tasso positività all'1%
10 Minuti di Lettura
Sabato 30 Ottobre 2021, 16:34 - Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre, 17:17

Bollettino Covid in Italia di oggi sabato 30 ottobre 2021: sono 4.878 i contagi registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. In calo rispetto a ieri, quando erano stati 5.335. Sono invece 37 i morti in un giorno, 4 in più rispetto a ieri (33).

Sono 346 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 3 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 20 (ieri 18). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.707 ovvero 49 in più di ieri.

Gli attualmente positivi al Covid in Italia sono 80.381, secondo i dati del ministero della Salute, 1.737 in più nelle ultime 24 ore (considerato il saldo tra nuovi casi e guariti). Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 4.767.440, i morti 132.074, i dimessi e i guariti sono invece 4.554.985, con un incremento di 3.103 rispetto a ieri.

Tasso di positività all'1%

Sono 477.352 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 474.778. Il tasso di positività è all'1,02% in lievissimo calo rispetto all'1,1% di ieri.

Pregliasco: «C'è colpo di coda del Covid, possibili micro zone rosse»

«Stiamo assistendo a un colpo di coda del virus, con piccoli incrementi, non pesantissimi, dei casi, ma credo che l'approccio italiano prudente, fatto di misure di precauzione e vaccinazioni, sembra stia pagando». Lo scenario futuro che dobbiamo aspettarci? «Potrebbero esserci delle micro-zone rosse chirurgiche a seguito dell'aumento dei contagi di Covid-19, ma ipotesi di lockdown credo siano una extrema ratio remota». Così all'Adnkronos Salute, Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università di Milano, commenta gli ultimi dati epidemiologici che vedono alcuni parametri in aumento. Pregliasco però si dice «confidente che se non emergeranno nuove pericolose varianti e rimaniamo prudenti, con la responsabilità di tutti, si possa 'scavallarè il prossimo inverno che - sottolinea - spero sia l'ultima battaglia. Poi ci sarà una convivenza col virus. Ma gli scenari passati - osserva - non sono sicuramente riproponibili, grazie a una serie di fattori, primi fra tutti la campagna di vaccinazione e l'atteggiamento di prudenza fin qui adottato. Basti pensare - fa notare - che anche in Inghilterra dove i dati sono altissimi la proporzione dei morti è estremanente più bassa rispetto al passato: questo ci fa ben sperare che si riesca ad assistere le persone che si ammalano senza stressare il servizio sanitari nazionale». «Come dico sempre - ricorda il virologo - la pandemia viaggia con onde come quelle del sasso di uno stagno: le prime sono state le peggiori, ora con il clima freddo e il fatto che staremo molto più al chiuso, che le scuole sono riaperte e si è tornati al lavoro in presenza, ci sia un'onda di risalita ma queste ondulazioni sono gestibili, finora ce l'abbiamo fatta, continuiamo a mantenere alta l'attenzione», conclude.

Covid, Pregliasco: «Contagi cresceranno fino a Natale, ma è colpo di coda del virus»

Vaccino, Ema valuta nuovi dati sulle miocarditi. E sulla sindrome infiammatoria (Mis): «Prove insufficienti»

I dati delle Regioni

Lombardia

Con 98.875 tamponi effettuati è di 574 il numero di nuovi casi di Covid registrati in Lombardia. In lieve calo il numero di ricoverati in terapia intensiva (-2, 44) e in lieve aumento nei reparti (+5, 302). Sono 3 i decessi che portano il totale a 34.155 morti da inizio pandemia.

Per quanto riguarda le province, sono 199 i positivi segnalati a Milano, 36 a Bergamo, 54 a Brescia, 28 a Como, 30 a Cremona, 22 a Lecco, 4 a Lodi, 23 a Mantova, 37 a Monza, 37 a Pavia, 20 a Sondrio e 38 a Varese.

 

Piemonte

Sono 192 le persone ricoverate per Coronavirus in Piemonte, 19 dei quali in terapia intensiva, lo stesso numero di ieri, mentre nei reparti ordinari sono 173 (-4). Lo rende noto l'Unità di crisi regionale, che nel consueto bollettino giornaliero segnala anche 281 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 e un decesso, ma non relativo alle ultime 24 ore. Dei 281 nuovi casi, lo 0,5% dei 58.471 tamponi eseguiti, gli asintomatici sono 171 (60,9%). I guariti sono 159. Le persone in isolamento domiciliare sono 3.985. Gli attualmente positivi 4.177. Dall'inizio della pandemia, dunque, il Piemonte ha registrato 388.802 positivi, 11.812 decessi e 372.813 guariti.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 23.036 test e tamponi sono state riscontrate 249 nuove positività al Covid 19, pari all'1,08%. Nel dettaglio, su 5.476 tamponi molecolari sono stati rilevati 224 nuovi contagi con una percentuale di positività del 4,09%; su 17.560 test rapidi antigenici 25 casi (0,14%). Oggi si registrano tre decessi (uno a Udine, uno a Trieste e uno a Pordenone); sono 12 (-1) le persone ricoverate in terapia intensiva mentre ammontano a 63 (+2) i pazienti ospedalizzati in altri reparti. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente sono 3.856: 846 a Trieste, 2.030 a Udine, 683 a Pordenone e 297 a Gorizia. I totalmente guariti sono 111.057, i clinicamente guariti 41 e 1.906 le persone in isolamento. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 116.935 persone: 24.756 a Trieste, 53.238 a Udine, 23.280 a Pordenone, 14.031 a Gorizia e 1.630 da fuori regione. Tra i casi di oggi, per quanto riguarda il personale del Servizio sanitario regionale, sono state rilevate le seguenti positività: nell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina un infermiere, un tecnico di laboratorio e un operatore tecnico; nell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale due assistenti amministrativi, un collaboratore amministrativo, un infermiere, un dirigente medico e un operatore socio sanitario. Relativamente alle strutture residenziali per anziani, non sono stati registrati contagi tra gli ospiti, mentre sono state rilevate le positività di 2 operatori (a Udine e a Duino Aurisina).

Emilia-Romagna

Ricoveri in lieve aumento di pazienti Covid-19 e nuovi casi di infezione ancora sopra 400, altre cinque vittime per un totale da inizio pandemia di 13.592. È quanto emerge dal bollettino quotidiano della Regione Emilia-Romagna sul coronavirus. I nuovi contagi sono 409 su oltre 27.800 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Sul territorio in testa Bologna con 87 casi più altri 28 del circondario Imolese, poi Modena (71), Reggio Emilia (40), Cesena (36) e Rimini (31). Purtroppo, si registrano cinque decessi: uno in provincia di Piacenza (una donna di 96 anni); uno in provincia di Reggio Emilia (un uomo di 77 anni); due in provincia di Bologna (entrambi uomini, rispettivamente di 88 e 92 anni); e uno nella provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 90 anni). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 31 (-1 rispetto a ieri), 291 quelli negli altri reparti Covid (+9). I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 7.395 (-287), di cui il 95,6% in isolamento a casa.

Lazio

«Oggi nel Lazio su 11.994 tamponi molecolari e 21.666 tamponi antigenici per un totale di 33.660 tamponi, si registrano 538 nuovi casi positivi (-45), 8 i decessi (+2), 376 i ricoverati (+6), 49 le terapie intensive (+1) e +398 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,5%. I casi a Roma città sono a quota 235». Lo comunica in una nota l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, al termine della videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Nel dettaglio: alla Asl Roma 1 sono 83 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24h; Asl Roma 2: sono 104 i nuovi casi e 2 i decessi; Asl Roma 3: sono 48 i nuovi casi e 1 decesso; Asl Roma 4: sono 17 i nuovi casi e 0 i decessi; Asl Roma 5: sono 51 i nuovi casi e 1 decesso e nella Asl Roma sono 99 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24h.

Nelle province si registrano 136 nuovi casi, così distribuiti: alla Asl di Frosinone 40 i nuovi casi e 0 decessi; Asl di Latina: sono 39 i nuovi casi e 1 decesso: Asl di Rieti: sono 28 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24h e nella Asl di Viterbo 29 i nuovi casi e 0 i decessi.

Toscana

Altri 287 nuovi positivi (età media 41 anni) e altri 2 morti (età media 77 anni) per Covid in Toscana nelle 24 ore secondo l'aggiornamento della Regione. Le nuove vittime sono di Pisa e di Siena. Il totale dei morti va a 7.277 persone. Coi nuovi casi invece sale a 289.252 il totale dei positivi dall'inizio della pandemia (+0,1% sul totale del giorno precedente). I guariti crescono del +0,1% e raggiungono quota 276.406: sono stati 206, per tampone di controllo negativo, nelle 24 ore. Gli attualmente positivi sono oggi 5.569 (+1,4% su ieri). Tra loro i ricoverati sono 269 (+11 persone su ieri, pari al +4,3%) di cui 25 in terapia intensiva (-2 persone, pari al -7,4%). Altre 5.300 persone positive sono in isolamento a casa «poiché - afferma la Regione - presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi» (+68 su ieri pari al +1,3%). Ci sono infine 15.933 persone in quarantena domiciliare (+232 su ieri, +1,5%) anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Marche

Prosegue nelle Marche il rialzo dell'incidenza di positivi al coronavirus su 100mila abitanti: dai 44,09 di ieri arriva a 47,42 con i 128 casi rilevati nell'ultima giornata. Lo fa sapere il Servizio Sanità della Regione. Intanto si registrano altri quattro ricoveri in più (ora sono 69): in tre giorni sono aumentati di dieci unità. Nell'ultima giornata due decessi correlati al Covid-19: una 88enne di Fermo e di una 96enne di Castelbellino (Ancona), entrambe alle prese anche con precedenti patologie, e il totale regionale sale a 3.107. Per quanto riguarda i 128 nuovi contagi, 53 riguardano la provincia di Ancona; seguono quelle di Fermo (21), Macerata (16), Pesaro Urbino (15), Ascoli Piceno (13); dieci i casi da fuori regione. Tra i casi delle ultime 24ore ci sono 24 persone con sintomi; comprendono anche 30 contatti stretti di positivi, 42 contatti domestici, tre in ambiente di lavoro, tre in ambiente di scuola/formazione, uno di vita/socialità, due di assistenza, uno in setting sanitario. Eseguiti 3.051 tamponi tra cui 1.850 nel percorso diagnostico (6,9% di positivi) e 1.201 nel percorso guariti; si sommano a questi 1.113 test antigenici (30 positivi riscontrati). Negli ospedali c'è un paziente in più in terapia intensiva (19), tre in più in semintensiva (18) e il numero è invariato invece nei reparti non intensivi (32); quattro i dimessi. Ci sono poi 46 persone assistite in strutture territoriali, e due in osservazione nei pronto soccorso. Il totale dei positivi (isolati più ricoverati) è di 2.166 (+81), le quarantene per contatto con contagiati salgono a 3.719 (+161) e i guariti/dimessi a 110.841 (+45).

Abruzzo

Sono 83 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 2.667 tamponi molecolari: è risultato positivo il 3,11% dei campioni. Si registra un decesso recente: si tratta di una 91enne del Teramano. Il bilancio delle vittime sale a 2.560. A fronte di una riduzione dei ricoveri complessivi, continuano ad aumentare quelli in terapia intensiva. Scende, però, l'incidenza settimanale dei contagi, che torna sotto quota 50 e arriva a 48. I nuovi positivi hanno età compresa tra 2 e 93 anni. Gli attualmente positivi sono 1.833 /+54): 57 pazienti sono ricoverati in area medica (-7) e 11 in terapia intensiva (+1), mentre gli altri 1.765 sono in isolamento domiciliare (+60). I guariti sono 78.503 (+28). L'incremento più consistente si registra nel Teramano (29), seguito dal Chietino (22), dall'Aquilano (19) e dal Pescarese (13).

Campania

In Campania, nelle ultime 24 ore, sono risultati positivi al Covid 629 persone su 22.926 con una incidenza del 2,74% in leggero incremento rispetto al 2,37% di ieri. Il bollettino dell'Unità di crisi informa che una persona è deceduta.. I posti letto di terapia intensiva disponibili sono 656 e 20 quello occupati, dato stabile negli ultimi due giorni. I posti letto di degenza disponibili sono 3.160 e quelli occupati sono 248, in aumento rispetto ai 229 di ieri.

Puglia

Oggi in Puglia si registrano 201 nuovi casi di Coronavirus su 21.782 test giornalieri (incidenza 0,9%) e 2 decessi. I nuovi casi sono così distribuiti: 49 in provincia di Bari, 1 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 2 in quella di Brindisi, 50 nel Foggiano, 33 nel Leccese, 63 in provincia di Taranto. Per altri 3 casi la provincia è in via di definizione. Delle 2.938 persone attualmente positive 129 sono ricoverate in area non critica e 17 in terapia intensiva.

 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA