WhatsApp, se le chat dei candidati
favoriscono l'astensione

WhatsApp, se le chat dei candidati favoriscono l'astensione
di Simone Canettieri
1 Minuto di Lettura
Domenica 25 Febbraio 2018, 12:31 - Ultimo aggiornamento: 12:34

Non bastavano quelli degli ex compagni di classe, del condominio, dei colleghi, degli ex colleghi, delle fidanzate, delle ex fidanzate, dei genitori, della palestra, degli amici del venerdì, della pizza del lunedì, dello stadio...Gli ultimi gironi infernali delle chat di WhatsApp riguardano i candidati. Alle regionali e alle politiche, per il voto all'aspirante governatore o per la scelta nel collegio uninominale o al proporzionale. E se poi, sfortuna della vita, si è trapiantati in un'altra città, arriva tutto doppio: le tue origini ti bussano al cellulare e il presente (la città di adozione) ti ricorda che adesso vivi altrove. Una tempesta: di foto, di video, di meme, di link, di emoticon, di finti sondaggi. A tutte le ore. Non rimane che fuggire, uscire, dribblare, cancellarsi subito, fare insomma come Jack Frusciante. Dunque, cari candidati attenzione: i gruppi WhatsApp nuociono alla preferenza e favoriscono l'astensione. 

Ps: ma quanto erano belli i santini elettorali di carta, che si potevano collezionare tipo figurine Panini "ce l'ho, mi manca"?

© RIPRODUZIONE RISERVATA