Sudorazione eccessiva
dal botulino una soluzione
per non vergognarsi più

Sabato 5 Luglio 2014
ROMA Stringere la mano diventa un incubo, così come togliersi la giacca o sfilarsi le scarpe. E la situazione peggiora, notevolmente, con l'estate. Sono le persone colpidte da iperidrosi, una forma di sudorazione eccessiva che interessa, secondo le statistiche, il 4% della popolazione.
«Chi soffre di iperidrosi suda in modo copioso e incontrollabile - spiega Giuseppe Sito, vicepresidente dell'Associazione italiana trattamento estetico botulino - Si tratta di un problema che non dipende dal caldo, da un'eccessiva emotività o dall'attività fisica, ma dall'iperfunzione del sistema nervoso centrale che controlla la sudorazione. Certo d'estate il problema tende ad acuirsi e a peggiorare ulteriormente».

Una soluzione contro l'iperidrosi arriva da un farmaco conosciuto soprattutto per il suo uso in medicina estetica per attenuare le rughe: la tossina botulinica. «Bastano delle iniezioni nei punti in cui il sudore sovrabbonda, ossia mani, fronte, nuca, piedi e ascelle per risolvere il problema - aggiunge il vicepresidente - Il farmaco agisce bloccando le ghiandole in modo temporaneo. Il trattamento dura in genere da sei a nove mesi e può essere ripetuto. Si tratta di un intervento che può essere praticato ambulatorialmente, da medici che abbiano una comprovata specializzazione con la tossina botulinica. Non bisogna dimenticare, infatti, che si tratta di un farmaco e deve essere maneggiato da mani esperte» Ultimo aggiornamento: 9 Luglio, 17:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA