Un po' di sport per far festa: ecco come smaltire i chili presi con pranzi e cenoni

Un po' di sport per far festa: ecco come smaltire i chili presi con pranzi e cenoni
di Francesca Filippi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Dicembre 2014, 06:05 - Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre, 16:29

Uno, due chili. A volte quattro. È l'odiata eredità che ci lasciano le feste. Loro passano veloci, restano gli effetti delle trasgressioni alimentari. Dopo la maratona di abbuffate, la bilancia.

Ma come è possibile rimanere in forma, nonostante tutto? I consigli, non solo alimentari, si rincorrono. Secondo il “Ritratto della Salute” (il quotidiano on line della prevenzione della Società italiana di medicina generale) tre sono le regole per ridurre le calorie accumulate sotto l'albero: tra un cenone e l'altro seguire esclusivamente una dieta ricca di frutta e verdura fresca e di stagione (500 calorie in meno rispetto alla normalità), limitando il consumo di grassi e zuccheri; dormire 8-9 ore a notte per recuperare le energie; praticare moto ogni giorno. Il digiuno non serve. Ma quale attività fisica aiuta di più a bruciare calorie e, di conseguenza, a dimagrire?

Mario Brozzi, medico dello Sport non ha dubbi: «Camminare a passo veloce e muovendo le braccia per un'ora è molto utile e aiuta a bruciare dalle 200 alle 300 calorie. Non serve affaticarsi se non si ha alle spalle un adeguato allenamento. Ovviamente, prima è consigliabile un po' di stretching, per allungare i muscoli. Attività che va fatta molto lentamente».

LE DISCIPLINE
Se, invece, la persona abitualmente pratica sport? «In tal caso la bicicletta è un buon alleato perché allena contemporaneamente muscoli e cuore. Inoltre, aiuta a mantenere gambe toniche e glutei sodi e consente di bruciare dalle 500 alle 800 calorie, a seconda dell'intensità della pedalata e del percorso». Ancora più ricchi di risultati gli sport che coniugano fitness e acqua. «Il nuoto - assicura Brozzi, che in passato è stato anche il medico sportivo della Roma - regala al fisico un allenamento completo: dopo le abbuffate si possono bruciare dalle 500 alle 600 calorie in un'ora». Anche sciare aiuta a smaltire i chili in eccesso. Con una discesa slalom si bruciano circa 400 calorie, anche se è difficile resistere alla polenta e alle soste in baita. «Se si sta in montagna e non si hanno problemi di cuore tagliare la legna è l'ideale per perdere peso: con un'ascia in mano si eliminano 9mila calorie in un'ora. Ovviamente è sconsigliato ai cardiopatici».

ALL'ARIA APERTA
Il periodo natalizio coincide con la chiusura di palestre e centri sportivi, così chi resta in città è portato a saltare l'appuntamento abituale con lo sport. «Un errore da non commettere assolutamente - afferma l'esperto -. Le palestre chiudono? Ci sono parchi, ville storiche, piste ciclabili. «A Roma c'è l'imbarazzo della scelta. L'attività all'aria aperta è da preferire al chiuso di una palestra, non solo perché favorisce l'ossigenazione ma anche perché luci e colori sono fattori imprescindibili dal benessere, è la cromoterapia». Per i più pigri ci sono le scale del palazzo: bastano 20 minuti di salita per bruciare circa 75 calorie. Questa ginnastica low cost oltre a far dimagrire e stimolare l'attività aerobica, rafforza e rassoda i muscoli degli addominali e dei glutei. Salire le scale, inoltre, migliora il metabolismo e la forza cardiovascolare.

A LETTO
Al posto di defatiganti sessioni di esercizi in palestra, c'è un surrogato piacevole, l'amore. Una ricerca dell'Università del Quebec ha calcolato il consumo calorico comparato tra attività sportiva e attività sessuale. Lo studio, pubblicato sul Public Library of Science, ha preso in esame 21 coppie tra i 18 e i 35 anni, alle quali è stato chiesto di avere rapporti sessuali una volta alla settimana per un mese (senza uso di droghe, farmaci e stimolanti). Sotto il profilo del dispendio fisico e calorico, durante l'attività sessuale è stato registrato che si consumano più calorie che sul tapis roulant.