BOLLETTINO

Covid, bollettino Italia 27 novembre: oggi 28.352 contagi e 827 morti. Risale rapporto nuovi casi-tamponi

Venerdì 27 Novembre 2020
Covid, bollettino Italia 27 novembre: oggi 28.352 contagi e 827 morti. Terapie intensive giù (-64)

Covid Italia, il bollettino contagi e morti di oggi, 27 novembre 2020. Diminuiscono i nuovi casi di Covid-19 e, soprattutto, calano i ricoverati in terapia intensiva per il secondo giorno consecutivo e scende l'indice di trasmissibilità Rt a 1.08 - con valori medi tra 1 e 1,25 nella maggior parte delle Regioni - ma continua ad aumentare il numero dei decessi che passano dagli 822 di ieri agli 827 nelle ultime 24 ore. La situazione epidemiologica in Italia conferma iniziali segnali di miglioramento grazie alle misure restrittive prese, ma l'incidenza dei nuovi casi - pur in calo - resta ancora troppo alta, così come il carico sugli ospedali

Coronavirus, De Luca: «Campania zona rossa? Siamo nelle mani del Padreterno»

Dieci regioni ad alto rischio

Gli ultimi dati del monitoraggio settimanale dell'Istituto superiore di sanità e ministero della Salute, così come i numeri del bollettino quotidiano sull'epidemia, rappresentano un monito a non abbassare la guardia ed a non rilassare le misure in atto, perchè la situazione nel Paese resta grave e 10 regioni sono considerate a rischio alto di un'epidemia non controllata. Sono infatti 28.352 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore (contro i 29.003 di ieri), ma le vittime sono 827. Gli attualmente positivi scendono di 7.952 unità, mentre i guariti o dimessi sono 35.467. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono in totale 222.803 ed il rapporto tra nuovi casi e test si assesta al 12,7% (ieri era al 12,5%).

Scarica la tabella dei contagi

 

Covid, i dati delle Regioni

Questi i dati delle principali regioni italiane diffusi oggi.

Lombardia zona arancione, l'annuncio di Fontana su Twitter

I dati in Veneto

Il Veneto registra oggi 3.418  positivi nelle ultime 24 ore, e 60 decessi. Lo precisa il bollettino della Regione. Il numero complessivo dei positivi da inizio epidemia sale così a 137.474, quello delle vittime a 3.561. La pressione sugli ospedali cresce soprattutto per quanto riguarda i nuovi ricoveri nei reparti non critici, dove i malati Covid sono saliti oggi a 2.576 (+45), mentre scende lievemente per le terapie intensive, con 321 pazienti (-2). I soggetti attualmente positivi sono 76.888 (+ 1.736), mentre i dimessi in totale sono 6849.

Zaia: nuova ordinanza, sabato aperture grandi negozi

Video

 

 

 

 

Coronavirus, De Luca: invio ispettori una cialtronata

I dati in Emilia Romagna

È stabile l'incremento di casi di Coronavirus in Emilia-Romagna: sono 2.165 in più rispetto a ieri, su un totale di 21.304 tamponi. Calano invece i ricoverati, sia in terapia intensiva, 250 (-8), che negli altri reparti Covid: 2.673 (-6). Ma aumenta ancora il numero dei morti: 66, nella maggior parte sopra i 70 anni. Fra loro, però, anche due donne di 43 e 45 anni, morte a Reggio Emilia e Piacenza. Dei nuovi contagiati, 1.113 sono asintomatici, 304 erano già in isolamento e 504 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media è 46,8 anni e le province più colpite sono Modena (538) e Bologna (435). Scende in modo significativo il numero dei casi attivi, 70.289 (-1.182), di cui 67.366 (-1.168) in isolamento, il 95,8%. I guariti sono 3.281 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 41.116.

Coronavirus, la mappa del contagio in Abruzzo: all'Aquila 1.500 casi in 27 giorni

I dati in Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 864 nuovi contagi (l'11,86 per cento dei 7.284 tamponi eseguiti) e 35 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 27.963, di cui: 6.693 a Trieste, 12.111 a Udine, 5.309 a Pordenone e 3.513 a Gorizia, alle quali si aggiungono 337 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione risultano essere 14.594. Rimangono stabili a 55 i pazienti in cura in terapia intensiva e scendono a 594 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 776, con la seguente suddivisione territoriale: 297 a Trieste, 280 a Udine, 170 a Pordenone e 29 a Gorizia. I totalmente guariti sono 12.593, i clinicamente guariti 339 e le persone in isolamento 13.60 (ANSA).

 

I dati in Puglia

Oggi in Puglia sono stati registrati 1.737 casi positivi su 9.505 test per l'infezione da Covid-19. Sono 675 contagi in provincia di Bari, 345 in provincia di Foggia, 250 in provincia di Taranto, 206 nella provincia Bat, 137 in provincia di Lecce, 110 in provincia di Brindisi, 11 residenti fuori regione, 3 di residenza non nota. Sono stati inoltre registrati 48 decessi: 15 in provincia BAT, 10 in provincia di Foggia, 8 in provincia di Bari, 8 in provincia di Taranto, 3 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Lecce, 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 762.047 test e 12.919 sono i pazienti guariti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 50.738 e i casi attualmente positivi sono 36.417.

Toscana, Giani: «Serve ancora un po’ di pazienza per essere a Natale in zona gialla»

I dati in Basilicata

In Basilicata sono 243 (dei quali 214 residenti in regione) i nuovi positivi al coronavirus su 1.714 tamponi analizzati nelle ultime ore 24 ore: lo ha reso noto la task force lucana, specificando che sono stati registrati anche tre decessi (il totale delle vittime lucane è salito a 136) e 43 guarigioni (in totale, dopo un riallineamento dei dati della piattaforma Covid, sono diventate 1.469). Con questo aggiornamento, i lucani attualmente positivi sono 5.783. Scende da 178 a 176 il numero delle persone ricoverate, mentre sale da 22 a 23 quello delle terapie intensive. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati analizzati 148 mila tamponi, di cui 139.903 risultati negativi.

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 06:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA