Funghi: naturali integratori di vitamina D

Funghi: naturali integratori di vitamina D
2 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Agosto 2013, 17:09 - Ultimo aggiornamento: 21 Agosto, 23:08

ROMA – In Egitto erano ritenuti un cibo prelibato e benefico, degno di un faraone. Si tratta dei funghi che non rappresentano solo un ingrediente speciale da aggiungere alle pietanze tipiche della nostra tradizione culinaria, ma anche un alimento ricco di nutrienti da non sottovalutare. Una ricerca della Boston University pubblicata sulla rivista Dermato-Endocrinology assegna loro un'altra importante funzione. Secondo lo studio infatti sarebbero un integratore naturale di vitamina D, importantissima per le ossa. Esponendo i funghi per 60 minuti al sole prima di cuocerli e mangiarli, si arricchiscono di vitamina D. Questo semplice metodo consente quindi di conservare la vitamina nei funghi anche dopo averli cotti. Ma le proprietà benefiche di questo alimento non sono finite. Secondo un altro studio, questa volta condotto dai ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, una buona porzione di essi aiuterebbero persino a dimagrire. Lo hanno sperimentato su un gruppo di 73 persone tutte obese o sovrappeso. La ricerca, pubblicata sul Faseb Journal, ha dimostrato che il gruppo di volontari che ha consumato la quantità prestabilita di funghi ha perso in media 3 chili di peso, con una riduzione-record del girovita di 6,5 centimetri e, soprattutto, ha conservato più a lungo i benefici acquisiti su pancia e fianchi. Infine i funghi sono considerati una buona fonte di sali minerali come il potassio, il fosforo, il rame e il selenio, indispensabili per il corretto funzionamento del nostro organismo. Contengono inoltre vitamina B3, che contribuisce al buon funzionamento del sistema nervoso e ad una corretta ossigenazione del sangue e vitamina B2, necessaria sia per la produzione di globuli rossi che per il metabolismo di proteine, grassi e carboidrati. Rafforzano infine il sistema immunitario: da secoli sono ritenuti un vero e proprio antibiotico naturale e sono indicati dalla medicina non convenzionale come un alimento prezioso, da assumere durante il cambio di stagione per proteggersi dai malanni autunnali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA