Covid Italia, bollettino oggi 1 febbraio: 7.925 casi e 329 morti. Mai così pochi nel 2021. Tasso di positività al 5,6%

Covid Italia, il bollettino dell'1 febbraio 2021
8 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Febbraio 2021, 17:25 - Ultimo aggiornamento: 23:06

Coronavirus Italia, il bollettino di lunedì 1 febbraio. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 7.925 (ieri 11.252), i morti 329 (ieri 237), secondo i dati del ministero della Salute. Nel 2021 i nuovi positivi non erano mai stati così bassi (il 18 gennaio ne erano stati 8.825, ultimo "record" del nuovo anno). Sono stati 142.419 i test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati, con un tasso di positività del 5,6% (ieri 5,27%). Ieri i test erano stati 213.364, oltre 70 mila in più. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 2.252, quindi 37 in più rispetto a ieri, nel saldo tra ingressi e uscite; gli ingressi giornalieri sono 145. I ricoverati con sintomi sono invece 20.260, quindi 164 in più di ieri.

Vaccino, il calendario regione per regione: ecco la tabella per età

SCARICA QUI IL BOLLETTINO

I casi da inizio epidemia sono in totale 2.560.957, i morti 88.845. Gli attualmente positivi sono 447.589 (-6.379), i dimessi e guariti 2.024.523 (+13.975), in isolamento domiciliare ci sono 425.077 persone (-6.580).

Lombardia

Con 17.151 tamponi effettuati è di 1.093 il numero di nuovi casi positivi al Coronavirus registrato in Lombardia, una percentuale dunque del 6,3%. Sale a 371 il numero di ricoverati in terapia intensiva (+9), mentre scende leggermente quello dei pazienti negli altri reparti, 3.489 (14 meno di ieri). È invece di 52 il numero dei decessi che porta il totale complessivo a 27.150. Per quanto riguarda le province, a Milano si sono registrati 305 casi, di cui 156 in città; a Varese 223, a Brescia 169, a Como 119, a Monza 85, a Bergamo 47 , a Mantova 36, a Cremona 31, a Pavia 27, a Lecco 21, a Lodi 10 e a Sondrio 1.

Veneto

Leggero rialzo dei nuovi casi di Covid-19 in Veneto, legato anche all'inizio della settimana, ma comunque in linea con il rallentamento dei contagi degli ultimi giorni. Il Bollettino regionale segnala 510 casi positivi nelle ultime 24 ore, con il totale a 312.695. I decessi da ieri sono 39 in più, e il totale dei morti da inizio pandemia in Veneto sono 8.970. Prosegue la discesa dei dati clinici, con 1.963 ricoverati nei reparti non critici (-19 da ieri) e 247 (-7) nelle terapie intensive.

Toscana

Sono 373 i nuovi casi toscani di Covid-19 emersi nelle ultime ventiquattro ore: 370 confermati con tampone molecolare e tre con test rapido antigenico (144 nell'Asl Centro, 156 nella Nord Ovest, 73 nella Sud est). I positivi verificati in tutta la regione da quando un anno fa, a fine gennaio 2020, è iniziata l'emergenza sanitaria salgono dunque a 134.829; ma solo 9.287 (l'1,2 per cento in più rispetto a ieri) lo sono in questo momento: 121.330, il 90 per cento, sono nel frattempo guariti e 4.212 deceduti.

Abruzzo

Sono 161 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Pochi i tamponi eseguiti, che sono 1.376, ma è in aumento il tasso di positività, pari all'11,7%, una delle percentuali più alte degli ultimi due mesi. Tre i decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 1.470. In rapido aumento i ricoveri, che passano dai 429 di ieri ai 448 di oggi, con le terapie intensive che tornano ai valori della seconda metà di dicembre. I nuovi positivi hanno età compresa tra un mese e 96 anni.

Umbria

Continua a crescere il numero dei ricoverati Covid in Umbria, oggi 421, sei in più di ieri, 58 dei quali, quattro in più, nelle terapie intensive. È in quadro delineato sul sito della Regione. Registrati nell'ultimo giorno 143 nuovi positivi, 36.194, 121 guariti, 29.672, e otto morti, 789. Gli attualmente positivi sono 5.643, 14 in più di ieri. Sono stati processati 572 tamponi molecolari e 629 test antigenici con un tasso di positività complessivo dell'11,9 per cento.

Lazio

Nel Lazio su oltre 8 mila tamponi (-987) e quasi 5 mila antigenici per un totale di oltre 13 mila test, si registrano 717 casi positivi (-226), 38 decessi (-1) e +2.390 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 5%. I casi a Roma città scendono sotto quota 400. «Bisogna mantenere alta l'attenzione. Oggi è il primo giorno di rientro in zona gialla, se non ci sarà rigore nei comportamenti potremmo andare in zona rossa e questo vanificherebbe gli sforzi fatti», dichiara l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato.


Piemonte

Nel primo giorno del ritorno del Piemonte in zona gialla, sono in aumento i dati dei ricoveri diffusi dall'Unità di crisi regionale: i pazienti in terapia intensiva sono 7 in più rispetto a ieri (totale 153), negli altri reparti l'incremento è di 29 (totale 2.151). I nuovi casi di persone positive sono 514, con un rapporto del 4,7% rispetto agli 11050 tamponi processati (7029 antigenici). La quota degli asintomatici è pari al 42,6%. Undici i decessi (1 relativo a oggi) Le persone in isolamento domiciliare sono 9.943, i giariti +551.

Campania

Forte rialzo della curva dei contagi in Campania. Secondo i dati del bollettino dell'Unità di crisi delle ultime 24 ore i positivi sono 994 (36 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui 37 sintomatici su 8.417 tamponi effettuati; il rapporto positivi/test si attesta, quindi, all'11,80% rispetto al 8,19% precedente. I deceduti sono 8, i guariti sono 1.075. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 97 (su 656 disponibili). I posti letto di degenza occupati sono 1.437 (3.160 disponibili).
 

Basilicata

In Basilicata ieri sono stati analizzati 256 tamponi molecolari: 15 sono risultati positivi al coronavirus, ma solo 13 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che non è stato registrato alcun decesso con il totale delle vittime lucane fermo quindi a 316. Sono 73 le persone ricoverate negli ospedali, delle quali solo due in terapia intensiva, al San Carlo di Potenza.

 

Marche

Resta molto alto il numero di positivi nelle Marche soprattutto in relazione a un totale di tamponi piuttosto esiguo: sono 189 i contagiati rilevati nelle ultime 24ore in cui, fa sapere il Servizio Sanità della Regione, sono stati eseguiti «1.439 tamponi: 988 nel percorso nuove diagnosi (di cui 534 nello screening con percorso Antigenico) e 451 nel percorso guariti (rapporto positivi/testati pari al 19,1%)».

Sardegna

Salgono a 38.660 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza: nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 123 nuovi contagi. In totale sono stati eseguiti 582.290 tamponi, per un incremento complessivo di 2.075 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna dunque un tasso di positività del 5,9%. Si registrano quattro decessi (986 in tutto). Sono 439, invece, i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-7 rispetto al dato di ieri), mentre sono 39 (invariati) quelli in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.078.

Calabria

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 492.399 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 520.326 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 32.942 (+195 rispetto a ieri), quelle negative 459.457. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno registrare +1 terapie intensive, +421 guariti/dimessi e altri 4 morti. I ricoverati totali sono 276, stesso numero di ieri.

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 1.408 tamponi molecolari sono stati rilevati 80 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,68%. Sono inoltre 489 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 49 casi (10,02%). I decessi registrati sono 20, a cui si aggiungono quattro pregressi afferenti al periodo dal 12 al 29 gennaio; i ricoveri nelle terapie intensive sono 61 mentre quelli in altri reparti ammontano a 593. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

Puglia

Sono 36 i decessi per coronavirus e 379 i nuovi casi di infezione al Covid-19 rilevati nelle ultime 24 ore in Puglia su 4.122 test per l'infezione registrati, con una incidenza del 9,1% ieri era del 13%. Dei nuovi casi 126 sono in provincia di Bari, 36 in provincia di Brindisi, 19 nella provincia BAT, 85 in provincia di Foggia, 82 in provincia di Lecce, 32 in provincia di Taranto e 1 caso di residente fuori regione è stato riclassificato ed attribuito. Delle vittime 12 vivevano in provincia di Foggia,11 in provincia di Bari, 8 in provincia di Taranto, 3 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi.

Emilia Romagna

Calano leggermente i nuovi casi di coronavirus rispetto a ieri in Emilia-Romagna, mentre aumentano i ricoveri e in regione si contano altre 34 vittime con la sindrome Covid-19 per un totale di oltre 9.500 da inizio pandemia. Dal bollettino quotidiano della Regione emerge che sono 1.051 i nuovi contagi, su una base di 10.269 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Età media 44 anni. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 207 (uno in più rispetto a ieri), 2.181 quelli negli altri reparti Covid (+69). Per i contagi in testa la provincia di Bologna con 259 nuovi casi più 46 del solo circondario imolese, poi Modena (176), Reggio Emilia (120).

Sicilia

Meno positivi e ricoverati ma più decessi in Sicilia. È quanto emerge dal report elaborato dall'ufficio Statistica del Comune di Palermo sugli indicatori territoriali del Covid-19. Nella settimana appena conclusa i nuovi positivi nell'Isola sono stati 6.351, il 29,6 per cento in meno rispetto alla settimana precedente, quando si era già registrata una diminuzione del 28,8 per cento. I tamponi positivi sono pari al 15,7 per cento delle persone testate, in sensibile diminuzione rispetto al 23,1 per cento della settimana precedente.

Trentino

Nessun decesso per Covid in Trentino. Negli ospedali aumentano di 2 i ricoverati, che al momento sono 215, con 35 pazienti che si trovano in rianimazione. Ieri si sono contate 4 dimissioni, mentre i nuovi ricoveri sono stati 6. Regime ridotto, come accade quasi sempre di domenica, per le analisi dei tamponi: ieri il laboratorio di microbiologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento ne ha gestiti 326, rilevando 33 nuovi positivi, mentre i test rapidi notificati all'Azienda sanitaria sono stati 382, con 20 positivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA