Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Coronavirus, terapia con i cavalli al Niguarda di Milano contro stress di medici e infermieri

Coronavirus, terapia con i cavalli al Niguarda di Milano contro stress di medici e infermieri
1 Minuto di Lettura
Giovedì 16 Aprile 2020, 23:57
Prendersi cura di un cavallo accompagnarlo a pascolare, pulirlo, dargli da mangiare, aiuta a ridurre il livello di stress emotivo del personale sanitario impegnato nella lotta al coronavirus. Accade all'ospedale Niguarda di Milano, che ha all'interno un maneggio, il Centro V. Di Capua, tra i primi in Italia ad utilizzare l'ippoterapia con i bambini con disturbi della sfera psicomotoria, cognitiva ed emotiva.

In due settimane, una trentina tra medici e infermieri, prima o dopo il turno in corsia, hanno trascorso del tempo in questa 'fattoria' per rilassarsi e ricaricarsi tra prati, aiuole, orti e piante da frutta, insieme al personale del Centro e i sette cavalli, Adelina, Giove, Birbante, Jamaica, Fly Lady, Winter e Nilo.
«Molti soffrono di una mancata relazione stretta con i pazienti che stanno curando, o per la gravità della malattia o perché 'ingabbiati' in tute da astronauti che non gli permettono quel contatto a cui erano abituati» spiega la psicologa del Centro, Michela Riceputi. E relazionarsi con un cavallo può aiutare a ristabilire l'equilibrio e a percepire una positiva condizione di benessere. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA