Il bambino è positivo al Covid (senza saperlo) che succede se fa il vaccino? Quanto devo aspettare? Tutte le risposte

I consigli del Cts sulle vaccinazioni per la fascia 6-12 anni. Quarantena, modi e tempi per le dosi

Il bambino è positivo al Covid (senza saperlo) che succede se fa il vaccino? Quanto devo aspettare? Tutte le risposte
di Veronica Cursi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 10 Gennaio 2022, 10:32 - Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio, 09:20

Mio figlio è risultato positivo al Covid, non è ancora vaccinato: cosa succede ora? Quando devo vaccinarlo? E se è positivo senza saperlo e fa la vaccinazione, può fare male? Sono le domande che in queste settimane si stanno ponendo tantissimi genitori alle prese con i contagi da variante Omicron che sta colpendo soprattutto la fascia 6-12 anni. La vaccinazione, per questa fascia d'età, avviene in 2 dosi a 3 settimane di distanza l’una dall’altra e il dosaggio è pari a un terzo di quello autorizzato per adulti e adolescenti.

Se un bambino è positivo e ho prenotato il vaccino, posso vaccinarlo ugualmente?

Secondo il Comitato Tecnico Scientifico (Cts) non c'è alcuna evidenza che vaccinare un soggetto con infezione in atto faccia male, ma avere contemporaneamente due immunizzazioni è inutile.

Omicron, vaccini e tamponi quanto sono efficaci? Diventerà un raffreddore? Domande e risposte

Quindi, quanto devo aspettare per vaccinarlo?

Dato che un bambino contagiato è di fatto immunizzato la regola dice che bisogna aspettare di essere negativi, si attendono poi tre mesi e si procede alla dose successiva (se è necessario farla). 

Se un bambino è positivo senza saperlo e viene vaccinato cosa può succedere?

Non c’è alcuna evidenza che vaccinarsi (quando si ha un’infezione asintomatica in atto) danneggi la riposta immunitaria: nel peggiore e più probabile dei casi non succede nulla, nel migliore, il vaccino potrebbe anche rinforzare un pochino la risposta immunitaria indotta dall’infezione.

Se un bambino ha avuto un contatto stretto con un positivo può vaccinarsi?

Se si è stati a contatto con un positivo si seguono le norme che valgono per i contatti stretti e si monitora l’infezione. E' necessario fare un tampone molecolare dopo 5-7 giorni e, in caso di positività, rimandare la vaccinazione, altrimenti si procede. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA