Omicron, oggi in Italia 170.844 casi e 259 morti: tasso di positività al 13,9%. Lombardia sopra quota 50.000 contagi

Le situazioni più critiche sono: Valle d'Aosta (45%, con un balzo del +9%), Calabria (31%) e Liguria (30%)

Ricoveri in aumento in 17 regioni. In Toscana è record di contagi, nelle Marche terapie intensive al 21%
7 Minuti di Lettura
Martedì 4 Gennaio 2022, 10:54 - Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio, 00:19

Covid, il bollettino nazionale di oggi martedì 4 gennaio 2022. Sono 170.844 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 68.052). È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute. Le vittime sono invece 259, in forte aumento rispetto a ieri, quando erano state 140.

Sono 1.228.410 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 445.321. Il tasso di positività è al 13,9%, in leggero calo rispetto al 15,2% di ieri. Sono 1.392 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 41 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono . I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 12.912, ovvero 579 in più rispetto a ieri.

 

Il bollettino, i ricoveri e i dati delle Regioni

 

L'Agenas, Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, nel report del 3 gennaio ha evidenziato un aumento dei ricoveri di pazienti Covid nei reparti ospedalieri. Il tasso di occupazione di posti letto, a livello nazionale, sale al 19% e, in 24 ore, cresce in 17 regioni. Le situazioni più critiche, e ampiamente sopra la soglia del 15%, sono: Valle d'Aosta (45%, con un balzo del +9%), Calabria (31%) e Liguria (30%).

A crescere, sono anche: Abruzzo (al +15%), Campania (18%), Emilia Romagna (17%), Friuli (24%), Lazio (17%),Lombardia (21%), Pa di Bolzano (17%), Piemonte (23%), Puglia (11%), Sardegna (11%), Sicilia (24%), Toscana (15%), Umbria (24%), Veneto (20%). Secondo questi dati, Liguriaprovincia autonoma di Trento e Marche sono le regioni che rischiano il passaggio in fascia arancione. 

 

Terapie intensive al 15%

I posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti con Covid-19 salgono al 15% a livello nazionale e, nelle ultime 24 ore, crescono in 9 regioni: Friuli Venezia Giulia (al 17%), Lazio (17%), Marche (21%), Molise (5%), Provincia Autonoma di Bolzano (18%), Piemonte (18%), Puglia (7%), Sardegna (9%), Umbria (12%). Restano ferme, ma ampiamente oltre la soglia del 10%, in Abruzzo (al 12%), Calabria (15%), Emilia Romagna (15%), Provincia Autonoma di Trento (24%), Sicilia (13%), Toscana (15%), Veneto (19%). 

 

 

Lombardia

Con 238.990 tamponi eseguiti, è di 50.104 il numero di nuovi positivi registrati in Lombardia con una percentuale del 20.9%. Si tratta di un nuovo record di contagi.

Piemonte

Sono 20.453 i nuovi casi di contagi Covid comunicati oggi dall'Unità di crisi della Regione Piemonte. Il tasso di positivi schizza al 19,6%, sui 104.228 tamponi diagnostici processati, di cui 88.753 antigenici. La quota di asintomatici è pari al 72%, I decessi registrati sono 21, di cui 2 relativi a oggi. La curva dei ricoverati è in linea con la tendenza dei giorni scorsi: +5 in terapia intensiva (in totale 117), + 57 negli altri reparti (1.411). Il più alto di sempre anche il numero dei guariti in un giorno, 5.033. Dall'inizio della pandemia in Piemonte sono stati accertati 533.902 casi positivi, 12.093 morti e 422.949 guariti.

Veneto

Sono 16.602, nuovo record della regione, i nuovi contagi Covid registrati nelle ultime 24 ore in Veneto e 28 i decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il rialzo dei casi si deve anche all'aumento dell'attività di tracciamento, con oltre 153.227 tamponi fatti ieri. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale a 686.879, quello delle vittime a 12.445. Le persone attualmente positive sono 124.359. Pesante ormai la situazione ospedaliera: i malati Covid ricoverati in area medica salgono a 1.366 (+50), e 209 (+9) quelli in terapia intensiva, per un totale di aumento giornaliero di 59.

Campania

Sono 12.058 in Campania i nuovi positivi al Covid nelle ultime 24 ore su 118.047 test secondo i dati del bollettino dell'Unità di crisi regionale e il tasso di positività si attesta al 10,21% in forte calo dal 17,4% precedente (quando ci furono meno tamponi). Quindici i morti, 12 dei quali nelle ultime 48 ore. L'occupazione delle terapie intensive sale di due unità (57, più 2); in forte aumento sono anche i posti letto occupati in degenza: si passa dai 718 di ieri ai 781 di oggi (più 63).

Toscana, casi triplicati 

Quasi triplicati in Toscana i nuovi casi di Covid, che passano dai 6.952 registrati ieri, lunedì 3 gennaio, su 27.639 test, ai 18.868 di oggi su 79.247 test di cui 22.391 tamponi molecolari e 56.856 test rapidi. Lo comunica, sul suo canale Telegram, il presidente della Regione Eugenio Giani. Il tasso complessivo dei nuovi positivi è in calo, essendosi attestato al 23,81%, mentre ieri era al 25,15%. In deciso rialzo, invece, il tasso di positività riscontrato sulle prime diagnosi, che oggi tocca il 75,1%, quasi 15 punti percentuali in più di ieri, quando era arrivato al 60,6%.

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 575.032 casi di positività, 8.773 in più rispetto a ieri, su un totale di 59.572 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 14,7% (ieri era stato del 25,7% a fronte di 31.140 tamponi). Sono 135 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell'Emilia-Romagna (+4 rispetto a ieri); l'età media è di 62,5 anni. Sul totale, 97 (quindi il 71,8%) non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,6 anni), mentre 38 sono vaccinati con ciclo completo (età media 66,8 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.579 (+51 rispetto a ieri), età media 69,1 anni. Rispetto agli 8.014 nuovi casi registrati ieri, la crescita dei contagi oggi registra un +9,5% (-11,8% ieri), mentre quella dei ricoverati nei reparti Covid un +3,3% e nelle terapie intensive un +3,1%, sempre rispetto a ieri. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 8.550.122 dosi; sul totale sono 3.617.614 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 90%, mentre quelle con almeno una dose (3.698.935) sono arrivate al 92%, sempre degli over 12. Le terze dosi già fatte sono 1.457.843.

 

Sardegna

Nuova impennata di contagi in Sardegna dove i nuovi contagi raddoppiano in 24 ore. Nell'ultimo report della Regione, infatti si registrano 1.123 ulteriori casi di positività al Covid (543 nella rilevazione precedente), sulla base di 4614 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 20092 tamponi, con un tasso di positività che scende, però, dall'8,1% al 5,5%. Si conta anche un nuovo decesso: una donna di 69 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari. Pressoché stabile il numero dei ricoverati nei reparti di terapia intensiva, 19 (+1), mentre sono 26 in meno quelli ricoverati in area medica (148). Salgono a 10.313 (869 in più) i casi di isolamento domiciliare.

Abruzzo

Sono 5.061 (di età compresa tra 1 e 99 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 118779. Dei positivi odierni, 4355 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità precisando che il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi (si tratta di una 94enne della provincia di Teramo e di una 88enne della provincia di Pescara, mentre il terzo risale ai giorni scorsi ed è stato comunicato solo oggi dalla Asl) e sale a 2648. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 87764 dimessi/guariti (+393 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 28.367* (+4664 rispetto a ieri).(nel totale sono ricompresi anche 16.975 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall'inizio dell'emergenza, sui quali sono in corso verifiche).216 pazienti (+22 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 23 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 28128 (+4641 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1990 tamponi molecolari (1745168 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 36170 test antigenici (1900202).Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 13.26 per cento. Del totale dei casi positivi, 27.270 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+726 rispetto a ieri), 31318 in provincia di Chieti (+1859), 28741 in provincia di Pescara (+1236), 29341 in provincia di Teramo (+1001), 1278 fuori regione (+99) e 831 (+139) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA